Corso di Religione

Sommario




Il progetto di russificazione dell'Europa attraverso la guerra e la religione ortodossa. (?)

home

commenta




powered by FreeFind



di Padre Livio Fanzaga  , direttore di Radio Maria source :  https://blogdipadrelivio.it/

Già a partire dal secolo scorso è iniziata la lotta della Chiesa contro il modernismo che è una corrente di pensiero che, insinuatasi nella Chiesa stessa, ha messo in discussione la divina Rivelazione puntando a eliminare radicalmente il soprannaturale, a ridurre le Sacre Scritture a libro storico, a sminuire la figura di Gesù Cristo a semplice essere umano e a declassare il Cristianesimo a pura organizzazione umana e non più istituzione divina. Analizzando i problemi che la Chiesa potrebbe avere nel tempo dei Segreti, inevitabilmente salta all’occhio il modernismo. Di fatto proprio sul modernismo la Regina della pace ha dato tre messaggi formidabili, molto severi e diretti, collegando sempre questa corrente di pensiero a satana, denunciando che attraverso il modernismo satana ci devia e ci porta sulla sua strada di perdizione. (cf.: messaggio 25/3/2015)
25/5/2010
“Cari figli, Dio vi ha dato la grazia di vivere e proteggere tutto il bene che è in voi ed attorno a voi e di esortare gli altri ad essere migliori e più santi, ma satana non dorme e attraverso il modernismo vi devia e vi guida sulla sua via. Perciò figlioli, nell’amore verso il mio cuore Immacolato amate Dio sopra ogni cosa e vivete i suoi comandamenti. Cosi la vostra vita avrà senso e la pace regnerà sulla terra. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

25/3/2015
“Cari figli! Anche oggi l’Altissimo mi ha permesso di essere con voi e di guidarvi sul cammino della conversione. Molti cuori si sono chiusi alla grazia e non vogliono dare ascolto alla mia chiamata. Voi figlioli, pregate e lottate contro le tentazioni e contro tutti i piani malvagi che satana vi offre tramite il modernismo. Siate forti nella preghiera e con la croce tra le mani pregate perché il male non vi usi e non vinca in voi. Io sono con voi e prego per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

25/1/2017
“Cari figli! Oggi vi invito a pregare per la pace. Pace nei cuori umani, pace nelle famiglie e pace nel mondo. Satana è forte e vuole farvi rivoltare tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere nei cuori tutti i sentimenti verso Dio e le cose di Dio. Voi, figlioli, pregate e lottate contro il materialismo, il modernismo e l’egoismo che il mondo vi offre. Figlioli, decidetevi per la santità ed io, con mio Figlio Gesù, intercedo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

IL MODERNISMO
Il modernismo teologico fu un'ampia e variegata corrente eretica del Cattolicesimo , sviluppatasi tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento volta a ripensare il messaggio cristiano alla luce delle istanze della società contemporanea. Fra i temi del modernismo cattolico vi furono la comprensione e l'esposizione dei contenuti della fede, l'esegesi biblica, la filosofia cristiana, gli studi di storia del cristianesimo e della Chiesa, l'esperienza religiosa. In sostanza, il modernismo proponeva una lettura razionalista della Bibbia e della religione cattolica. La Chiesa lo ha condannato come eresia.

Le principali tesi oggetto di condanna
Pio X, tre anni dopo l'enciclica Pascendi Dominici gregis , introdusse un giuramento antimodernista che in sintesi prendeva di mira le tesi secondo cui:
- la Rivelazione non è davvero parola di Dio e neppure di Gesù Cristo, ma un prodotto naturale della nostra sub-coscienza;
- la Fede non è un fatto oggettivo ma dipende dal sentimento di ciascuno;
- i Dogmi sono simboli dell'esperienza interiore di ciascuno; la loro formulazione è frutto di uno sviluppo storico;
- i Sacramenti derivano dal bisogno del cuore umano di dare una forma sensibile alla propria esperienza religiosa, non furono istituiti da Gesù Cristo e servono soltanto a tener vivo negli uomini il pensiero della presenza del Creatore;
- il Magistero della Chiesa non ci comunica affatto la verità proveniente da Dio;
- la Bibbia è una raccolta di episodi mitici e/o simbolici, e comunque non si tratta di un libro divinamente ispirato;
- gli interventi di Dio nella storia (quali miracoli e profezie) non sono altro che racconti trasfigurati di esperienze interiori personali;
- il Cristo della Fede è diverso dal Gesù della storia;
- la divinità di Cristo non si ricava dai Vangeli canonici;
- il valore espiatorio e redentivo della morte di Cristo è frutto della teologia della croce elaborata dall'apostolo Paolo .
***
Dal momento in cui la Russia ha invaso l’Ucraina è emerso un progetto da parte delle élites russe al comando che dapprima era diffuso da filosofi e da cultori del nazionalismo russo, in questi mesi invece è emerso un progetto ben preciso. Il nazionalismo russo vuole rilanciare le sue mire imperiali appoggiandosi alla Chiesa ortodossa e di conseguenza vuole imporre il proprio potere sul mondo e soprattutto sull’Europa. La minaccia è diretta al Cattolicesimo, in quanto nel mirino di questo progetto c’è ovviamente l’Italia, Roma. Sembrano cose strane ma è così. Tutto è coerente a una lunga tradizione storica che la Russia ha portato avanti fino a oggi.
***
Mentre il modernismo che ormai ha conquistato l’occidente è chiaro ed è la negazione della religione e mette l’uomo al posto di Dio; in oriente il pericolo che viene dalla Russia è molto più subdolo e inganna molti, anche fervorosi cattolici. Si ritiene infatti che dall’ortodossia ( russa n.d.r.) possa venire la salvezza nei confronti di un modernismo che attacca le fondamenta stesse della Rivelazione.***
I pericoli del mondo sono visibili, mi riferisco al disastro atomico che porterebbe alla distruzione del pianeta e di ogni essere vivente. I pericoli spirituali non sono certamente minori perché da una parte l’apostasia e dall’altra la falsa religione, colpiscono al cuore la presenza della salvezza sulla Terra che viene comunicata attraverso la Chiesa cattolica.
***
I cristiani battezzati in Russia sono il 40% della popolazione, di cui solo il 4% frequenta l’Eucarestia. Siamo a livelli inferiori all’Europa. Identificare la Russia come la culla della religione Cristiana è un abbaglio! Tuttavia, il popolo russo nel suo DNA ha il fatto di essere il successore dell’Impero Romano d’Oriente, che aveva per capitale Costantinopoli (Bisanzio) e che cadde in mano ai Turchi Ottomani nel 1453. Un secolo dopo, quando ha avuto inizio l’ascesa di Mosca, Ivan IV di Russia, noto anche come Ivan il Terribile, (1530-1584) si presentò al suo popolo come il successore dell’imperatore bizantino che avrebbe dato continuità all’Impero Romano Ortodosso con sede a Bisanzio, appunto. Ivan il terribile si attribuì l’appellativo di zar dal latino Caesar “Cesare”, imperatore. Da allora il principato di Mosca ha iniziato la sua espansione che ha compreso anche la sopraffazione di Kiev, si è esteso in quasi tutta l’Asia settentrionale, in gran parte dell’Europa fino ai paesi scandinavi. Insomma, l’Impero Russo da allora è sempre stato in espansione ed è sempre stato condotto a quattro mani: dallo zar e dal patriarca di Mosca. La preminenza però è sempre stata dello zar.
***
La religione ortodossa, allora, è a supporto dell’Impero Russo. Qualora così non fosse, subentrerebbero importanti problemi. C’è stata una parentesi dal 1917 al 1991 in cui di fatto si è affermato un ateismo di Stato, ovvero l’Impero sovietico. Ne conseguì che la Chiesa ortodossa si ridimensionasse nelle sue pretese di potere e si limitasse a convivere col potere stesso che comunque l’ha perseguitata e mortificata. Sono note le persecuzioni alla Chiesa ortodossa da parte di Stalin che l’ha strumentalizzata per sostenere la guerra contro Hitler, per tornare a perseguitarla una volta terminato il conflitto. Con il crollo dell’Impero Sovietico nel 1991, la situazione è profondamente cambiata perché per la prima volta nella Storia Russa c’è stata una diminuzione molto significativa della sua pretesa imperiale. La Russia in quell’anno ha perso tutta l’Europa dell’est, dai Balcani ai Paesi scandinavi. Inoltre, ha perso buona parte del suo Impero asiatico, difatti Stati come il Kazakistan e l’Uzbekistan, pur essendo tuttora sotto l’influenza russa, sono di fatto repubbliche indipendenti. Possiamo allora dire che nel 1991 il popolo russo ha vissuto una vera e propria tragedia. Fin dall’inizio i reduci, tra cui gli stessi Putin e Kirill (che facevano parte del KGB, la principale agenzia di sicurezza, servizio segreto e polizia segreta dell'Unione Sovietica) hanno cercato di ristabilire l’Impero Russo con mire mondiali.
***
Il 31 dicembre 1999 Boris Eltsin si dimise da presidente russo. Si è allora fatto avanti Vladimir Putin diventando primo ministro, ha vinto la guerra per l’indipendenza di Grozny. Da allora, a partire dall’anno 2000, è incominciata la costruzione di questo progetto, che è ben chiaro ed è stato illustrato non solamente da Alexander Dugin ma anche da altri particolari filosofi che hanno elaborato il progetto del nuovo Impero Ortodosso e della terza Roma.
***
C’è quindi il progetto di un nuovo Impero Ortodosso Russo, come nuova entità col compito di salvare il mondo e l’occidente (per “salvare” intendono distruggere, come stanno facendo in Ucraina). Questo progetto da teorico sta diventando pratico. Si parte dall’idea che la Russia rivendichi un potere egemonico tenendo in mano lo scettro dell’Impero Romano Bizantino Cristiano. In questo progetto il potere religioso e quello politico sono intimamente legati ma con una subordinazione radicale di quello religioso su quello politico. L’idea di fondo è quindi la ricostituzione dell’Impero. Dal 2000 in poi questo è il progetto della classe dirigente russa, ovvero Putin e i suoi seguaci. Da allora hanno ripreso a consolidare la loro potenza militare, a partecipare nel mondo alle guerre locali (come ad esempio in Medio Oriente, in Siria, in Libia, in Mali e in tante parti dell’America Latina).

Hanno ricostruito pian piano l’Impero riprendendosi i territori, laddove riuscivano a riconquistarli. La svolta, però, si è manifestata sempre più chiaramente negli ultimi anni. Nel progetto del nuovo Impero Ortodosso Russo è entrata l’Europa. Celando sotto l’intenzione di unificare i russi dispersi in altre nazioni, Putin mira ad allargare l’Impero fino a comprendere il territorio europeo.

Putin non lo ha mai detto ma a lo ha sempre pensato. Anche Kirill condivide le stesse mire del Presidente russo.
L’ attacco all’Ucraina ha come vero obbiettivo l’inizio della distruzione dell’Europa come realtà politica, istituzionale. Putin vuole riprendersi tutti i Paesi dell’est europeo, arrivare in Italia, comprendere nei confini dell’Impero anche Spagna, Germania, Francia. Il vero obbiettivo della guerra iniziata il 24 febbraio 2022 è quello di distruggere l’Europa, di “russificarla”, di rendere omogenea l’Europa alla Russia attraverso la religione ortodossa, di conquistare l’Italia e di unificare i cristiani.***
Il progetto è questo: estendere, di fatto, la supremazia della religione ortodossa in tutto l’occidente europeo. Ovviamente, siccome Mosca è la terza Roma ( dopo Roma e Bisanzio), ne consegue che il nuovo capo della cristianità avrà sede in Russia e farà da supporto al capo del nuovo Impero. ***
L’obbiettivo di Putin è la distruzione dell’Europa. Dugin ha sempre detto che l’Europa è marcia, ha deviato, deve essere “russificata”, deve essere salvata dalla Russia, dall’ortodossia che è la vera religione. Putin vuole impossessarsi di tutta l’Europa. Non si tratta di una conquista territoriale, è ben altro. Intorno a Putin ci sono dei pensatori che credono che l’Europa abbia rinnegato il Cristianesimo, abbia deviato, sia eretica. L’egemonia russa ristabilirebbe gli equilibri, ripristinerebbe i valori di cui la Russia sarebbe l’unica e vera depositaria.
***
I russi hanno in mente un cammino ben chiaro: dopo l’Ucraina vorranno la Moldavia, l’Ungheria è già dalla loro parte, i Balcani li stanno aspettando a braccia aperte, tenteranno di conquistare l’Austria e poi l’Italia.
***
I russi vogliono farsi strada in Europa, arrivare in Italia in particolare in Vaticano, spodestare il Papa e sostituirlo con un “papa” Ortodosso. ***
L’8 maggio 1960 la Madonna ha detto alla beata Suor Elena Aiello : «La Russia è pronta a scatenare tutte le forze del male e sfogherà tutto il suo furore. Sarà una bufera infernale. La guerra sarà prossima. La Russia si abbatterà su diverse nazioni. Il fuoco comincerà da est a ovest. Anche nel Nord-Africa e poi nel Medio Oriente vi saranno molte rivoluzioni. Il sangue scorrerà a rivi. Il tempo non è lontano. I sacerdoti saranno perseguitati; le chiese saranno profanate, specie nella città santa. Pregate perché il Papa non cada in mano ai russi. Siate fedeli con la preghiera e la penitenza, per il giorno del mio trionfo, perché la mia ora è vicina».

16 luglio 1960: «Se non si prega, l’Italia sarà peggiore della Russia. Verrà la persecuzione per la Chiesa. Quanti sacerdoti moriranno martiri! La Russia tenta di invadere la città santa, sede del vicario di Cristo, profanata da questi mostri infernali».

Il 22 agosto 1960 la Madonna ha detto: «L’ora terribile avanza sul mondo. Diverse nazioni saranno colpite, specie l’Italia, con rivoluzioni sanguinose. La Russia ha preparato le armi segrete contro l’America, contro la Francia e contro la Germania. La guerra è prossima. Il Reno della Svizzera sarà pieno di cadaveri e di sangue. Il Papa dovrà tanto soffrire. Il leone ruggente avanzerà sulla cattedra di Pietro, per diffondere i suoi errori. Il fiele della Russia avvelenerà tutte le nazioni, specie l’Italia».
***
Il diavolo vuole arrivare sulla cattedra di Pietro.
***
C’è la speranza però, il rimedio sarà la «Devozione al Cuore Immacolato di Maria, strumento di salvezza. Bisogna formare una legione di anime per pregare e pregare molto. Si può disarmare l’ira di Dio. Queste anime assicurano la vittoria delle forze del bene» (messaggio della Madonna a Suor Elena, 1 novembre 1952).
***
La religione ortodossa – che vorrebbe sostituire il cattolicesimo, ma che in realtà non è vissuta dal popolo russo se non come progetto politico perché in gran parte è pagano – ha come scopo di supportare il nazionalismo e l’illusione arrogante di essere un popolo che salva gli altri “russificando” le nazioni distruggendole altro non è che una caratteristica dell’anticristo, seppur più sottile e pervasiva: è la seconda bestia che perverte se stessa, è il cristianesimo che perverte se stesso finalizzandosi a un progetto politico mondiale attraverso una guerra che può distruggere il mondo.

È un perfetto progetto satanico!

Alla fine, vincerà la Regina della pace. Per quanto sia corrotto l’occidente, le minoranze cristiane in Europa valgono più di tutta la Russia messa insieme. In tutti questi anni la Madonna ha alimentato la fede e ha alimentato l’alternativa al mondo nuovo senza Dio, creando le basi per la sua vittoria.

Padre Livio


...

Sommario

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.