Corso di Religione

Sommario




La politica dei sauditi per gli immigrati : deportarli.

home



Dossiers-Migranti


commenta




powered by FreeFind



Al consiglio saudita della Shoura chiesta l’espulsione di cinque milioni di immigrati illegali .Secondo il proponente, essi rappresentano una potenziale minaccia politica anche perché le organizzazioni internazionale potrebbero fare pressioni per farli naturalizzare. source: asianews.it

Il consiglio saudita della Shoura sta discutendo un sistema di norme per combattere l'immigrazione illegale. A tale scopo dovrebbe essere istituita una commissione del Ministero degli interni per espellere cinque milioni di stranieri che si sono stabiliti illegalmente nel regno.

A quanto scrive il quotidiani Al-Hayat, il dottor Sadqa Fadel, che ha presentato la proposta, ha detto che un numero relativamente elevato di persone entrano nel regno attraverso percorsi diversi, con il solo scopo di stabilirvisi in modo permanente o di risiedervi.

Ha aggiunto che questo è illegale, perché viola tutte le norme del regno e anche le norme internazionali. Secondo Fadel, la maggior parte di questi migranti illegali provengono da Africa e Asia.

A suo avviso, tutti coloro che sono con uno status illegale andrebbero deportati. Egli ha aggiunto che i migranti illegali rappresentano una futura minaccia politica dovuta sia alla loro terra d'origine o alla comunità internazionale e alle sue organizzazioni in quanto potrebbero esercitare pressioni sul regno per farli naturalizzare.


Top





Sommario

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.