Piccolo Corso Biblico

Mt 5,17 Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti;
non son venuto per abolire, ma per
dare compimento .

Il Giubileo permanente di Gesù Le antiche promesse:

Sal 11,6 «Per l'oppressione dei miseri e il gemito dei poveri, io sorgerò - dice il Signore
-
metterò in salvo chi è disprezzato ».
Is 29:18
Udranno in quel giorno i sordi le parole di un libro;
liberati dall'oscurità  e dalle tenebre,
gli occhi dei ciechi vedranno.

Is 57,15 Poichè cosà parla l'Alto e l'Eccelso, che ha una sede eterna e il cui nome è santo:
In un luogo eccelso e santo io dimoro, ma
sono anche con gli oppressi e gli umiliati,
per
ravvivare lo spirito degli umili
e r
ianimare il cuore degli oppressi.

Is 42,7-Sal 146,5
Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe:
la sua speranza è nel Signore suo Dio, 6 che ha fatto il cielo e la terra, il mare e quanto contiene,
che rimane fedele per sempre, 7 rende giustizia agli oppressi, dà  il pane agli affamati.
Il Signore
libera i prigionieri, 8 il Signore ridona la vista ai ciechi, il Signore rialza chi è caduto,
il Signore ama i giusti, 9 il Signore
protegge i forestieri, egli sostiene l'orfano e la vedova,
ma sconvolge le vie dei malvagi.

Is 66,2
Su chi volgerò lo sguardo? sull' umile
Sal 137,eccelso è il Signore e
guarda verso l'umile
Is 29:19
Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore,
//
i più poveri gioiranno nel Santo di Israele.

So 3,12 Farò restare in mezzo a te
un popolo umile e povero;
confiderà  nel nome del Signore.

 Sal 71, 2 ( il re-messia) 4
Ai miseri del suo popolo renderà  giustizia,
salverà  i figli dei poveri e abbatterà  l'oppressor
e.

la speranza escatologica :
(Is 25,6 ) Preparerà  il Signore degli eserciti per tutti i popoli, su questo monte, un banchetto di grasse vivande, un banchetto di vini eccellenti, di cibi succulenti, di vini raffinati. 7Egli strapperà  su questo monte il velo che copriva la faccia di tutti i popoli e la coltre distesa su tutte le nazioni.
8Eliminerà  la morte per sempre.

C'è una buona notizia, un  vangelo : il  giubileo straordinario promesso da Dio si compie per opera di Gesù.

Ora appunto ad Abramo e alla sua discendenza
furono fatte le promesse...
cioè
a Cristo (Gal 3, 16)

L'anno di gratuità  del Signore.

I profeti hanno descritto il tempo messianico come il tempo dei poveri, degli affamati, dei perseguitati, degli inutili.

Sal 21, 24 Lodate il Signore, .. 25 perchè egli non ha disprezzato nè sdegnato l'afflizione del misero,
non gli ha nascosto il suo volto, ma, al suo grido d'aiuto, lo ha esaudito
.
26 Sei tu la mia lode nella grande assemblea, scioglierò i miei voti davanti ai suoi fedeli.
27
I poveri mangeranno e saranno saziati, loderanno il Signore quanti lo cercano:
«Viva il loro cuore per sempre ».

Gesù proclama che questo tempo è arrivato e lo inaugura con le sue opere e con la sua comunità  di discepoli.

Mt 11,5 I ciechi ricuperano la vista,
gli storpi camminano,
i lebbrosi sono guariti,
i sordi riacquistano l'udito,
i morti risuscitano,
ai poveri è predicata la buona novella.


La storia dimostra quanto l'umanità  sia incapace di realizzare la felicità  , anche le religioni che le varie culture hanno creato intorno alle rivelazioni non hanno avuto successo.

Il progetto di Dio per Israele prevedeva che Israele fosse un Regno di Pace cioè di felicità  dove nessuno nel popolo doveva essere bisognoso . Israele ha sempre contrastato questo progetto e la pace non è mai arrivata.

Arriva con Gesù. La salvezza che porta Gesù i cui segni sono le guarigioni/esorcismi riguarda tutta la persona umana e tutto il popolo, nessuno è escluso neppure i pagani.

Mt 4,16 il popolo immerso nelle tenebre ha visto una grande luce;
s u quelli che dimoravano in terra e ombra di morte
una luce si è levata.

Gesù è messia che porta la giustizia salvifica di Dio ( la Carità  ) e la pace messianica ( pace = pienezza di Vita, felicità ), la perfezione della creazione/storia, effondendo la sua Vita divina , lo Spirito, nell'uomo.

Gesù guarda al - povero - oppresso-afflitto - perchè deprivato da risorse e dignità  - e cambia la sua situazione con un giubileo straordinario; guarda al bisognoso per consolarlo portandolo a felicità  e rivelando che Dio opera in questo senso.

Mat 5, «Beati i poveri in spirito,
perchè di essi è il regno dei cieli. ( ORA)

4 Beati gli afflitti, perchè (D'ORA IN POI) saranno consolati.
5
Beati i miti, perchè (D' ORA IN POI) erediteranno la terra.
6
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perchè (D' ORA IN POI) saranno saziati.
7
Beati i misericordiosi, perchè (D' ORA IN POI) troveranno misericordia.
8
Beati i puri di cuore, perchè (D' ORA IN POI) vedranno Dio.
9
Beati gli operatori di pace, perchè (D' ORA IN POI) saranno chiamati figli di Dio.

10
Beati i perseguitati per causa della giustizia,
perchè di essi è il regno dei cieli. ( ORA )


ORA : Il valore, la fortuna, la beatitudine non e ' la condizione umana di poveri e perseguitati ma è Gesu' che cambia subito questa condizione in pienezza di vita

D' ORA IN POI : Gesù non viene a fare un giubileo straordinario "una tantum" passato il quale tutto ricomincia come prima, cioè in modo sbagliato . La novità  del Regno di Dio è un dono gratuito permanente nella storia che colma la condizione dei bisognosi
.

Dio si muove verso l'uomo facendosi orientare dalle carenze, non dai meriti. Il dio rivelato in Gesù è un Padre che esercita la sua signoria , il suo Regno, con la Carità , adottando chi lo accoglie come figli, cioè eredi dei suoi beni.

Gc 2,5 Ascoltate, fratelli miei carissimi:
Dio non ha forse scelto i poveri agli occhi del mondo,
che sono ricchi nella fede ed eredi del Regno promesso a quelli che lo amano?

At 20,32 E ora vi affido a Dio e alla parola della sua grazia,
che
ha la potenza di edificare e di concedere l'eredità  fra tutti quelli che da lui sono santificati.
Rm 8,17 E se siamo figli,
siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo,
se davvero prendiamo parte alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria.
Lc 10,25 Ed ecco, un dottore della Legge si alzಠper metterlo alla prova e chiese:
à«Maestro, che
cosa devo fare per ereditare la vita eterna?à».
Mt 19,29 Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome,
riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna.

Ef 1,11
In Lui siamo stati fatti anche eredi, predestinati
- secondo il progetto di colui che tutto opera secondo la sua volontà  -
Ef 1,14
( Lui) il quale è caparra della nostra eredità , in attesa della completa redenzione di coloro che Dio si è acquistato a lode della sua gloria.
1Pt 1,4 per
un'eredità  che non si corrompe, non si macchia e non marcisce.
Mt 25,34 Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: «Venite, benedetti del Padre mio,
ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo,

1Cor 6,9 Non sapete che
gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: nà© immorali, nà© idolatri, nà© adùlteri, nà© depravati, nà© sodomiti, 1Cor 6,10 nà© ladri, nà© avari, nà© ubriaconi, nà© calunniatori, nà© rapinatori erediteranno il regno di Dio. 1Cor 15,50 Vi dico questo, o fratelli:
carne e sangue non possono ereditare il regno di Dio,
// nà© ciಠche si corrompe puà²
ereditare l'incorruttibilità .

La comunità  /chiesa di Gesù è la comunità  della Carità  per  le beatitudini .
Lo Spirito Santo, detto Paràclito, in greco "difensore davanti a un tribunale", è il Difensore della vittima innocente, e in un senso teologico (che oltrepasse la ricerca antropologica) svela il vero volto di Dio.

Il nuovo popolo di Dio vive un giubileo permanente :

Mossi dallo Spirito/Carità  i discepoli formano una comunità  dove tutto è orientato a compiere l'uomo come Uomo , perchè sia perfetto, e poi definitivo nella sua morte/resurrezione.


Coloro che vengono salvati da Gesù ed entrano a far parte della comunità  dei suoi discepoli manifestano il cambiamento nella loro persona operato con il dono dello Spirito divino attivandosi con la carità  per la salvezza/ felicità  di tutti.

Il Progetto del Padre si compie nella storia con il Programma di Gesù : la comunità  della carità /Spirito per le beatitudini.




La Vita eterna che Gesù dona gratuitamente è il valore che dà  senso a tutti gli altri valori umani. La Vita nello Spirito è un seme sbocciato nella storia che non esaurisce la sua forza e la sua verità  in Palestina , nella comunità  messianica di 2000 anni fa : la venuta del Regno di Dio che è salvezza cioè riscatto, giustificazione, liberazione, consolazione, è stato l 'inizio di un eone nuovo per tutti coloro che vi aderiscono .

secondo la promessa di Gesù :

Mt 18, 18 «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. 19 Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, 20 insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine di questo eone ».

Obiettivo del programma di Gesù è il Regno di Dio, la Signoria/Carità  del Padre sui suoi figli, che , come prefigurava anche la tradizione di Israele, consiste in una comunità /società  umana  in cui tutti vivono come Uomini , nella pienezza del loro essere e per questo, felici, beati.



Israele attendeva una Palestina governata da una teocrazia perfetta, mentre il Regno messianico ha un orizzonte universale. Il regno atteso da Israele doveva essere basato sull 'osservanza della Legge mosaica , il Regno messianico di Gesù invece si fonda sul dono e accoglienza dello Spirito divino che trasforma l 'uomo fino al compimento definitivo del suo essere nella Carità .

Gesù introducendo nella storia una comunità  che vive della sua stessa Vita e nella carità  fraterna , toglie il peccato del mondo (che è il rifiuto di Dio e l'oppressione del prossimo ) Egli è l'agnello di Dio che toglie il peccato del mondo e compie l'attesa redentrice di Israele , la beatitudine dell'Uomo in pienezza .





1 Tess 5,23 Il Dio della pace vi santifichi fino alla perfezione,
e tutto quello che è vostro, spirito, anima e corpo,
si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo.
24
Colui che vi chiama è fedele e farà  tutto questo!

La comunità  di Gesù è chiamata ad accogliere tutti i bisognosi, ad amministrare loro il giubileo attraverso la condivisione fraterna dei benimateriali e spirituali con l'unico obiettivo di compiere l'Uomo ; questo costruisce la pace- felicità  per tutti .

La "remissione dei debiti " nella comunità  cristiana sarà  permanente cosà come la liberazione dei prigionieri e degli oppressi , la guarigione dei ciechi-sordi , etc.

Alla comunione di Vita della comunità  partecipa anche il Padre : rimetti a noi i nostri peccati/debiti con Te come noi rimettiamo i debiti ai nostri debitori .

CUCC 1726 Le beatitudini ci insegnano il fine ultimo al quale Dio ci chiama: - il Regno, - la visione di Dio, - la partecipazione alla natura divina, - la vita eterna, - la filiazione, - il riposo in Dio. Nel regno messianico gli uomini si amano di un amore umanodivino, la carità  ... e nessuno più è bisognoso nel popolo. Questa pace-felicità  è data adesso, nella storia ed è destinata a diventare perfezione, eternità . Fil 3, 20b-21 Aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo, il quale trasfigurerà  il nostro misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso, in virtù del potere che ha di sottomettere a sè tutte le cose.

CUCC 459 Il Verbo si è fatto carne per essere nostro modello di santità : œPrendete il mio giogo su di voi e imparate da me. . . ¯ ( Mt 11,29 ). œIo sono la via, la verità  e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me ¯ ( Gv 14,6 ). E il Padre, sul monte della Trasfigurazione, comanda: œAscoltatelo ¯ ( Mc 9,7 ) [Cf Dt 6,4-5 ]. In realtà ,
egli è il modello delle Beatitudini e la norma della Legge nuova: œAmatevi gli uni gli altri come io vi ho amati ¯ ( Gv 15,12 ). Questo amore implica l'effettiva offerta di se stessi alla sua sequela [Cf Mc 8,34 ].

Il Verbo si è incarnato e non ha scelto la felicità  personale ma di costruire la pace/felicità  universale.

1-non ha scelto la ricchezza ma la povertà  che deriva dal guardare ai bisogni altrui e condividere i propri beni .
2- ha guardato agli ultimi, il popolo oppresso e li ha consolati-salvati con segni-miracoli profetici e con la cassa comune dei suoi discepoli ( Gv 13,29 )
3- ha realizzato la condivisione dei beni nella sua comunità  come segno profetico della necessità  della condivisione del pianeta ... per realizzare la felicità  di tutti.
4- è venuto affamato ed assetato di giustizia : donare carità a tutti
5- è vissuto nella trasparenza della verità  , la purezza di cuore
6-è vissuto mosso dalla misericordia verso tutti
7-non ha scelto il potere ma l'umiltà , la nonviolenza e il servizio
8- non ha scelto di salvare la propria vita dalla persecuzione, dalla sofferenza, dalla morte, quando era dovuta alla sua piena adesione alla volontà  salvifica del Padre fino , a favore di tutti.


Nella comunità  dei salvati tutti sono chiamati dallo Spirito -che Egli dona in abbondanza- a farsi suoi discepoli e mossi dallo stesso Spirito comportarsi come Lui per compiere la volontà  del Padre : l'Uomo Definitivo.

Mt 11,29 Prendete il mio giogo sopra di voi
( la mia legge, quella della carità che inizia con l'annuncio del Vangelo, l'Uomo Definitivo  )
e imparate da me, che
sono mite e umile di cuore,
e troverete ristoro per le vostre anime.


Il giogo , la legge della nuova alleanza è la legge dello Spirito , la Carità  .

1Gv 4,10 In questo sta l'amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi
// e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati.
11 Carissimi,
se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 12
Nessuno mai ha visto Dio;
se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi.
13 Da questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha fatto dono del suo Spirito. ..
16 Noi
abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi.
Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui.
18 Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore,
il timore di un giudizio divino di condanna non ha posto nella comunione di Spirito.
perchè il timore suppone un castigo e
chi teme non è perfetto nell'amore.
non è Uomo Compiuto
19 Noi amiamo, perchè egli ci ha amati per primo.
17 Per questo
l'amore ha raggiunto in noi la sua perfezione,
facendoci Uomini Compiuti
perchè
abbiamo fiducia nel giorno del giudizio ;
perchè come è lui, cosà siamo anche noi, in questo mondo..
20 Se uno dicesse: «Io amo Dio », e odiasse il suo fratello, è un mentitore.
Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede.
21 Questo è il comandamento che abbiamo da lui:
chi ama Dio, ami anche il suo fratello.
1Gv 3,16 Da questo abbiamo conosciuto l'amore:
Egli ha dato la sua vita per noi; quindi anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli.

17 Ma se uno ha ricchezze di questo mondo e vedendo il suo fratello in necessità  gli chiude il proprio cuore, come dimora in lui l'amore di Dio? 18 Figlioli, non amiamo a parole nè con la lingua, ma coi fatti e nella verità .


19 Da questo conosceremo che siamo nati dalla verità  e davanti a lui rassicureremo il nostro cuore 20 qualunque cosa esso ci rimproveri.

Lo Spirito che ha donato si irradia dai suoi discepoli nella vita quotidiana : non amiamo a parole nè con la lingua, ma coi fatti e nella verità  .

La comunità  messianica non è una comunità  di mistici o di gnostici ma una comunità  nello Spirito di Gesù e del Padre : compiere la creazione nell'Uomo Definitivo con la Carità .

I discepoli , vivendo come Gesù , saranno beati insieme a coloro che saranno consolati nella comunità  , faranno esperienza della felicità  che viene da Dio, l'esperienza di avere Dio come Padre.

Il peccato del discepolo di Gesù non è più una trasgressione di precettireligiosi stabiliti da uomini ma è il rifiuto dello Spirito, il rifiuto della Vita eterna come Principio di compimento del proprio essere in questo mondo, il rifiuto di vivere e crescere in essa fino ad una pienezza , una perfezione definitiva: diventare Uomini Definitivi come Gesù.

L'incredulità 
Di fronte al giubileo di Gesù qual è la reazione?   Incredulità !

Mc 6,6a E si meravigliava della loro incredulità 

Oppressi che non vogliono essere liberati : Gesù si meraviglia di questa incredulità  che non ha spiegazione. Qual'era l'ostacolo alla fede in Gesù? Che cosa impediva alle persone di accogliere l'offerta di Gesù, la liberazione dall'oppressione e il dono della beatitudine? Un stupidità  collettiva? Una stregoneria/maledizione? Un incantesimo?

Mt 13,58 E là, a causa della loro incredulità , non fece molti prodigi.

Senza la fede non si vede quella salvezza/liberazione/felicità  di cui i miracoli e prodigi fatti da Gesù sono segni.

Mc 9,24 Il padre del fanciullo rispose subito ad alta voce: «Credo; aiuta la mia incredulità ! ».
Mc 16,14 Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola,
e
li rimproverò per la loro incredulità  // e durezza di cuore,
perchè
non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto

Mentre la religione è una prassi che soddisfa , colma, appaga il bisogno religioso, la fede è la scelta di accogliere la rivelazione e di viverla in una comunità  che persegue l'obiettivo del compimento dell'essere secondo il modello del rivelatore.

Ciò che impedì alla maggioranza dei giudei di accogliere il compimento di sè come Uomo Definitivo rivelato da Gesù -in Lui stesso e nei segni che operava- furono gli spiriti che li dominavano come poteri ( spiriti come mitologie ed ideologie che orientano l'azione, la vita delle persone ) e fra questi il più oppositivo a Gesù fu il potere della religione . Non di una religione qualsiasi, ma della "religione ispirata a Dio" per eccellenza.

Quando il potere si sente minacciato per prima cosa diffama l'avversario, lo rende non-credibile , detestabile; poi lo indica come pericoloso, infine lo fa uccidere . Saranno infatti i dominatori ed i sottomessi alla religione a far uccidere Gesù.

Spera S.Paolo:

Rm 11,23 Anch'essi, ( gli ebrei ) se non persevereranno nell'incredulità ,
saranno innestati ( in Gesù) ; Dio infatti ha il potere di innestarli di nuovo!

La fede cristiana implica
- l'ascolto della parola del rivelatore , Gesù
- la comprensione della proposta , Gesù Risorto, del risultato , l'Uomo   Definitivo e del percorso, la Vita di Carità  nella Chiesa
- la libertà  di scelta per  l'adesione alla comunità  di fede ( l'abbandono di ogni struttura fondata sul potere , anche della famiglia fondata sul potere, così come della religione che sottomette ad un suo potere )


La fede in Gesù è determinazione di salvare l'uomo dal fallimento del suo essere portandolo a compimento come Uomo Definitivo secondo il Progetto del Padre ed il Programma di Gesù . Il Programma del Giubileo .. per le beatitutidini dei bisognosi.

top



home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi dlla Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY