Piccolo Corso Biblico

Pag.  5
1    2    3   4   5   6   7   8   9   10   
Fede e opere.

Il DARE : la libera-azione, liberazione della Forza.
L'UOMO, LA REALTA' INVISIBILE Tra Mondo Creatore e mondo Creato, nell'uomo, l'ABISSO sul quale aleggia l'ANIMA : il 4° grado dell'Essere ancora non è nato.
-

L'uomo può fare in se stesso un PONTE su questo Abisso così che il Mondo Creatore possa unirsi al Mondo Creato che egli ricapitola in sè stesso : questo PONTE è la FEDE IN GESU', IL PROGETTO " UOMO".


(* Coll.4 -Gitta) LA SOLA VIA LUNGO LA QUALE LA LUCE DISCENDE E': "AD" (= DARE) La fede del catecumeno
L 'uomo è costitutivamente orientato a questa unione : egli è ANIMA, espressione che indica che è un essere costitutivamente religioso , bisognoso e cercatore dello Spirito .

Il sentimento religioso, costitutivo di ogni uomo , orienta verso le religioni; le religioni portano il Sacro; nell'incontro con il Sacro -che è rivelazione- può nascere la FEDE.

La FEDE che costituisce quel PONTE attraverso cui lo Spirito Creatore fonde nell' uomo il Mondo Creato con il Mondo Creatore così che l'uomo diventi UOMO, è quella che nasce nell'incontro con il Verbo Creatore ( Gesù) Il battesimo cristiano (*Coll.54) La Fiamma Nuova, il Nuovo Suono vi sono DATI. Il Padre DA' . DA' lo Spirito (l'Amore, la Carità).

Lc 11,13 Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più
il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».

E' data la NUOVA FORZA // la NUOVA VITA ( greco : zoe) eterna . NUOVA FIAMMA (7), NUOVA LUCE ( 6) invisibile, NUOVO SUONO (5) inaudibile.

l'UOMO, il Vivente (*Coll.54) Diverrete invisibili, ciò che compirete non sarà diramato. Nessuno ne avrà sentore. La dimora dello Spirito nell'Uomo è reale ma rimane segreta coè non verificabile dall'esterno. L'UOMO non è una realtà visibile, percepibile dai sensi.

Il Verbo-Parola è il NUOVO SUONO ( la Parola Creatrice che dà forma a tutto) , Nuovo Suono è creazione Nuova , l'UOMO.

Il battezzato diventa UOMO ma questo cambiamento è invisibile all'esterno. Nessuno può vedere il mutamento , nessuno lo percepisce (*Coll.54) Nuova Voce e antico orecchio? Per udire il Richiamo, e necessario il Nuovo Orecchio. Siate attenti! Nei vostri occhi cresce il Nuovo Occhio, nei vostri orecchi , il Nuovo Orecchio, nelle vostre mani, la Nuova Mano,.. Il NUOVO SUONO forma NUOVI ORECCHI, la NUOVA LUCE forma NUOVI OCCHI, la NUOVA FORZA forma NUOVE MANI : è la NUOVA VITA ( zoe) dell'Eterno, che fa dell'uomo un UOMO.

I Nuovi Orecchi sono creati dalla Parola e sono per udire il Richiamo, la Voce inaudibile portata dall'Angelo.

"Per l'udito comunichiamo con Gesù e ricevendolo devotamente seguiamo il suo Richiamo e gli apriamo l'ingresso del cuore. Ogni Parola di Dio, ogni parola del sacerdote è un bussare di Gesù al cuore, ed ogni buona volontà è un aprire la porta. Quando uno apre la porta, Gesù si prende cura di tutta la sua anima e dei suoi impegni eterni. "

( Faustina Kowalska, Diario, Natale 1931)

Nuovo Corpo // Nuova Vita è l'UOMO Vivente che alla morte , risorgerà. " Corpo Spirituale".


Gv 6,53 Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la Vita. 54Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la Vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. 55Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. 56Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. 57Come il Padre, che ha la Vita, ha mandato me e io vivo per ( in virtù) il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per ( in virtù) me. 58Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane Vivrà in eterno».

Questa è la Promessa di Gesù e la FEDE è credere in questa Promessa e trarne le conseguenze ogni giorno.

(* Coll.68) Nelle cattedrali [ simbolo della istituzione religiosa ] si conservano i brandelli del sudario [la sindone] , ma le cattedrali crolleranno. Le pietre vengono drizzate verso il cielo ( le cattedrali) , e i Viventi sono calpestati. Non è questo che LUI ha insegnato.


Le pietre delle cattedrali saranno gettate a terra e i Viventi elevati. ( elevati = risorgono ) Amate , prendetevi cura dei Viventi, non delle cattedrali.Mc 13,2 «Vedi queste grandi costruzioni? Non sarà lasciata qui pietra su pietra che non venga distrutta».

A differenza di coloro che rimanendo attaccati alla religione ( le cattedrali ed i riti) , pur ascoltando la Parola non l'hanno compresa cioè sono rimasti chiusi nei loro pregiudizi e pur avendo visto Gesù non hanno visto in Lui l'UOMO.

I fatti storici : la "religioni di Dio" , il giudaismo di quell'epoca, ha udito Gesù ma non l'ha compreso // e non l' ha creduto ... e lo ha "gettato fuori da sè", lo ha condannato a morte.

Mt 13,14 Così si compie per loro la profezia di Isaia che dice: Udrete, sì, ma non comprenderete, guarderete, sì, ma non vedrete.

( *Coll. 20 Gitta) ...il Nuovo, l'ETERNO.. non è l'"eternamente ripetuto" , ma l'ETERNO NUOVO".
L'eterno ritorno delle stesse cose : le religioni. Costruzioni umane per soddisfare il sentimento religioso.

Giunge la PRIMAVERA , un fiore, un filo d'erba ne sono i messaggeri : questo sono le religioni, i profeti, i templi ( gli annunciatori ). Ma alla venuta della LUCE e della FORZA non (sono più necessari i) templi : tutto sarà tempio.
1Cor 3,16 Non sapete che siete tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? 1Cor 12,6 vi sono diverse attività, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti. 1Cor 15,28 E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anch'egli, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perché Dio sia tutto in tutti.

Chi può riconoscere un fiore in un campo fiorito? ( impossibile ) Ma voi, VOI non siete fiori : VOI siete PRIMAVERA.
VOI non siete religione,..fiori annunciatori, annuncio del Nuovo, VOI siete il NUOVO che è già arrivato, la PRIMAVERA.

E' nel SUO giardino ( la Sua Chiesa che è oltre i confini visibili delle varie chiese ) la PRIMAVERA stessa è UN UNICO FIORE .
Difficile riconoscere un fiore in un campo fiorito ma impossibile non riconoscere che è fiorito un Campo Intero, VOI, la Sua CHIESA!

- Perchè nella maggioranza degli uomini la fede,nascosta,non fa che sonnecchiare?

Strade asfaltate, ampie e liscie , percorrono la terra in ogni senso. E' la follìa che le cavalca. Vi sono molte, molte strade. Non stupirti se l'uomo ha dimenticato la strada piccola e stretta, la sola!. La FOLLIA risucchia ogni forza ( ogni risorsa a disposizione dell'uomo). Cos'è la FOLLIA? LA FORZA SACRA CHE LANGUE IN PRIGIONE. Ma a VOI è dato di mostrare LA VIA ( la stretta, l'UNICA).
- Perchè così pochi riconoscono la loro vocazione?

NON ASCOLTANO IL RICHIAMO . La VOCE PIU' PURA parla invano se non c'è nessuno che l'ASCOLTA. .. Per udire il Richiamo è necessario il Nuovo orecchio. .. VOI SIETE PRIMAVERA! ( Il NUOVO ) Al vostro contatto nascono Nuovi Orecchi, Nuove Mani, Nuovi Occhi. SBOCCIA IL NUOVO ! .. VOI non siete ..fiori ... VOI SIETE PRIMAVERA!
I discepoli della LUCE non sono semplici Suoi fiori ( Uomini sbocciati ) : essi sono "Primavera" cioè sono essi stessi il principio soprannaturale che fa sbocciare continuamente nuovi fiori-Uomini ( sono evangelizzatori).

Non annunciate il Nuovo, ma : Udite , guardate... Create! Il NUOVO.
I discepoli inviati ( apostoli) di Gesù partecipano del Suo Spirito e con la loro Parola ( voce+VOCE) comunicano lo Spirito Vivificante a chi li ascolta così che comprenda e sboccino nuovi Fiori.

Le OPERE dell'UOMO, il NUOVO.
(*Coll.20 Lili) e voi vedrete e udrete e creerete. Vedere , udire e fare-creare.Questo il COMPITO. Il NUOVO.


Udire la Parola-Voce
Anche la voce ha un Corpo e si porta dentro altra VOCE: La Voce inaudibile che è immortale, perché non e più Corpo. I battezzati , l'Uomo Nuovo, hanno Nuovi Orecchi per udire l'inudibile, la Parola segreta.

Gv 6,63 la carne non giova a nulla;
la voce del corpo
le parole che io vi ho detto sono Spirito e sono Vita.
in esse parla la Voce dello Spirito che è Vita , eterna.


La VOCE DELLO SPIRITO non è una voce prodotta dal corpo , è inaudibile ed è immortale ( diversamente dalla voce umana che è mortale come il corpo) , ma per udirla è necessario il NUOVO ORECCHIO .

Anche la Voce dell'UOMO , come quella di Gesù e degli apostoli è il Nuovo Suono , una voce umana ( come quella di Gesù) nella quale agisce un'altra VOCE, lo Spirito inaudibile ed eterno.Vedere l'UOMO.
Lc 10,23 E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete.
Gv 20,29 Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».Non hanno visto con gli occhi della carne ma hanno visto con i Nuovi Occhi creati in loro dalla Spirito, comunicato da Gesù con la Parola.

L'UOMO ha Nuovi Occhi per vedere l' invisibile ,

Fare la Nuova Creazione
La religione di Dio , il giudaismo di quell'epoca , non ha dato la capacità di ascoltare la VOCE , di vedere il NUOVO e crearLo, anzi è stata un ostacolo : e può esserlo ancòra!.

Mt 15,14 Lasciateli stare!
Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!».

Nell'UOMO tutto è Nuovo : è necessaria una Mentalità Nuova, una Conversione di mentalità al Nuovo ( metanoia). Lc 11,28 «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».
Mt 7,21 Non chiunque mi dice: «Signore, Signore», entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.

La beatitudine di coloro che ascoltano, vedono e fanno la VOLONTA', il PROGETTO, l'UOMO, è la beatitudini possibile solo agli UOMINI.
L'UOMO ha Nuove Mani per creare il Mondo Nuovo in Comunione di Spirito con il Creatore.

IL NUOVO CAMMINO : la via stretta , il DARE. (*Coll. 84 )- Adamo erra ancora senza ragione e senza scopo. Ha ricevuto occhi luminosi. ma non vede il Cammino, la Verità, la Vita perché i suoi occhi sono stati chiusi dal peccato. Adamo. concepito nella serenità e ingannato dal serpente, é adesso cieco, morto.
Dio è infinito e rispetto a Lui il mondo materiale è piccolo, infinitesimale. La percezione dell'uomo : vede grande la sfera della Materia e non vede il Nucleo che è infinitesimale in cui abita l'Infinito.

Solo diventando UOMO tutto appare per ciò che realmente è. Rovesciamento di visione, cambiamento di mentalità, conversione . Mt 4,17 Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». Mc 1,15 e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». At 2,38 E Pietro disse loro: «Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo. At 3,19 Convertitevi dunque e cambiate vita, perché siano cancellati i vostri peccati

(*Coll. 84 ) Ascolta! L’antico occhio vede grande ciò che e vicino e piccolo ciò che è lontano. L'occhio dell' uomo vede il mondo materiale e gli appare " grande" ma il Nucleo, LUI, ciò che fa sussistere il tutto, non lo vede , perchè è infinitesimale, "piccolo" .

(*Coll. 84 )Tu continui a vedere grande il piccolo. Ecco cosa t'inganna.
Per questo la religione continua a cercare Dio : perchè non Lo vede.


(*Coll. 84 ) Guarda Con il Nuovo Occhio, mio servitore, e piccolo diverrà ciò che è vicino, grande il lontano. Quando il Nuovo Occhio LO vede allora apparirà piccolo, infinitesimale ciò che circonda l'UOMO mentre la SUA grandezza che prima appariva infinitesimale, invisibile, apparirà grande, vicina, chiara.

(*Coll. 84 ) SE LUI E 'GRANDE IN TE, OGNI COMPITO E PICCOLO, MINIMO, FACILEe allora il COMPITO , creare il Mondo Nuovo //diventare UOMO, apparirà piccolo, minimo, facile da compiere..



(*coll. 68) La Vostra bocca, nel parlare, la vostra mano, nell’agire, saranno ormai pure. Il NUOVO ATTO dell'UOMO , tutto ciò che Egli "concepirà" saranno Puri : non offuscheranno -come fa il peccato- la sua " visione".

Mt 15,11 Non ciò che entra nella bocca rende impuro l'uomo; ciò che esce dalla bocca, questo rende impuro l'uomo!». .. 18 ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore. Questo rende impuro l'uomo. 19Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie.

Purezza significa che ogni cosa è al suo posto, non ci saranno più confusioni e quindi atti confusi che decreano la materia e la storia.

IL MOVIMENTO DELLA NUOVA CREAZIONE : DARE.(*Coll.20.Lili) Cos’e il MOVIMENTO? Ciò che esiste di più grande.
"Gli enti naturali hanno in se stessi il principio del mutamento"
( Aristotele).

Creazione è il nuovo : mutamento, trasformazione, movimento.(*Coll.20.Lili) La Crescita non è ancora movimento. il vento non è ancora movimento; il fluire delle acque non è movimento ancora; l'erosione non è ancora movimento; e nemmeno ancora lo è il cammino delle stelle. Tutto ciò non è che conseguenza. Tutto ciò non è che inerzia. Ogni movimento sotto l’imperio della fame, del freddo, del desiderio non è che costrizione. Ciò che appare nella creazione e che si manifesta come movimento : nel vento, nella crescita delle piante , nel fluire dell'acqua etc, in tutte le trasformazioni visibili non è "il" Movimento, il Principio che muove la creazione-storia: sono solo apparenza.

Questi fenomeni sono conseguenze, effetti inerziali . Ogni atto umano è movimento e se è conseguenza di un bisogno da colmare , è solo inerzia consequenziale della Necessità ( la Materia, l'1) : " prendere".


La Necessità della Materia ( l'1) , ogni Necessità materiale è Costrizione ; essa imprigiona la capacità dell'uomo di diventare Uomo e creare il Mondo Nuovo.

Solo Lui ( il 7) lo Spirito, unendosi alla Materia ( l'1) la libera dalla costrizione della Necessità.


L'UOMO è liberato dallo SPIRITO dalle necessità materiali.Come?

Mt 6,25 Perciò io vi dico:
non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? Lc 12,22 Poi disse ai suoi discepoli: «Per questo io vi dico: non preoccupatevi per la vita, di quello che mangerete; né per il corpo, di quello che indosserete. Lc 12,29 E voi, non state a domandarvi che cosa mangerete e berrete, e non state in ansia:
Mt 6,32 Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.
Mt 6,8 Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.



Le folle seguonoGesù in una zona desertica, è notte : richiamo all'esodo di Israele dall'Egitto. Temi : il pane quotidiano, la manna e la Legge che fonda l'assemblea di Dio.

Nella Nuova Asseblea di Dio, la Sua Chiesa , Gesù è la Nuova Manna, il Pane che DA' la VITA . Assimilando Gesù l'UOMO accetta di DARE tutto se stesso per comunicare la VITA.

Giustizia e abbondanza erano segni attesi dell'era messianica ( Is 65,17ss).

Gesù pone i discepoli di fronte al problema della sussitenza di coloro che lo seguono nel suo esodo.

La sua comunità si impegnerà nella amministrazione dei beni che riceve da Dio ( materiali e spirituali) per la beatitudine di tutti. Amministrare implica anche produzione e condivisione : " voi stessi date loro da mangiare".


Lc 9, 12Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». 13Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare».

DARE è la LEGGE della VITA .


(*Coll 28 Lili) L'uomo infame , anche lui è uomo, perchè può " dare".Anche l'uomo ( il più infame) può creare se diventa uno-con-LUI. LUI è il " DA' " e anche l'uomo più infame , quando " ", crea.

Il DARE unisce chiunque a COLUI che solo DA', perchè Gli assomiglia. ... Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». [ Mc 6,37 Ma egli rispose loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Gli dissero: «Dobbiamo andare a comprare duecento denari di pane e dare loro da mangiare?» ][Mt 14,16 Ma Gesù disse loro: «Non occorre che vadano; voi stessi date loro da mangiare». ] 14C'erano infatti circa cinquemila uomini. Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». 15Fecero così e li fecero sedere tutti quanti. 16Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. 17Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.

DIO E' COLUI CHE DA' , INCONDIZIONATAMENTE, INCESSANTEMENTE : QUESTO E' IL MOVIMENTO CREATIVO. DIO CREA, DANDO.

L'UOMO CHE "DA'" MOSSO DALLO SPIRITO E' LIBERATO DA OGNI "NECESSITA" ' DELLA MATERIA .

Mt 6,25 Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito?
Mt 6,31
Non preoccupatevi dunque dicendo: «Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?».
Mt 6,34
Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena.
Lc 12,11 Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità,
non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire,
Mc 13,11 ma dite ciò che in quell'ora vi sarà dato: perché non siete voi a parlare, ma lo Spirito Santo.



(*Coll.20.Lili) Ma tu, tu sai già muoverti.. L' UOMO è già capace di Movimento, di Nuova creazione. Il suo compito : DARE. Dando , l'Uomo mette in Movimento la Nuova Creazione.

(*Coll.20.Lili) Nuova creazione: non più prigionia ( della FORZA, prigionia che è FOLLIA) , ma LIBERAZIONE. Nell'UOMO il Germe di Vita divina è il DARE.

L'ATTO LIBERO è LIBERA-AZIONE e LIBERAZIONE: libera dalla Necessità liberando la Forza.

L' ATTO LIBERO DA OGNI NECESSITÀ, COSTRIZIONE, INERZIA, " PRIGIONIA" è LA LIBERA-AZIONE , LIBERAZIONE DELLA FORZA .(*Coll.20.Lili) Non esiste altra libertà, così ogni movimento sarà il Movimento e non languente prigionia. Nel Mondo Antico l'uomo è schiavo: agisce per paura, per dovere, per piacere, per convenienza, vantaggio, per gioco, per amore, per odio, per legge (religiosa, civile, istinto, etc.).

Il maligno vi si insinua e lo acceca ( non vede più la Luce), lo rende sordo (al Richiamo) , diventa zoppo ( è guidato da bene e male)... Nel suo pensiero, nella sua parola si è nascosto il maligno , lui lo guida e l'uomo è suo schiavo.

(*Coll.20.Lili) Solo il vero Movimento libera. Solo l' Atto libero , il "DARE" libero che LIBERA LA FORZA DELL'UOMO, libera l'uomo da ogni schiavitù" .

La necessità, ogni necessità materiale o spirituale, è una schiavitù. Il DARE dell'UOMO è libera-azione e liberazione della FORZA . Questa mette in movimento la liberazione dalla Necessità.2Cor 3,17 Il Signore è lo Spirito e, dove c'è lo Spirito del Signore, c'è libertà.

Il Nuovo Movimento, ciò che " mette in movimento" la NUOVA CREAZIONE è il DARE.(*Coll.20.Lili) L’ATTO LIBERAMENTE ACCETTA TO , QUESTO E' MOVIMEN TO Accettando liberamente l'ATTO del DARE che il il Germe Divino gli " lancia" dal Suo Cuore, l'UOMO mette in Movimento la Nuova Creazione, crea il Mondo Nuovo.


(*Coll.20.Lili) La mano che aiuta, questo é movimento; l'occhio che irraggia, questo é movimento; l'elevarsi della materia in nuove dimore, questo é Movimento.


L'UOMO CHE AIUTA ,
L'UOMO CHE IRRAGGIA ,
L'UOMO CHE SI ELEVA A LUI PER AGIRE CON LUI
LIBERO DA NECESSITA',
E' IL "MOVIMENTO", NUOVA CREAZIONE.

(*Coll.20.Lili) I muscoli sono invano, i tendini sono invano, le ossa sono invano. I tendini diventano corda, e le ossa bastoni, i nervi, fruste, la giovinezza ( diventa ) perversione. Tutti i movimenti del corpo fatti con i muscoli i tendini e le ossa ( ginnastiche, yoga, tai-chi, euritmia, fitness, etc.) non danno nulla di Nuovo all'uomo ( muscoli tendini e ossa diventano come corde bastoni e fruste che percuotono il loro schiavo) .

L' uomo, con tutti i movimenti possibili del corpo non può crescere e compiersi come UOMO .Gb 20,11 Le sue ossa erano piene di vigore giovanile, con lui ora giacciono nella polvere.

(*Coll.20.Lili).. ( insegna il DARE e..) i corpi rinasceran no, risorgeranno dalla tomba, I corpi degli uomini "rinascono" non con la ginnastica o lo yoga ma quando diventano UOMINI in virtù dello Spirito che - entrando in essi, nei muscoli, nei tendini, nelle ossa- li risorge dalla tomba che li tiene prigionieri ( la schiavitù-necessità-dovere..) così che possano AGIRE da liberi e creare il MONDO NUOVO.

Il Padre è Colui che eternamente e solo " DA'". Gv 17,22 E la gloria che tu hai dato a me, [Padre] io l'ho data a loro, perché siano una sola cosa come noi siamo una sola cosa. 24 Padre, voglio che quelli che mi hai dato siano anch'essi con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria, quella che tu mi hai dato; poiché mi hai amato prima della creazione del mondo.

Il Figlio è Colui che agisce uno-con-LUI, cioè eternamente e solo " ". Lo Spirito è il DATORE di tutti i beni per l'UOMO.Mt4,23Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. 24La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì. 25Grandi folle cominciarono a seguirlo dalla Galilea, dalla Decàpoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano.

L'UOMO è colui che agisce uno-con-LUI, cioè che solo " ".At 1,8 riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra». Mt 10,8 Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente DATE.

"Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente DATE."
Per l'UOMO, il DARE è il vero movimento che lo fa crescere e stare in Salute; lo LIBERA da ogni costrizione del corpo.( analogia con : tensione, contrattura) Il frutto sarà l'UOMO glorioso, definitivo

(*Coll.20.Lili) ché tutti sono morti, tutti sono morti... ..Difficile per loro accettare questo fatto! Tutti gli uomini che non sono liberi nel loro Nuovo Movimento creativo sono morti, destinati al fallimento, ma loro non accettano questo.

(tu) Lo accetti? Accetti TU il Vero Movimento, il " DARE"? Lo accetti?

L'uomo che ascolta il Richiamo del DARE sente sempre di più l'urgenza dell'ATTO LIBERO che è LIBERAZIONE dalla Necessità e da ogni altra Schiavitù. Ma da dove cominciare?

1-il VOTO

Il VOTO è la vera risposta di FEDE a Gesù.

Lc 1,53 DIO ..ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Lc 18,22 Gesù gli disse: «Una cosa ancora ti manca:
vendi tutto quello che hai, distribuiscilo ai poveri e avrai un tesoro nei cieli; e vieni! Seguimi!».

Lc 12,33 Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non consuma.

Lc 18, 24 disse: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio. 25È più facile infatti per un cammello passare per la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel regno di Dio!». 26Quelli che ascoltavano dissero: «E chi può essere salvato?». 27Rispose: «Ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio». 28Pietro allora disse: «Noi abbiamo lasciato i nostri beni e ti abbiamo seguito». 29Ed egli rispose: «In verità io vi dico, non c'è nessuno che abbia lasciato casa o moglie o fratelli o genitori o figli per il regno di Dio, 30che non riceva molto di più nel tempo presente e la vita eterna nel tempo che verrà».

Lc 19, 8Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto». 9Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch'egli è figlio di Abramo. 10Il Figlio dell'uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».

cf.: Francesco d'Assisi, UOMO di FEDE.

Che cosa mette in Movimento la Creazione del Nuovo Mondo?Gv 6, 28Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?»
L'uomo è interessato a conoscere " cosa deve fare" per Dio. Non si fida , vuole sapere prima e valutare se gli conviene o no.
29Gesù rispose loro: «Questa è l'opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».

L'unica " opera" che Dio chiede all'uomo è quella della fede I giudei volevano da Gesù un miracolo che lo rendesse credibile ai loro occhi .

Gv 6,30Allora gli dissero:
«Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai?
31I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: Diede loro da mangiare un pane dal cielo». 32Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma
è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero. 33Infatti il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la Vita al mondo». 34Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane».
35Gesù rispose loro:
«Io sono il pane della Vita;
Gv 6, 48
Io sono il pane della Vita. [zoe, eterna] 49I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; 50questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. 51Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la Vita del mondo». 52Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?». 53Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la Vita. 54Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha
[ dopo 2000 anni ancora si dice nelle diverse chiese " avrà" correggendo Gesù con una dottrina ingannevole]

la vita eterna // e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.
55Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. 56Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. 57Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. 58Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

Gesù verrà dato all'UOMO come Pane di Dio che dona la Vita (eterna) , ogni giorno, continuamente . Nutrendosi di questo Pane l'UOMO si compie per essere poi UOMO DEFINITIVO nella morte-risurrezione .

(*Coll.20.Lili) Sai tu cos’é che mette in Movimento? PRONUNCIA QUESTA PAROLA: “Accetto.” .Ciò che mette in movimento il DARE e la NUOVA CREAZIONE è il VOTO. L'uomo non capisce fine in fondo il VOTO perchè sempre vuole prima capire e poi agire.

Il VOTO è la FEDE.Qual è l'ATTO DI FEDE più VERO, PURO? La parola "accetto" è il VOTO che esprime la FEDE in Colui che DA' e lancia ogni Movimento, ogni Atto della Nuova Creazione. (*Coll.20.Lili) La forza del voto trova origine in te, la parola del voto é seme seminato nel cielo, che reca frutti e su te ricade moltiplicato. Ne avrai da distribuire, mio servitore.’ La semina degli uomini nella TERRA è incerta , non sempre dà frutto e con il tempo la terra si dissecca, esaurisce la sua fertilità.

Prima o poi i frutti terrestri finiscono e con essi l' uomo.

Il VOTO è FEDE, un parola data , seminata nel Cielo, in Dio. Questa Semina produce Frutto. Dà frutti sovrabbondanti , inesauribili.(*Coll.20.Lili) La vera parola ( data) sale fino al SUO Volto e ridiscende su di te come FORZA. L'unica " opera" che Dio chiede all'uomo è quella della fede . La FEDE in Gesù non si attua con l'osservanza di comandamenti, precetti, consigli spirituali, etc. Si attua con il VOTO: "ACCETTO di compiermi come UOMO".

L‘UOMO SEMINA SOLTANTO NELLA TERRA, PER QUESTO LA TERRA SI DISSECCA.Colui che semina in Dio avrà Frutto.

58 chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete,

Non mancherete di nulla. Ve lo dico con certezza.
mai!



Puoi capire l'incompren sibile? No. Ansimando, la mente si ferma dove incomincia la fede. Non può mai raggiungerla. La mente non può elevarsi fino al Cielo, perché è di questo mondo. Non si può comprendere umanamente tutto ciò con la mente : essa è materia ( pesante) e non può da se stessa raggiungere lo Spirito .

La mente si ferma di fronte al Richiamo e risponde con il VOTO, la FEDE : ACCETTO.

Eccomi Secondo l'AT:
L'«Eccomi di Dio a favore » Is 65,1 Mi feci ricercare da chi non mi consultava, mi feci trovare da chi non mi cercava
. Dissi: «Eccomi, eccomi» a una nazione che non invocava il mio nome.
Is 58,9 .... invocherai e il Signore ti risponderà, implorerai aiuto ed egli dirà: «Eccomi!».
Is 29,14
perciò, eccomi, continuerò a operare meraviglie e prodigi con questo popolo;
perirà la sapienza dei suoi sapienti e si eclisserà l'intelligenza dei suoi intelligenti».

«L'Eccomi di Dio contro » Ez 13,8 Pertanto dice il Signore Dio [ ai profeti falsi in Israele]: Poiché voi avete detto il falso e avuto visioni bugiarde,
eccomi dunque contro di voi, oracolo del Signore Dio.
Ez 34,10 Così dice il Signore Dio: Eccomi contro i pastori: a loro chiederò conto del mio gregge e non li lascerò più pascolare il mio gregge, così non pasceranno più se stessi, ma strapperò loro di bocca le mie pecore e non saranno più il loro pasto.
Ez 25,7 per questo, eccomi: io stendo la mano su di te e ti darò in preda alle genti; ti sterminerò dai popoli e ti cancellerò dal numero delle nazioni. Ti annienterò e allora saprai che io sono il Signore.
Is 52, 4Poiché dice il Signore Dio: «In Egitto è sceso il mio popolo un tempo, per abitarvi come straniero; poi l'Assiro, senza motivo, lo ha oppresso. 5Ora, che cosa faccio io qui? - oracolo del Signore. Sì, il mio popolo è stato deportato per nulla! I suoi dominatori trionfavano - oracolo del Signore - e sempre, tutti i giorni, il mio nome è stato disprezzato. 6 Pertanto il mio popolo conoscerà il mio nome,//
comprenderà in quel giorno che io dicevo: «Eccomi!»
Na 2,14 'Eccomi a te [Ninive]- oracolo del Signore degli eserciti -: manderò in fumo la tua moltitudine e la spada divorerà i tuoi leoncelli. Distruggerò dalla terra le tue prede, non si udrà più la voce dei tuoi messaggeri'. Na 3,5 'Eccomi a te - oracolo del Signore degli eserciti -: alzerò le tue vesti fin sulla faccia e mostrerò alle nazioni la tua nudità, ai regni le tue vergogne.
Ez 26,3 ebbene, così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te, Tiro.
Manderò contro di te molti popoli, come il mare solleva le onde,
Ez 28,22 Annunciale:
Così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te, Sidone,
e mostrerò la mia gloria in mezzo a te. Si saprà che io sono il Signore ..
Ez 29,3 Parla dunque dicendo:
Così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te, faraone, re d'Egitto;
grande coccodrillo, sdraiato in mezzo al Nilo, hai detto: «Il Nilo è mio, è mia creatura».
Ez 29,10
Ebbene, eccomi contro di te e contro il tuo Nilo.
Io farò dell'Egitto, da Migdol fino a Siene, fino alla frontiera d'Etiopia, una terra deserta e desolata.
Ez 30,22 Perciò così dice il Signore Dio:
Eccomi contro il faraone, re d'Egitto:
gli spezzerò il braccio ancora valido e gli farò cadere la spada di mano.
Ez 35,3 Annuncerai: Così dice il Signore Dio: Eccomi a te, monte Seir,
anche su di te stenderò il mio braccio e farò di te una solitudine, un luogo desolato.
Ez 38,3
Così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te Gog, capo supremo di Mesec e Tubal;
Ez 39,1 E tu, figlio dell'uomo, profetizza contro Gog e annuncia:
Così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te, Gog, capo supremo di Mesec e Tubal.

La fede: l' Eccomi dell'uomo a Dio (Testo CEI2008) Gen 22,1 Dio mise alla prova Abramo e gli disse: «Abramo!». Rispose: «Eccomi!».
Gen 22,11 l'angelo del Signore lo chiamò dal cielo e gli disse: «Abramo, Abramo!».
Rispose: «Eccomi!».
Gen 31,11 L'angelo di Dio mi disse in sogno: «Giacobbe!».
Risposi: «Eccomi».
Gen 46,2 Dio disse a Israele in una visione nella notte: «Giacobbe, Giacobbe!».
Rispose: «Eccomi!».
Es 3,4 Il Signore vide che si era avvicinato per guardare; Dio gridò a lui dal roveto: «Mosè, Mosè!».
Rispose: «Eccomi!».
1Sam 3,4 Allora il Signore chiamò: «Samuele!» ed egli
rispose: «Eccomi»
Tb 6,11[l'angelo] Raffaele disse al ragazzo: «Fratello Tobia!».
Gli rispose: «Eccomi».
Is 6,8 Poi io udii la voce del Signore che diceva: «Chi manderò e chi andrà per noi?».
E io risposi: «Eccomi, manda me!».
At 9,10 C'era a Damasco un discepolo di nome Anania.
Il Signore in una visione gli disse: «Anania!».
Rispose: «Eccomi, Signore!».

Eccomi, io vengo a fare la tua volontà
Sal 40,7 Sacrificio e offerta non gradisci, gli orecchi mi hai aperto, non hai chiesto olocausto né sacrificio per il peccato. 8 Allora ho detto: «Ecco, io vengo. Nel rotolo del libro su di me è scritto 9 di fare la tua volontà: mio Dio, questo io desidero; la tua legge è nel mio intimo».
Sal 143,10
Insegnami a fare la tua volontà, perché sei tu il mio Dio. Il tuo spirito buono mi guidi in una terra piana.

Nel NT:

Eb 10,7 Allora ho detto: «Ecco, io vengo - poiché di me sta scritto nel rotolo del libro - per fare, o Dio, la tua volontà
Eb 10,9 [Gesù disse :] Ecco, io vengo a fare la tua volontà. Così egli abolisce il primo sacrificio per costituire quello nuovo.
Mt 26,42 Si allontanò una seconda volta e pregò dicendo: «Padre mio, se questo calice non può passare via senza che io lo beva,
si compia la tua volontà»
Lc 1,38Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei.
Mt 6,10 Quando pregate dite : sia santificato il Tuo Nome venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.

(*Coll.20.Lili) SOLO L’ATTO LIBERAMENTE ACCETTA TO AIUTA. NIENTE ALTRO. L'ATTO liberamente accettato con il VOTO: solo questo grado dell' Essere , il 4°, è AIUTO, Nuova Creazione, Storia di salvezza.

.(*Coll.20.Lili)..che il miracolo non sia in te, ma attraverso di te. Poiché tu non sei fiore ma Primavera. II miracolo appare nel fiore; ma chi può afferrare la Primavera? Dov’è la Primavera? Se tu sei miracolo sei fiore, uno fra gli altri. Ogni UOMO non è solo un miracolo dello Spirito ( un Fiore) ma -come Gesù, in Gesù- è Colui attraverso il quale lo Spirito fa miracoli : si comunica agli uomini perchè diventino UOMINI.

Per questo l'UOMO è chiamato ad AGIRE , " DARE". L'UOMO in quanto dotato dello Spirito è un principio dinamico di creazione-salvezza nella storia : è " PRIMAVERA" , il principio dinamico che fa sorgere i Fiori-UOMINI.

Se l'UOMO si considera un miracolo ( fiore) e non un Principio di miracoli ( Primavera) rimane un fiore fra tanti. E tutto finisce lì. Chi creerà il Mondo Nuovo? Si possono cogliere i fiori ma quale mente umana può "cogliere" la Primavera? Impossibile.

IL CAMMINO DI FEDE(* Coll. 21. Gitta ) Siete già abbastanza forti, lasciatevi penetrate dalle mie parole!
Per il passo che segue non vi e più sentiero praticabile . La strada finisce qui. Non vi è nemmeno acqua dove posare il piede.
Il BAMBINO ( l'UOMO appena nato) attraversa l'abisso che è in lui ( tra mondo creato e mondo creatore ) con la fede. La Parola è il Pane che lo fa crescere finchè camminerà da solo.

Il Bambino cammina sull'abisso : sotto di lui nè terra nè acqua, nulla . Non più cammina sulla terra , non più nuota nell'acqua (il sentimento religioso ) , non più vola nell'aria (con il pensiero ) .

Sotto di lui il Vuoto. Come fare il primo passo? Dove posare il piede? Su che cosa "basarsi"?
(* Coll. 21. Gitta ) E ' il primo passo del Bambino. Ma guai a voi se vi volgete indietro! E se in verità avete fede , il sentiero impraticabile porterà i vostri passi. E' la NUOVA TERRA. Sulla Nuova Terra che solo la FEDE gli fa vedere . Il PONTE. E il primo passo dell'UOMO neonato, il BAMBINO, è il VOTO: "Accetto questo grado dell'Essere .
Ma guai a voi se vi volgete indietro!

Se tornerete ad basarvi sul cammino del sentimento religioso, la religione, se darete fede alla pratica religiosa non crescerete come UOMINI, deperirete e tornere ad essere uomini.

L'UOMO E' COLUI CHE RICEVE LA VITA DIVINA DA GESU', LO SPIRITO DEL DARE , O CARITA' : SE NON DA' SEGNI DI QUESTA VITA L'UOMO NON CRESCE, DEPERISCE E TORNA uomo.Gv 15, 5Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla.
Gv 15,2Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia
[ dalla Vite, da Gesù].
4b Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me.

LA NUOVA CRESCITA
Che cosa è Chiamato a "fare" l' UOMO ?
(* Coll.31) " L’animale vive [ si muove] in un cerchio che si chiama “ se stesso”. Il compito dell’animale è centrato su se stesso. Esso si rallegra solo ciò che gli appartiene: la sua aria, il suo cibo, il suo cucciolo.
Se ha la salute si rallegra di ogni cosa. Vive in un cerchio che si chiama : se stesso. Poiché tutto accentra su se stesso: creatura. ...l’animale ha fame, si sazia e questo gli basta. "


Tutti gli uomini sono corpo animale e la loro vita si svolge nel procurarsi il cibo, il riparo, per la riproduzione, la salute, etc.

Sono centrati su un nucleo di bisogni essenziali di sopravvivenza ( la loro natura animale).

Ma soddisfano anche bisogni essenziali come la conoscenza, l'espressione, la religiosità, lo svago, etc ( la loro natura spirituale) .

Questo perchè gli uomini non sono chiusi su istinti, ma -pur avendo dinamismi involontari- sono esseri autocoscienti capaci di autodeterminarsi liberamente.

Gli esseri umani hanno una vita//vitalità di natura spirituale ( greco : psichè) , un'anima. Sono spiriti aperti alla trascendenza ( il Sacro) e lo manifestano nella loro religiosità costitutiva .

Invece gli Uomini...

(* Coll.31) " Nell’Uomo è il contrario: l'Uomo non è centrato su se stesso, egli  sente una chiamata a realizzarsi oltre il cerchio dei suoi bisogni, oltre se stesso.
(* Coll.31) l’uomo è colmato ( di LUCE) La sua anima ha ricevuto la Pienezza Spirituale che lo colma di una gioia di vivere soprannaturale che non dipende cioè dalla soddisfazione dei suoi bisogni e desideri. L'Uomo è colmato di Spirito .. .... è UNO con lo SPIRITO, è INTERO ...

.(* Coll.31) ..e irraggia ...e irraggia la sua Pienezza di Vita : Carità radiante.



Il LIBERO DARE.






(* Coll.31) .. la vostra misura la vostra gioia
la misura//quantità di Spirito , quella che ricevete e accogliete in voi , quella è la misura della vostra gioia di vivere .

(* Coll.31) sono ciò che irraggiate aldilà del cerchio. .. tanto più ne irraggiate ( di Spirito//Gioia ) tanto più ne riceverete da Dio


Atti 20, 35In tutte le maniere vi ho mostrato che i deboli si devono soccorrere lavorando così, ricordando le parole del Signore Gesù, che disse: «Si è più beati nel dare che nel ricevere!»».A.Maggi, Di questi tempi, Milano 2018.

" Per il NT .. la felicità non è un'utopia , una chimera smpre rincorsa e mai raggiunta , bensì una possibilità concreta alla porata di tutti. Se la felicità dipende da quel che si riceve, si rischia di consumare l'esistenza sempre amareggiati, perchè gli altri non hanno saputo rispondere ai bisogni , ai desideri per i quali si è atteso invano una risposta. Ma se la felicità consiste invece in quel che si dona , questa può essere possibile, immediata e piena; anzi, più si DA' e più si è felici perchè il Pdre non si lascia vincere in generosità e regala VITA a chi dona amore : Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più ( Mc 4,24; Lc 12, 31). "

Mistero, rovesciamento : DANDO SI RICEVE! .. Maestro, con Te , anche noi non cerchiamo tanto di essere consolati, quanto di consolare; non di essere compresi, quanto di comprendere; non di essere amati, quanto di amare. Poiché dando si riceve, perdonando si è perdonati, morendo si risuscita a Vita Eterna.

( Preghiera Semplice. S. Francesco)

IL NUOVO ATTO
(*Coll.54) Il Fuoco oggi ricevuto le fa fondere. Si uniscono. L’ATTO é nato Nell'UOMO la Nuova Immacolata Concezione ( il 4) concepisce l'ATTO. L'Amore Eterno tra lo Spirito e la Materia , nella Nuova Pentecoste , riscatta la Materia dalla morte ( la Necessità) .

L'ATTO dell'UOMO , IL NUOVO ATTO, è concepito nella CONASCITA di Materia e Spirito, nel segreto del CUORE NUOVO, il 4° grado dell'essere. (*Coll.54) Non vi smarrite! ECCO che non avete più bisogno di fare! Il vostro Atto è: Concezione. Non si puo concepire che nel segreto L'UOMO non deve chiedersi più cosa deve fare : nel Silenzio, nel segreto , nel Cuore Nuovo è concepito l'ATTO.

Il NUOVO ATTO è "CONCEZIONE"


(* coll. 83) Spirito e materia, morte e vita, divengono UNO.Nell'UOMO, fusione di Materia e Spirito, la vita bios-psiche ( creata) e la Vita-zoe ( Creatrice) sono UNO.


(*) Colloquio 39) Ascolta. Il tuo segno è il triangolo, il "Tre" : (1) Materia ... (2) Forza ( Spirito- Amore) ... e (3) Colui che agisce... Come ( il Tre) diviene Quattro? Cos'è il Quattro? .« L'ATTO » La Materia è compito creazione , la Forza ( lo Spirito-Carità) è mezzo, EGLI ( il Padre ) è COLUI CHE AGISCE
La FEDE è il PONTE per lo SPIRITO.

Nell'UOMO agiscono i 7 PRINCIPI uniti : Equilibrio, armonia.

Il NUOVO ATTO, la CONCEZIONE ( nel Cuore Nuovo) è il Movimento autenticamente UMANO.

( * Coll.64 ) Colui che Concepisce partorirà. ( partorirà l'ATTO) (* coll. 83) I due Amanti sono scaturiti da LUI, che [ PADRE] eternamente "porta alla nascita "

Eternamente PADRE , LUI, agisce : porta alla nascita il NUOVO ATTO concepito nel Cuore di ogni Suo Figlio . (*Coll 65) Non tocca più a voi l'agire, LUI soltanto può agire. ..poichè la sola ragione di ogni Atto è il SUO sacro Disegno.


L' UOMO vive il suo grado di essere , il 4, quando "AGISCE con LUI".

Come?


La preghiera
Mt 6,6 quando tu preghi, entra nella tua camera,
la parola indica la "cantina" della coscienza,
chiudi la porta
allo spazio-tempo
e prega il Padre tuo,
che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
Mt 6,18 quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Ricompenserà : lett. Il Padre ti " servirà "

Mt 20,28 Come il Figlio dell'uomo, che non è venuto per farsi servire,ma per servire // e dare la propria vita
[vita qui è psiche : la persona attiva, vitale]
in riscatto per molti».
per suscitare in loro la fedeche li riscatta dalla morte in quanto DA' loro la VITA .

(*Colloquio 44) Le 7 anime sono la vostra Dimora. Sulla Prima poggiano i vostri piedi , le Sei vi avvolgono fino alla testa, al di sopra sta la Settima.Nell'UOMO le 7 anime agiscono tutte insieme :

1-LA VERITA' , E'
2-L'AMORE, CRESCE
3-IL RITMO, L' ARMONIA SONO MOVIMENTO.

4-LA NUOVA COSCIENZA, CONASCITA DI SPIRITO E MATERIA, IMMACOLATA CONCEZIONE, AGISCE, "CONCEPISCE" // CREA

5- IL SILENZIO, PARLA
6-LA FELICITA' TUTTO TRASCENDE.
7- LA CAUSA ULTIMA E' UN GRAN MISTERO , INESPRIMIBILE EBBREZZA E RAPIMENTO. PIENEZZA.
casa











(*Colloquio 64) Le 7 Forze sono vostre: PRENDETELE, MANGIATELE! MA AGITE! D A T E !
(*Coll.37-Lili) La sola Via lungo la quale la LUCE discende è : DARE. La Comunione ( con Lui) per voi non è ricevere ma DARE. Date ciò che è vostro, date VOI STESSI! Così verrà il 7 [ lo Spirito ] , credetelo!
(* Coll.31) ciò che per la pianta ( il 2) è  crescitanel vegetale la crescita è "preparazione a dare frutto"


(* Coll.31) e per l’animale ( il 3) movimento nell'animale , muoversi, darsi da fare per sopravvivere , riprodursi // dare frutto ...


(* Coll.31) Per l’UOMO ( il 4) è  "DARE" per l'Uomo crescere,dare frutto , diventare UOMO COMPIUTO, è "DARE" . Dio è Padre che " da" incondizionatamente. Essere suoi figli , vivere la condizione divina , significa assomigliarGli. Come Gesù. DARE.

La Nuova Natura di Uomo, il cristiano, è " dare" a somiglianza di Gesù e del Padre.Mt 5,45 affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli;
egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti.
LUI...dà incondizionatamente e solo " dà".
Gv 1, 18Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato.
Gv1,4
In lui era la Vita( // Spirito ) e la Vita era la Luce degli uomini; 5la Luce splende nelle tenebre ( irraggia) e le tenebre non l'hanno vinta. ... 9Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. ..11Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. 12A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, 13i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati. ...16Dalla sua Pienezza
Uomo Pieno , Compiuto
noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia.

(* Coll.31) dare è crescita, movimento, preparazione Dare, per l’uomo è crescita, movimento, preparazione.. a dare frutto cioè a compiere il suo essere Uomo in modo Pieno e Definitivo.

Ciò che colma// compie l’Essere , l' "uomo", come Uomo,  è il DARE .(* Coll.31) Il frutto è il Mondo Nuovoil frutto del DARE è l'Uomo Compiuto e Definitivo, l' Umanità Compiuta e Definitiva , il Regno di Dio, dove tutti " danno".

Chiunque vive " dando" incondizionatamente, condivide con Dio lo stesso Spirito. Assomiglia a LUI, è suo Figlio, Vive nella Sua Vita , è già nell'eternità. Ma non ancora definitivamente.1Gv 2,29 Se sapete che Egli è giusto, sappiate anche che chiunque opera la giustizia ( la Carità) , è stato generato da Lui.
1Gv 4,7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio:
chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio.
Rm 8,14 Infatti tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio.

Lc 4,18 Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l'unzione e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio
(che l'Uomo può diventare Figlio di Dio)
Mt 5,3 «Beati
i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.

I figli di Dio - coloro che senza pensare a vantaggi ( meriti ) dànno - si incontrano più tra i miseri che non tra i ricchi ma Gesù dona lo Spirito del Padre a tutti, anche ai ricchi che credono in Lui , che " lo prendono in parola" e questa è l'unica loro speranza di diventare Uomini-Figli : persone che vivono " dando".

Mt 3,17 Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'amato:
Lui è l'Uomo vero, compiuto , pieno di Spirito che dà se stesso incondizionatamente,
in lui ho posto il mio compiacimento».

Al ricco...

Mt 19,21 Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto
compiuto, un vero Uomo
va', vendi quello che possiedi, dallo ai poveri
da incondizionatamente a chi trovi nel bisogno e sperimenterai la gioia di Vivere, la Vita

e avrai un tesoro nel cielo;
un tesoro in Dio , sperimenterai lo Spirito, la Vita eterna
e
vieni! Seguimi! ».
ti darà la Vita eterna ti insegnerò tutto su come viverla nella mia chiesa della Carità per le Beatitudini.

I poveri sono ansiosi e disponibili per raggiungere una pienezza di vita definitiva ; i bambini sono ansiosi e disponibili di crescere e diventare uomini e donne in pienezza...

Lc 18,16 Allora Gesù li chiamò a sé e disse:
«Lasciate che i bambini vengano a me
e non glielo impedite;
a chi è come loro, infatti, appartiene il regno di Dio.

Il Regno di Dio, la Comunità della Carità per le beatitudini, la Chiesa di Gesù è per tutti coloro che accettano di diventare Uomini e Donne e Vivere in Pienezza .

Mt 18,3 e disse: «In verità io vi dico:
se non vi convertirete
a questa mentalità//progetto di Dio
// e non diventerete come i bambini,
convertirsi a Gesù, l'Uomo, è diventare come bambini ansiosi di diventare Uomini e Donne in Pienezza Definitiva.
non entrerete nel regno dei cieli.


L'Uomo , colmato dello Spirito di Dio, irraggia, , sempre. ANTICO E NUOVO (* Coll. 21. Gitta ) [ la FEDE ] E ' il primo passo del Bambino. Ma guai a voi se vi volgete indietro! E se in verità avete fede , il sentiero impraticabile porterà i vostri passi. E' la NUOVA TERRA. Ma attenti, nemmeno la FEDE vi aiuterà se portate con voi qualcosa di vecchio! Più del necessario, come piombo vi farà affondare nell'acqua . Il Nuovo Cammino, il Cammino di FEDE , è camminare sull'acqua, è Vita nello Spirito-Fuoco. La condizione per iniziare questo cammino è lasciare tutto ciò che appartiene al Mondo Antico. ( In primis la religione) . L'Antico è un dipiù, che si rivelerà presto un peso che fa affondare di nuovo nell'acqua del sentimento religioso.

Mt 9,16 Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo porta via qualcosa dal vestito e lo strappo diventa peggiore. Mc 2,21 Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. Lc 5,36 Diceva loro anche una parabola: «Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo su un vestito vecchio; altrimenti il nuovo lo strappa e al vecchio non si adatta il pezzo preso dal nuovo.

(*Coll.74) La campana suona l'antico rintocco, chiama alla chiesa. Aldilà dell'altare, aldilà della chiesa, là soltanto si trova il NUOVO. La chiesa è l'antica patria, bastione intorno ai sentimenti.
MATERIA e SPIRITO uniti nell'AMORE, l'UOMO, sono aldilà delle religioni (anche cristiane), delle chiese : mura di protezione del sentimento religioso. Con l'UOMO non c'è più nessuna breccia-abisso tra Mondo creato e Mondo creatore. La morte è vinta.
(*Coll. 75) L'eletto non si eleva, non affonda, ma cammina sul mare. La Grazia eleva al di sopra dell'acqua. La Grazia eleva al disopra dell'acqua ( sentimento religioso) e dell'aria ( dottrina, pensiero) . La Vita di Grazia è per l'eletto camminare sul mare , senza paure, senza affondare. ( Il mare nella cultura AT identificava l'ABISSO primordiale , tehom) .
Il Nuovo : NUOVA GRAZIA. NUOVA LEGGE. NUOVA CREAZIONE.

Il Bambino ( l'Uomo neonato che diventerà Uomo Compiuto) posa il piede, passo dopo passo, sulla Nuova Terra , poichè l'Abisso è scomparso. E' un sentiero impraticabile (invisibile e inconsistente) che con fede, Atto dopo Atto, l'UOMO percorre ( è impraticabile per l' uomo che non ha fede) .

(*Coll 65) Non tocca più a voi l'agire, LUI soltanto può agire. ..poichè la sola ragione di ogni Atto è il SUO sacro Disegno.Mt 14, 27 Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». 28Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». 29Ed egli disse: «Vieni!».
Pietro scese dalla barca,
si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. 30Ma, vedendo che il vento era forte, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». 31E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?».

Ma guai a voi se volgete lo sguardo indietro ! Lc 9,59 A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». 60Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va' e annuncia il regno di Dio». 61Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». 62Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all'aratro e poi si volge indietro è adatto per il regno di Dio».
Ma attenti, ché nemmeno la fede Vi aiuterà se portate con voi qualcosa di vecchio! Più del necessario, come piombo nell'acqua vi farà affondare!Se il Bambino comincia ad aver paura del vuoto ( dove si cammina solo con la fede) e torna a cercare un appoggio ( il vecchio, la religione , il mondo antico della Legge ) questo diventerà per lui come il piombo per chi nuota nell'acqua: lo farà affondare, nell'Abisso!
Vi rivelo un segreto. Siete arrivati alla fine della strada, e non c’e più strada. Guardate e, poiché guardate, non c’e niente su cui posare il piede. Il Bambino guarda sotto di sè, cerca un appoggio per il piede, non vede nulla, solo il vuoto , si spaventa e torna a camminare sul terreno che può vedere ( religione, tradizione, cultura, regole, leggi, etc.)

Così facendo lascia la Fede e non è più unito al Mondo Creatore, allo Spirito. L'UOMO affonda nell'Abisso , si degrada a uomo.

Le leggi del Mondo Antico non funzionano più nell'UOMO : l'eletto non ha bisogno di elevarsi ( ascesi religiosa) : è la Grazia che lo eleva , e lo fa camminare sul mare. L'UOMO è colmato dalla Grazia e non ha bisogno di chiedere :

Mt 6,8
il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.
//Mt 6,32 Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.

La NUOVA LEGGE, la NUOVA GRAZIA, la CONASCITA (di Materia e Spirito, il 4° grado dell'essere, il DARE ) tutto riempie : ogni cavità nel ventre della terra ( abisso) , sia sepolcro o cuore vuoto, bocca affamata di pane o mano che uccide. Ciò che è vuoto sarà colmato : colui che cerca (cercare esprime vuoto, carenza) , troverà. E tutto si compirà tramite LUI, che mai prende, che solo "DA'".

Agàpe è sostantivo ed agapào è verbo, essi indicano l’amore gratuito, generoso, universale ed assoluto,misericordioso, che si fa dono (ossia gratuità totale) che non va meritato, ma accolto per farlo fiorire in gesti d'amore verso gli altri.

L’amore agapico è lo Spirito che fa crescere come uomini spirituali, UOMINI. Gesù l'ha vissuto sempre : "In lui l'amore di Dio (Agape) è veramente perfetto" (1Giovanni 2,5). Ed è all'Uomo che bisogna guardare per imparare a vivere l'Amore.

"Come il Padre ha amato (Agapao) me, così anch’io ho amato (Agapao) voi" (Giovanni 15,9). "Nessuno ha un amore (Agape) più grande di questo: dare la sua vita ( psichè, esistenza attiva) per i propri amici" (Giovanni15,13).

Dio è Amore perché
1) ama chi non lo merita
2) non chiede nulla in cambio
3) perdona anticipatamente.

[ dizionarietto ]

L'UOMO ha bisogno di DARE : per l'UOMO il DARE è VITA. (*Colloquio 44) CHI DIVORA LA VITA, HA FAME IN ETERNO. CHI TRASMETTE LA VITA, PER SEMPRE AGISCE CON LUIIl Canto del 4 (*Coll.39) La tua Carenza ( mancanza ) e colmata. Il passato viene lasciato alle spalle. L’antico affonda. Se tu credi: il muro crollerà, e si aprirà il Cielo.All'uomo perchè diventi UOMO e possa compiersi definitivamente come tale manca lo Spirito. Quando il catecumeno pone la sua FEDE in Lui riceve lo Spirito egli diventa UOMO. La carenza è colmata.

L'uomo vecchio, il passato , sparisce, il mondo antico affonda , per la FEDE crolla il muro che separa la materia dallo Spirito, il Cielo si apre e viene lo Spirito.

La DANZA dell'UOMO (*Coll.39) Il tuo Atto è danza che lega Cielo e terra... ogni movimento è danza celeste. Io sono un Danzatore, e danzo per LUI. ( Tu) Danza per me e per LUI. Materia e Spirito si sposano e l'UOMO è nato. Ora la sua FEDE può compiere l'ATTO. Ogni ATTO dell'UOMO è danza celeste di angeli e serafini. DARE.


(*Coll.39)La tua mano è libera, il tuo piede ride. Io sono con te. Sulle nostre labbra lo stesso canto. Ogni canto si canta per LUI. Ogni danza si danza per LUI. Ogni raggio è un uccello che si slancia Verso di LUI. Ogni muro della Nuova Casa sta in piedi solo grazie a LUI. E ora verso LUI si leva il Canto del Quattro [ l'UOMO ].Ognuno possiede la chiave della porta -l'unica , la sola -che introduce nel 4° GRADO DELL'ESSERE : vivere la propria individualità come Compito .

(*Coll.35) RICONOSCERE IL COMPITO E' RIVELARE L'INDIVIDUALITA' NELLA SUA PUREZZA! L' Angelo incide nel cuore dell'UOMO:
“Cammina per la TUA strada. Sii indipendente, EGLI ti ha formato a mia immagine.

"
Se incide : I tuoi occhi sono fatti per irraggiare." questo è per fargli prendere coscienza della propria particolare individualità: vivere il 6 " irraggiare". Soltanto così può nascere il 4! Questi , DANDO-irraggiando, sarà nella sua vita quotidiana un fattore di Liberazione per una moltitudine di schiavi.

(*Coll.35) Tutto il resto non è che palliativo al dolore, che ha nome " troppo" o " troppo poco". Se l'angelo incide nel cuore : "sei amore traboccante" ( il 2) , vivendo pienamente il 2 , questi potrà realizzare il 4 : essere un fattore di Liberazione DANDO-amando.

Se incide : " sei pace e silenzio" ( il 5) , vivendo pienamente il dare silenzio potrà realizzare il 4 ed essere un fattore di Liberazione.

L'autogiudizio universale.
L' atteggiamento interiore di amore nella relazione con il prossimo ( per il Mondo Antico la Regola d'Oro) definisce la relazione con Dio e il suo Progetto che Gesù porta a compimento nell'Uomo , la salvezza.

Sal 118,20 Questa è la porta del Signore: per essa entrino i giusti
// Sal 41 , 2
Beato l'uomo che ha cura del debole

Gesù aveva promesso :

Mt10,40Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. 41Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. 42Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».
Mt 25,40 «In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me».

La " ricompensa" è la salvezza, cioè il COMPIMENTO come UOMO.

Mt 25 , 31Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. 32Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, 33e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. 34Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: «Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, 35perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, 36nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi». 37Allora i giusti gli risponderanno: «Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? 38Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? 39Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?». 40E il re risponderà loro: «In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me».

41Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: «Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, 42perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, 43ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato». 44Anch'essi allora risponderanno: «Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?». 45Allora egli risponderà loro: «In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l'avete fatto a me».

46
E se ne andranno:
saranno loro stessi ad andarsene : è l'autogiudizio in base alle "opere della fede"
questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».


Adorare Dio (*Coll.31 Gitta) Se lo adori, questo ti colma
L'adorazione riempie di LUI. E così si puo dare e crescere come Uomo fino alla Pienezza.

(*Coll.31 Gitta)L’adorazione. Altro non è che l’unione con Lui. AdorarLo non è recitare lodi o prostrarsi ai suoi simulacri ma essere UNO_CON_LUI

(*Coll.31 Gitta)Egli vi riempie in ogni tempo, pienamente Gesù colma l'uomo dello "Spirito del dare" , il Suo Spirito, la Carità ; lo riempie finchè " trabocchi" e il Cuore Nuovo lo " irraggi".

(*Coll.31 Gitta)... l’uomo è colmato ..irraggia e non basta mai. Questo è il segreto della Vita Eterna. Mentre la vita è "prendere per se stessi, accantonare, la Vita (eterna) è dare//irraggiare a tutti , incondizionatamente senza mai smettere, e questa è l'esperienza della Vita eterna.

(*Coll.31 Gitta) La possibilità di vivere così , è il libero arbitrioOgni essere umano esercita e sperimenta il suo libero arbitrio solo quando " ". Lì è pienamante " se stesso", Uomo Vero.
Le popolazioni ricche si illudono di realizzare la pienezza di vita umana quando prendono, accumulano ed accantonano cose.

I miseri hanno poco o niente, la loro condizione è triste e spesso disperata e dicono ..." se questa è vita..." , ma quando " dànno" gratuitamente allora inspiegabilmente si sentono pienamente "uomini" e sperimentano la gioia di vivere . Se ne prendessero coscienza culturare direbbero : " questa sì che è vita .

L'esperienza della Gioia di Vivere nel dare sempre e gratuitamente si ritrova spesso nella vita dei poveri ma può diventare esperienza per tutti nella fraterna comunità della carità per le beatitudini .

(*Coll.31 Gitta)Perciò se vuoi vivere nella Vita prestati alla gioia di vivere
(*Coll.31 Gitta) Se tutto è gioia intorno a voi , la misura è [quella] giusta." La tua gioia sarà tutt’uno con la gioia del Padre.se vuoi crescere per diventare pienamente Uomo... prestati alla gioia di vivere , aiuta tutti a compiersi come Umanità.


Gal 5,22 Il frutto dello Spirito... è amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé;

La gioia dell'Uomo è la Gioia del Padre.


" Non c’è il rischio per la Chiesa di trasformarsi in una ONG ? ( tempi.it Intervista a padre Federico Trinchero, priore del Carmelo di Bangui, Repubblica Centrafricana che ha ospitato fino a 10 mila profughi. )

" No. Prima non conoscevo il mondo delle ong, che è utile ma anche pieno di punti interrogativi. C’è una grande differenza tra noi e loro. Per loro è un lavoro, hanno uno stipendio, vanno in vacanza, alle 3 del pomeriggio finiscono di lavorare e si riposano. Noi invece siamo lì 24 ore su 24 e qualsiasi cosa succeda siamo presenti lì e facciamo quel che possiamo. La gente se ne accorge e si fida molto di noi.

In tutto il paese la Chiesa ha ospitato in parrocchie e conventi decine di migliaia di profughi, cristiani e musulmani: un’accoglienza incredibile.

A noi non è sembrato niente di eccezionale. Sono gli altri ad averci detto “bravi” oppure “avete realizzato il Vangelo”. Noi l’abbiamo fatto e basta, senza dover ragionare chissà quanto . "


La GIOIA RAGGIANTE

Non irraggerai se ti dimentichi di chiederloIrraggiare è un dono di Dio , una grazia , cosa che solo si può "chiedere". Chiedilo!


Incidi nel tuo cuore le mie parole sulla gioia di vivere, e sii sempre piena di gioia verso tutti, verso tutto:ciò che è linfa per le piante per te è gioia irraggiante.
L'Uomo è chiamato ad essere sempre ripieno di Spirito//Gioia radiante verso tutti e tutto. Dio stesso lo riempie nella misura in cui egli La irradia.

1G 4,15 Chiunque riconosce che Gesù è il Figlio di Dio,
Dio dimora in lui ed egli in Dio.
Gv 6,
56 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui.
1G 2,6 Chi dice di dimorare in Cristo, deve comportarsi come lui si è comportato.
1G 3,24 da questo conosciamo che dimora in noi:
dallo Spirito che ci ha dato
.
1G 4,16 Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore;
chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui.

1G 4,12 Nessuno mai ha visto Dio;
se ci amiamo gli uni gli altri,
Dio rimane in noi
e l'amore di lui è perfetto in noi.
1G 3,24 Chi osserva i suoi comandamenti
dimora in Dio ed Egli in lui.

La Gioia radiante è per l'Uomo ciò che la linfa è per le piante : DARE è crescere per dare frutto, per compiersi. Costruite in voi la gioia irraggiante ! Attraverso l’adorazione continua, ... per poter aiutare

(*) Dialoghi con l'Angelo, Milano 1979 Dialogues avec l'Ange, DeNoel ,Paris




top


Pag. 5
1    2    3   4   5   6   7   8   9   10   

home


DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY