Piccolo Corso Biblico

Pag.  5
1    2    3   4   5   6   7   8   9   10   

Fede e opere.
Il Nuovo Atto
La sfera ed il nucleo(Testo CEI2008)
Mt 16,17 il Padre mio che
è nei cieli.
Mt 18,19 il Padre mio che
è nei cieli
Mt 18,35 Così anche il Padre mio
celeste
Mt 5,48 il Padre vostro
celeste.
Mt 6,1 il Padre vostro che
è nei cieli.
Mt 6,4 il Padre tuo, che
vede nel segreto
Mt 6,8 il Padre vostro
sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.
//Mt 6,6 il Padre tuo, che è nel segreto;

Il Padre è nei Cieli // è nel segreto.
I Cieli sono nel segreto dell'uomo .


L'universo fisico-la Materia- è come una grande sfera.

Al centro un NUCLEO in cui dimora LUI ( il PADRE CREATORE) che iraggia la Sua LUCE CREATRICE , lo SPIRITO ( i 7 raggi che sono le 7 ANIME DEL MONDO.
Il 7 è Lui ( il VERBO del Padre) , la PAROLA CREATRICE, i 7 SUONI che danno forma al Tutto.

Il Nucleo è nel segreto dell'uomo, la sua anima, il suo cuore, nel profondo, invisibile, infinitamente Grande.

IL PADRE : COLUI CHE SOLO ED ETERNAMENTE "DA' "- IRRAGGIA L'AMORE
IL VERBO : I 7 SUONI CHE DANNO FORMA A TUTTO
LO SPIRITO : I 7 RAGGI DI LUCE, LE 7 ANIME DEL MONDO
Il Centro della sfera è il Nocciolo. Da là EGLI diffonde i raggi, fa schiudere i fiori.

All’esterno, la terra si raffredda, e il calore-l’amore- vi erra senza patria.

La sfera è la materia e LUI, il Nocciolo. LUI che in tutto abita, come noi abitiamo in voi.

All' esterno, tutto si raffredda. Il calore del sole non é che luce riflessa. (* Coll. 52)
Tutta la Creazione è una sfera in cui LUI è il Nòcciolo. LUI irradia la Sua LUCE.

Il 4 è lo specchio che riflette la LUCE e la luce riflessa è la materia. 1-2-3.

LUI abita in tutto.

Come iI calore del sole é luce riflessa che fa sbocciare i fiori , la LUCE che irradia dal Nocciòlo è VITA che fa sbocciare l' UOMO .


Fuori dal Nocciolo la Sfera della materia (ricapitolata nell'uomo) vive di luce riflessa ( bios) , che non " scalda" , non trasmette la Vita perenne, definitiva ( zoe) .

La LUCE // CALORE// VITA// AMORE che irradia dal Nocciolo erra nella sfera della materia come uno straniero che non trova patria . Vorrebbe risiedere in tutto, per scaldare tutto con l'AMORE , far partecipe tutto della VITA, quella eterna.


Voi guardate e tutto ciò che vedete é marciume. Ciò che e terminato è morto. Tutto si decompone.

L’Eterno Divenire, unico compito da adempiere, non si trova all'esterno.
Gli occhi dell' uomo vedono la materia , tutto ciò che vedono all' esterno di sè è corruttibilità, decomposizione, morte, impermanenza, . La vita ( bios) sfocia nella morte. Divenire della materia. Guardando all'esterno, nella materia , gli occhi non vedono il " divenire eterno", la creazione nell' UOMO.

L’Eterno Divenire , l'AMORE-LUCE vuole dimorare all'interno dell'uomo nella sua anima, il 4. Lì, all' interno, gli occhi del corpo non possono vedere

Se i vostri occhi vedono, l'unico ostacolo si sgretola; i Sette Raggi non altro attendono.

Il Mondo, — la pietra — il ramo — il cavallo — , tutti attendono che diventiate uniti: UOMO.
Se gli occhi dell'uomo potessero guardare all'interno , il velo che li separa dalla LUCE si squarcerebbe , essi La vedrebbero ( nel Nocciòlo) e La LUCE si unirebbe alla materia.

I 7 raggi non aspettano che questo : unirsi!.
I 7 raggi uniti, MateriaSpirito , è la Volontà Divina, il Progetto.

Il grande prezzo da pagare
All' esterno, tutto crolla. All’interno, si costruisce il Nuovo. Nel mondo, nella sfera esterna , tutto finisce, all'interno dell'UOMO tutto si costruisce fino ad essere Perfetto , Compiuto, Definitivo, Eterno.

Tutto aspetta, e il prezzo da pagare é grande. Per compiersi l'UOMO deve però pagare un prezzo, che è grande.

II grande é soltanto materia; piccolo é il Nocciolo.

E in noi , LUI é il più piccolo.
Nell'immagine della sfera e del Nocciolo è la materia ad essere grande, il Nocciolo è piccolo e, dentro di esso, nel Mondo Creatore ( angeli, serafini , Verbo ) LUI è il più piccolo. L'infinitamente piccolo.

Il prezzo da pagare per diventare UOMO e compiersi ( salvarsi ) è grande ed è la sfera della materia. Lasciare la sfera della materia per unirsi al Nocciòlo, lo Spirito.

Non serve l' ascesi , non è l' uomo che deve elevarsi nel Cielo per unirsi a Dio ma è Dio che non aspetta altro che discendere, invisibile , dentro il Cuore di ogni uomo per farlo UOMO.

Gv 14,23 Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà
e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.

Ma questo non è un automatismo :

1Gv 3,15 Chiunque odia il proprio fratello è omicida,
e voi sapete che
nessun omicida ha più la vita eterna che dimora in lui.

Ciò che è richiesto all' uomo è di lasciare l'esterno per guardare-ascoltare dirigersi verso l'interno, il 4.

Mt 6,5quando tu preghi, entra nella tua camera,
ταμεῖόν : detto della casa indica la cantina, il sotterraneo, la parte più nascosta, il 4.
chiudi la porta
e prega il Padre tuo, che è nel segreto;
Il Padre lo incontri lì, nella parte più segreta di te ; lascia fuori tutto da quell'incontro
e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Ma non solo.


I vostri occhi guardano all’esterno, dove nulla vi riguarda: né dispiaceri, né male, né pericolo, né rumore. Non vi scoraggiate! All’esterno nulla é affar vostro.

Ascoltate solo all’interno, riempitevi di LUI! Il posto é facile a riempirsi, é cosi piccolo!
L'UOMO che va compiendosi non è più orientato a dominare l'esterno, la materia, la creazione-storia; questo non è più affar suo perchè Vive all'interno, nel Nocciolo, unito a LUI.

1Gv 5,19 Noi sappiamo che siamo da Dio,
mentre tutto il mondo sta in potere del Maligno.
1Gv 2,15 Non amate il mondo, né le cose del mondo!
Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui;

Lasciatevi guidare dallo Spirito
Lo Spirito Santo vi conduce. Da LUI scaturiscono le Sette Anime. Sette Suoni; mistero. Non più la tradizione, non più la religione : a questo punto non servono più : lo Spirito dal quale scaturiscono le 7 Anime , i 7 Suoni , guida l'UOMO, i 7 uniti.

Lc 4,1 Gesù,
pieno di Spirito Santo,
si allontanò dal Giordano ed e
ra guidato dallo Spirito nel deserto
Lc 2,27 Gesù... Mosso dallo Spirito, si recò al tempio
Mt 4,1 Allora Gesù
fu condotto dallo Spirito nel deserto
Eb 9,14 Cristo .. mosso dallo Spirito eterno, offrì se stesso senza macchia a Dio

L'UOMO è unito a COLUI che è infinitamente piccolo, impercettibile, invisibile ed inaudibile.

Gv 3,8 Il vento soffia dove vuole
[ ruah, in ebraico vento e spirito sono la stessa parola ]
e ne senti la voce,
ma non sai da dove viene né dove va:
così è chiunque è nato dallo Spirito».

Rm 8,14 tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio,
questi sono figli di Dio.

At 13,4 Essi dunque, inviati dallo Spirito Santo, scesero a Selèucia
Gal 5,18 se vi lasciate guidare dallo Spirito,
non siete ( più) sotto la Legge.


Lo Spirito introduce in una esistenza misteriosa affrancata dai limiti dell'umano , in primis la Legge che li stabilisce.

Fil 3,3 I veri circoncisi siamo noi,
il popolo di Dio
che
celebriamo il culto mossi dallo Spirito di Dio
e ci vantiamo in Cristo Gesù
senza porre fiducia nella carne
[la Legge]

1Cor 2,15 L'uomo mosso dallo Spirito..
giudica ogni cosa,
senza poter essere giudicato da nessuno.
.. se non da se stesso. Attenzione : Si autogiudica !

I Nuovi sensi
Cio ch’é senza peso e non può essere pesato, cio ch’é fuori dello spazio e non puo essere afferrato, occupa un posto cosi piccolo ed é l’Infinito.
Il Grande è il Più piccolo : LUI è l' Infimo ed è Infinito.

LUI dimora nell'UOMO e l'UOMO non può " sentirlo" perchè LUI non pesa, non ha estensione, è invisibile ed inaudibile.

Per SentirLO sono necessari NUOVI SENSI : e questi si formano nell'UOMO per opera dello Spirito .


Nuovi occhi.
(* COLL. 37 Gitta)
Ti parlo delle 7 Gioie ( le 7 anime) . Le 7 Gioie sono 7 PORTE. Puoi entrare nella sfera attraverso 7 porte. Le porte si aprono verso l'esterno e verso l'interno.
La sfera è il Creato. Ricapitolato in ogni uomo. Nel Creato ( nell'uomo) ci sono i 7 gradi dell'essere. Sono 7 princìpi della creazione, 7 anime, 7 Gioie ma anche 7 PORTE.

Queste porte sono accessi alla Sfera dall'esterno e uscite dalla Sfera all'esterno.

Ascolta! Se ti avvicini alla sfera dall'esterno , puoi vedere solo una porta alla volta. Dall'interno , puoi vedere tutte le porte insieme. Dall'esterno si può vedere solo una porta alla volta; dall'interno della Sfera si possono vedere tutte insieme.

L'uomo può entrare dentro se stesso , ma solo fuori del tempo. Se l'UOMO anche solo per un istante fosse fuori del tempo, potrebbe vedere dall'interno della Sfera le 7 PORTE-7 Gioie-7 Anime!

TUTTO.

Il tuo Nuovo Compito è " irraggiare" le 7 Gioie. Gli Occhi vedono e irraggiano insieme.

Che Dio ti aiuti nel tuo lavoro!
L'UOMO che dimora all'interno della Sfera , aldilà del tempo, IRRAGGIA la Luce attraverso le 7 porte! Sono i NUOVI OCCHI, radianti di LUCE.

Gv 8,12 Di nuovo Gesù parlò loro e disse: «Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Gv 9,5 Finché io sono nel mondo, sono la luce del mondo».
Mt 5,14
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte.

Gli occhi del corpo sono stati " creati "dalla luce per ricevere la luce ; i Nuovi Occhi sono stati creati dalla LUCE per irradiarLa.

Mc 10,21 Allora Gesù
fissò lo sguardo su di lui,
// lo amò
e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va', vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo;
e vieni! Seguimi!».

Nuova Lingua
(* Coll. 29)
Parlerà una Nuova lingua tramite voi.
L'UOMO è Nuova Creatura : lo SPIRITO crea il lui NUOVI SENSI, parla attraverso di lui una NUOVA LINGUA.

Non è possibile esprimere il Nuovo con il Vecchio. Il Nuovo è esprimibile solo con la LINGUA DELLO SPIRITO.

1Cor 2,6 Tra coloro che sono perfetti
sono diventati UOMINI COMPIUTI per opera dello Spirito
parliamo, sì, di sapienza,
ma di una sapienza che non è di questo mondo, né dei dominatori di questo mondo,
che vengono ridotti al nulla.
7
Parliamo invece della sapienza di Dio, che è nel mistero,
mistero//sacramento
che è rimasta nascosta e che Dio ha stabilito prima dei secoli per la nostra gloria.
...come sta scritto: Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, Dio le ha preparate per coloro che lo amano.
10Ma
a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito;
lo Spirito infatti conosce bene ogni cosa, anche le profondità di Dio.
11Chi infatti conosce i segreti dell'uomo se non lo spirito dell'uomo che è in lui? Così anche i segreti di Dio nessuno li ha mai conosciuti se non lo Spirito di Dio.
12Ora,
noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito di Dio
per conoscere
ciò che Dio ci ha donato.
1Cor 2,13
Di queste cose noi parliamo, con parole
non suggerite dalla sapienza umana,
bensì
insegnate dallo Spirito,
esprimendo cose spirituali in termini spirituali.
2Cor 2,17 Noi non siamo infatti come quei molti che fanno mercato della parola di Dio,
ma con sincerità e
come mossi da Dio, sotto il suo sguardo,
noi
parliamo in Cristo.

Nuovi Orecchi
La Nuova lingua fa nascere nuovi orecchi. La NUOVA LINGUA- la Lingua dello Spirito- fà nascere NUOVI ORECCHI in chi l'ascolta così che può comprenderla e accoglierla nella FEDE e diventare UOMO.

Gv 6,63 È lo Spirito che dà la Vita,
la carne non giova a nulla;
le parole che io vi ho detto
Gesù è l'UOMO
sono Spirito
// e sono Vita.


Nuova Parola
Voi siete il suono, voi date il tono. Ancora non c’é nessuno per udire il nuovo suono.

Il suono vibra, e la materia — l'argilla delle origini — freme. Cosi nasceranno i nuovi orecchi.
L'UOMO, in comunione di Spirito con Gesù (Lui) e il Padre ( LUI) , parla la Lingua dello Spirito , NUOVO SUONO, NUOVA VIBRAZIONE CREATRICE .

Il Nuovo Suono, dà il tono alla materia informe, la forma.
La materia primordiale di cui è fatto l'uomo e che ricapitola in se stesso , freme, vibra con il NUOVO SUONO, risuona con esso, viene da esso " formata". Così nascono i NUOVI ORECCHI.

Gv 14,10 Le parole che io vi dico,
non le dico da me stesso;
ma il Padre, che
rimane in me,
compie le sue opere.

Quando Gesù Parla, il Padre , che è in Lui, compie le Sue opere, cioè CREA. Compie la creazione nell'UOMO, attraverso le Parole di Gesù.

Mc 10,17Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. 19Ma, quando vi consegneranno,
non preoccupatevi di come o di che cosa direte,
perché
vi sarà dato in quell'ora ciò che dovrete dire:
20infatti non siete voi a parlare,
ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.

Lc 12,12 perché
lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».

E' Dio che opera per mezzo della Nuova Parola dell'UOMO. In lui dimora il VERBO che Parla e ciò che Egli "dice", compie l' "opera" del Padre, la Creazione, l'UOMO.

Gv 3,16Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. 17Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. 18Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. 19E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. 20Chiunque fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate.
21Invece
chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».

Le opere dell'UOMO sono fatte in Dio.

LA CREAZIONE

Padre - Creatore
Figlio - Verbo Parola Creatrice
Spirito- Creazione

Silenzio : Ritmo
(Nel Silenzio è concepita la Parola, il Figlio. Dio disse : Sia la Luce)
Suono : Parola , Melodia
(E la Luce "Fu". ATTO di ESSERE)
Canto : Ritmo+Melodia +ATTO DI ESSERE . Creazione.

(*Coll.63)
La Settima Parola ( il Verbo) non è suono, non è luce, non è, non è stata, non sarà. La Settima Parola è la Voce di tutto ciò che "E'" e che non può essere formulato. Essa AGISCE. Solo l'Inafferrabile, E'.
Il Verbo, la Parola Creatrice è l' Inafferrabile. Se fosse afferrabile , se fosse suono o luce, diventerebbe una parola magica , poichè Essa AGISCE, "crea".

Lc 5,13 Gesù tese la mano e lo toccò dicendo:
«
Lo voglio, sii purificato!».
E
immediatamente la lebbra scomparve da lui.

(*Coll.54 Pentecoste)

Riempitevi di LUI, cosi prenderé Corpo la PAROLA!

Tutto quello che in Voi si Concepisce SARA'.
Gesù è la Parola Inafferrabile , fatta UOMO.

Nell'UOMO viene concepita la NUOVA PAROLA che "è", che " Agisce". La Parola prende Corpo nell'UOMO : tutto ciò che in lui è Concepito, "sarà".

La Voce del SETTIMO risuona, la Sua fiamma abbaglia La Voce del 7° grado dell'essere, (Lui, Gesù, il Verbo) è Fiamma , Luce che abbaglia.

(*Coll.54 Pentecoste)
EGLI è silenzio.
EGLI e sempre con voi e il SUO insegnamento è silenzio.
LUI ( il Padre) è Silenzio, il SUO insegnamento è Silenzio.

La comunione di Spirito con il Padre non è comunicazione di parole ma è Silenzio in cui viene concepita la Parola che "agisce".

II silenzio non può essere distorto, e colui che si cela dietro ogni menzogna, non può nel silenzio celarsi.
L’invisibile non può essere raffigurato, cosi, LUI non può venir sfigurato.
LUI è Silenzio che è in-audibile : non può essere distorto ( colui che si cela dietro ogni menzogna, il maligno, non può nel silenzio celarsi). LUI è in-visibile, è in-raffigurabile. Se lo fosse potrebbe essere (dal maligno) sfigurato.

Nel Silenzio è la concezione-concepimento della Parola.

Gn1,3Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu.

La Parola è UNA, non è un discorso ( il maligno potrebbe trovarvi una breccia, infilarsi e falsarlo)

Lc 5,13Gesù..dicendo:
«Lo voglio, sii purificato!». E immediatamente la lebbra scomparve da lui.Mt5,36 Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. 37Sia invece il vostro parlare: «Sì, se è sì», «No,se è no»; il di più viene dal Maligno.

... E allora disse san Francesco: Frate lupo, io ti comando nel nome di Gesù Cristo che tu venga ora meco, senza dubitare di nulla, e andiamo a fermare questa pace al nome di Dio. E il lupo ubbidiente se ne va con lui, a modo d'uno agnello mansueto; [ capitolo XXI dei ” Fioretti di S.Francesco” ]
(*Coll.78)
La Parola diventa Fuoco se sono le labbra vostre a pronunciarla. Che nuove parole nascano, semplici, vere! Si-sì...N0, no. Che non vi siano più " forse", non più tiepidezze. La parola è ala che eleva, che CREA. non dire : " LO amo", ma AMA TUTTO. E' questo l'Amore di Dio.

Gv 3,34 Colui infatti che Dio ha mandato
dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito.

Mt 12, 34 La bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda. 35L'uomo buono dal suo buon tesoro trae fuori cose buone, mentre l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori cose cattive. 36Ma io vi dico: di ogni parola vana che gli uomini diranno, dovranno rendere conto nel giorno del giudizio; 37infatti in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato».

Mt 5,37 Sia invece il vostro parlare: «Sì, sì», «No, no»;
il di più viene dal Maligno.


E' questo che manca, , MANCANZA che apre una piaga, una piaga sempre nuova. Ma se il tuo cuore è unito a LUI, allora la piaga guarisce. Non è difficile, credetemi!(*Coll.63)
Fra il silenzio e la parola, il nuovo matrimonio: la casa è il SUO Regno;
Le NUOVE NOZZE tra il Silenzio e la Parola ( il 5 silenzio e il 3 suono) si celebrano nell'UOMO, la casa-Cuore, il SUO Regno.

là, le nozze del silenzio e della parola sono eterne"‘,Nell'UOMO vengono celebrate le
Nozze Eterne.


e la Nuova Parola é concepita nel silenzio.Nel Cuore dell'uomo le Nozze Eterne concepiscono la NUOVA PAROLA, fusione di Silenzio e Suono uniti da Lui, la Fiamma-Spirito.



L'UOMO, il Nuovo Messaggero//Angelo di Dio
La fiamma, Voi non la vedete, La fiamma, voi non la sentite, le lingue diverse, voi non le parlate. Le molte parole han trovato fine.

Brucia alfine il Nuovo? Il Cielo è disceso. La Fine è Compiuta.

Annunciando senza parole, bruciando senza fiamma, ecco il SUO Nuovo Messaggero.
L' azione dello Spirito non è visibile, percettibile, annunciata da segni perchè è fuori del tempo, nell'istante eterno.

La Nuova Fiamma brucia nel battezzato : la fine dell'eone antico è compiuta, viene il Mondo Nuovo, l'UOMO.

Gli Uomini dello Spirito sono i nuovi angeli di DIO. (Angelo significa messaggero).


Utilizzando il linguagggio apocalittico -ben noto ai suoi uditori- Gesù annunciò i suoi angeli (//messaggeri/ /inviati// apostoli// evangelizzatori). L'espressione tradotta con fine del mondo indica la fine del Mondo Antico, quello della Antica Alleanza, il mondo della Istituzione religiosa giudaica. Con la diaspora cristiana del 70 d.C. in seguito alla distruzione del tempio di Gerusalemme da parte dei Romani inizia l'evangelizzazione del mondo . I 12 ed i loro collaboratori-evangelizzatori saranno da allora gli angeli che servono Gesù. Inizia l'eone//epoca della Chiesa.

Mt 4,11 Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco,
degli angeli gli si avvicinarono e lo servivano.

Mt 13,39 La mietitura è la fine del mondo [ antico ] e i mietitori sono gli angeli.
Mt 13,41 Il Figlio dell'uomo manderà
i suoi angeli [messaggeri ] , i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono iniquità ...,49 Così sarà alla fine del mondo [ antico ]. Verranno gli angeli [messaggeri ] e separeranno i cattivi dai buoni
Mt 16,27 Perché il Figlio dell'uomo sta per venire nella gloria del Padre suo,
con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni.
[l'autogiudizio universale è operato dal Vangelo]

La nostra bocca è troppo debole, il nostro essere troppo leggero; solo il Settimo porta Consolazione. La "bocca" dell'angelo è troppo debole per la PAROLA CREATRICE, il suo essere troppo leggero, non può reggerLA. L'angelo non può portare la PAROLA all'uomo, solo lo SPIRITO porta la PAROLA CREATRICE// CONSOLAZIONE ( è chiamato Spirito Paraclito// Consolatore. Egli non porta un conforto psicologico ma "la" Consolazione , crea l'Essere "UOMO").

Il NUOVO ATTO.Le mani legate, può agire. Le parole non sono che Chiasso puerile.
Gli Apostoli erano bambini. Voi già siete adolescenti.
Il Nuovo Messaggero , colui che porta la Nuova Parola , può AGIRE anche con le mani legate : la Nuova Parola concepita in lui non è per un fare con le mani ma AGISCE ad un altro livello.

Non dovete fare, non dovete parlare. Non dovete dare, non dovete prendere. Eppure, tuttavia, il Nuovo "sarà".

L'UOMO , il NUOVO MESSAGGERO DELLA PAROLA, non deve fare, non deve parlare. Non deve dare, non deve prendere. Non "deve".

Senza " fare" , l'UOMO crea il Mondo Nuovo.
Come è possibile?

L'Atto è la parola del corpo.Riempitevi di LUI, cosi prenderé Corpo la PAROLA! Tutto quello che in Voi si Concepisce SARA'. L' essenziale : Riempirsi di LUI. E' così che L'UOMO dà alla PAROLA il suo CORPO.

Tutto ciò che viene concepito nell'UOMO, la Nuova Parola , diventa, nell'ATTO , Nuova Creazione-Storia di salvezza. Il Mondo Nuovo. Il Regno di Dio


Mc 3,35 Perché chi fa la volontà di Dio,
chi fa l'UOMO
costui
per me è fratello, sorella e madre».
è della mia famiglia di UomoDio.

Non si tratta di un FARE secondo stereotipi, schemi prefissati, precetti, comandamenti , leggi religiose, etc , ma di dimorare interiormente nella Trinità e concepire fuori del tempo la NUOVA PAROLA ATTO di creazione . Silenzio, Parola, Atto: ciò che viene concepito viene partorito, liberato , dato al mondo. Ed è Nuova Creazione-Storia di salvezza.
L'insistenza esortativa di Gesù :

Gv 14,10 Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me?
Le parole che io vi dico
, non le dico da me stesso;
ma
il Padre, che rimane in me, compie le sue opere.
cioè creazione-storia di salvezza.

Gv 14,17 lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché
egli rimane presso di voi e sarà in voi.
Gv 15,4
Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me.
Gv 15,5 Io sono la vite, voi i tralci.
Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto,
perché senza di me non potete far nulla.


Nessuno può fare qualcosa che sia creazione-storia di salvezza, senza Gesù, VERBO, PAROLA CREATRICE dimori in lui. Non si tratta di buona volontà, di volontariato, di doverato , di osservanza, etc. ma di rimanere in Lui .
Gv 15,7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi,
chiedete quello che volete e vi sarà fatto.
Gv 15,9 Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi.
Rimanete nel mio amore.

Parallelismo antinomico di inforzo :
Gv 15,6
Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca;
poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano.


(*Coll. 65)
Non tocca più a voi l'agire; LUI solo può agire.
Non prendete-se non quando LUI prende.
Non date se non quando LUI dà.
E la materia [ il corpo] servirà,
poichè la sola ragione di ogni ATTO è il SUO sacro DISEGNO .

Se agite senza di LUI la vostra mano serve solo ad arruffare la materia.
Sta a voi scegliere.
Fate attenzione : ogni gesto agisce; il tiepido, il serio, il negligente, agiscono tutti. Il furioso, il selvaggio, il debole, il mansueto, agiscono tutti.Fate bene attenzione ! Solo agite quando quando Egli fa segno [di agire ]. Che ognuno dei vostri gesti sia gesto di LIBERA-AZIONE. Siate certi di questo : lo scopo [ dell'agire ] è la LIBERAZIONE. Voi non avete altro Compito.

Vole essere voi ad agire o che LUI agisca tramite voi?
Potete ancora scegliere ...

Il compito , la Nuova Creazione
(*Coll. 65)
LA PAROLA CREA . dite: " ACCETTO".
( Questa è la vera espressione della FEDE cristiana, come Maria )
Così non potete più tirarvi indietro. E' fatta, avete agito liberamente.
Non v'è più tiepidezza!
Il più piccolo pensiero, la più piccola parola pronunciata, sono potere.
La menzogna sarà vomitata dalla terra.
Il piccione parla, ed è vero . Ma ( oggi) dalla bocca dell'uomo escon menzogna, chiacchere, lamenti, tiepida consolazione.

Lc 9, 57Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada».
58E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi,
ma
il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».
59A un altro disse: «Seguimi».
E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre».
60Gli replicò: «
Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va' e annuncia il regno di Dio».
61Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia».
62Ma Gesù gli rispose:
«Nessuno che mette mano all'aratro e poi si volge indietro è adatto per il regno di Dio».

(*Coll.36 Gitta)
Il nostro Compito è il Mondo Nuovo. Che fareste voi nel Mondo Nuovo, per il Mondo Nuovo?

Sappiate ciò a cui siete destinati. Riconoscere il Compito è rivelare l'individualità nella sua purezza.

Tutto il resto è palliativo al dolore che ha nome : " troppo" o "troppo poco" .
Sapere ciò a cui si è destinati:
-essere coloro che aiutano
-essere coloro che parlano
-essere coloro che irraggiano
-essere coloro che agiscono con misura,
questo è riconoscere il proprio Compito , la propria pura individualità, nel Mondo Nuovo.

Per l'Uomo non c'è mai " molto" , " poco", o " troppo" da fare, ma solo in proprio Compito.
L' " Atto " della Fede.
Questo fa nascere la gioia ( beatitudine) e questa è già Vita eterna. La beatitudine , la gioia di vivere, all'Uomo, non basta mai.

Tutti gli atti che non sono il Compito sono atti vuoti perchè non colmano i veri bisogni dell'uomo ma sono solo palliativi per il dolore che viene dal mondo.

La religione conforta ( doverismo, volontarismo, spiritualismo : palliativo al dolore ) , la Fede/Atto consola ( risolve le carenze, i bisogni con la PAROLA_ATTO del VERBO) e irradia la beatitudine/gioia di vivere .

Il peccato dell'Uomo
Il peccato dell'Uomo è " trattenere la Forza Sacra per sè" invece di liberarla ( darla) per il Mondo Nuovo : IO, la mia famiglia, la mia casa, la mia patria, il mio Dio, il mio vantaggio. Questo -per l'uomo- è l' errore, mancare il proprio compimento, il peccato.



(*Coll. 37-Gitta)
La mano significa essere pronto.
L'arnese è pronto. Disponibilità.
Io ... oppure prendo.
L'artiglio è forza animale.
La mano aperta è pronta "

(*Coll.37-Lili)
La sola Via lungo la quale la LUCE discende è : DARE.
La Comunione per voi non è ricevere ma DARE.
Date ciò che è vostro, date VOI STESSI!
Così verrà il 7 [ lo Spirito ] , credetelo!

Le malattie dell'Uomo
Trattenere la Forza
è causa di tutte le malattie. E il peccato è malattia. (19-Gitta)
Il peccato è trattenere la Forza Sacra per sè, per realizzare i propri programmi, le proprie prospettive e convenienze. Questo è il peccato dell'Uomo , la malattia che lo deperisce, lo decresce, lo annienta.

Se la liberi, se non la tieni stretta in serbo per te , non hai nulla da temere. Tu temi ancora l' Antico senza ragione. La malattia/peccato sparisce quando l'Uomo libera la Forza : elevarla al livello dell'Uomo -mosso dallo Spirito- e liberarla, trasformarla in dono di sè negli Atti di Fede.

L'Uomo che teme il peccato come trasgressione di una Legge religiosa, teme l'antico ( mondo) , lo teme senza ragione. Lo fa perchè non vede il Mondo Nuovo, la Comunità che Vive la Gioia Piena dello Spirito.

Eleva la Forza ( a Lui )
e il peccato sparisce
(19-Gitta)
Elevare la Forza significa far sì che si trasformi in Atto di Fede, in Carità. Questo fa sparire il peccato di cui l'homo religiosus ha paura .

Non trattenere la Forza  ma trasformarla tutta in Amore irraggiante : questo è creare il Nuovo Essere, l'Uomo , il Mondo Nuovo.


Rifiutare questo livello di Vita significa andare verso il fallimento definitivo. Non è rivelata all'uomo altra scelta possibile.

( perché
senza di me non potete far nulla. )

Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi.
Rimanete nel mio amore.

10Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore,
come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore.


E' la Comunità di Gesù che vive la comunione di Vita, il luogo dove si manifesta e si sperimenta la Vita/Forza che crea la beatitudine/Gioia di vivere insieme.

11Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
12Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri
come io ho amato voi.

13 Nessuno ha un amore più grande di questo:
dare la sua vita per i propri amici.
14Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando.


La Forza viene da Lui , continuamente , per chi vive in adorazione permanente e la " libera", la irradia con perseveranza. Il segreto della Vita eterna non è la Forza che si riceve ma la Forza che si irradia.

Dio semina l'Atto, l'Uomo lo riceve. Il cristianesimo non è un volontariato ma è Vita// Forza//Atto che si comunica e che vuole abitare nell'Uomo per agire attraverso di lui.

Dove sono i vostri Atti?
(*Coll. 39-Gitta)




Nell'uomo c'è il senso del peccato che genera la paura del dolore e della morte.

Nell'UOMO il Peccato è il rifiuto di vivere il 4° grado dell'esistenza : concepire nel silenzio la Parola e dare ad essa "corpo", agire//creare il Mondo Nuovo.


madreteresa Libera/azione

DARE, è il " Compito" di ciascun Uomo. Chi riconosce il proprio Compito non risponde alla domanda : " Cosa devo Fare?" ma " Chi sono IO? " // come, quanto posso " Dare" ?

La Misura
Mt 7,1 Non giudicate, per non essere giudicati;
2
perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi
// e
con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi.
La " misura" era un contenitore standard di farina ; chi aveva dato un tot di misure di grano raccolto, riceveva un tot di misure di farina, anzi ne riceva una misura pigiata e con l'aggiunta
E' bene non giudicare mai nessuno perchè per giudicare si adotta sempre una misura di riferimento.Una misura che non è mai quella di Dio e quindi è sempre sbagliata. Nessuno può conoscere la verità profonda degli altri, solo Dio la conosce ed è bene non cercare di sostituirsi a LUI poichè quando ciascuno si giudicherà davanti a LUI userà quella stessa misura che ha usato per gli altri : la misura sbagliata!.

Lc 6,37Non giudicate e non sarete giudicati;
non condannate e non sarete condannati;
perdonate e sarete perdonati.

38 Date e vi sarà dato:
una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo,
Dio non ripaga l'uomo con la stessa misura con cui questi DA' gli altri : Egli è benevolente e il Suo Amore per l'uomo " colma e trabocca".
perché
con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

Ciascuno può dare solo " quello che ha".
Questa è la sua Misura.


Gesù spiega ai suoi discepoli -in privato- la parabola del seminatore. Nei discepoli viene seminata la Parola ma non tutti raggiungono la pienezza della loro capacità di accoglierla e farla fruttificare.

Mc 4,20 ..e quelli seminati nella terra buona sono coloro che perseverano nell'ascolto del messaggio, lo fanno proprio e producono frutto : 30x1 e 60x1 e 100x1.
Il discepolo che assimila e comprende( letteralmente : fa della Parola se stesso) scopre le proprie potenzialità per il Mondo Nuovo, il Regno, e le attua dando un frutto crescente fino alla pienezza della sua Misura : 100x1. Il frutto è l'uomo trasformato in Uomo. Il 100x1 è l'UOMO COMPIUTO.
23Se uno ha orecchi per ascoltare,
ascolti!».
La pienezza non è il molto ma l'intenso, ed è l'Eterna Misura. (*Coll. 36-Lili)... come coloro che sono seminati nella terra buona, perseverando nell'ascolto e nella comprensione fino a raggiungere la loro piena Misura
24 Diceva loro:
«Fate attenzione a quello che ascoltate.
I catecumeni facciano attenzione per comprendere, i discepoli facciano attenzione per annunciare
Con
la misura con la quale misurate sarà misurato a voi;
anzi,
vi sarà dato di più.
30x1= la misura ( di voi stessi) che riempirete con la Parola
60x1= la riempiranno a voi con il doppio ( 30+30)
100x1=e ne aggiungeranno abbondantemente ( 60+30+10) sarà più del triplo.

25 Perché
a chi ha
[assimilato la Parola e dato frutto],
sarà dato
;
a chi ha dato frutto sarà dato di più del frutto prodotto
ma
a chi non ha ,
[dato //prodotto frutto]
sarà tolto anche quello che ha».

.. ricevuto

Per compiersi come Uomini non è sufficiente avere un atteggiamento ricettivo ( ascolto e comprensione) rispetto a Gesù//Verbo: è necessario non tenere per sè ciò che si è ricevutoma donarlo ( annunciarlo//seminarlo ) perchè fruttifichi.

Mc 4,21Diceva loro: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro?
22
Non vi è infatti nulla di segreto
che è stato detto in privato
che non debba essere manifestato
// e nulla di nascosto
che non debba uscire alla luce.


Trattenere le Forze ricevute per un supposto proprio vantaggio (// non dare frutto), significa perdere ogni vantaggio.

(*coll.30 - Gitta)
Non c'è " piccolo atto " ( o grande atto) , ma un solo atto : il Compito.
Dal mattino alla sera
tutto diventa UN atto,
e allora non avrai
" molto " da fare.
Il " molto è sempre illusione.
Quando Fede ed Atto
diventano uno dal mattino alla sera , dalla sera al mattino,
dalla nascita alla morte,
l'Uomo esegue il suo Compito, la Nuova Creazione .

L'uomo ode tutte le grida di angoscia ell'universo
e deve far nascere la dolcezza. Se fallisce ne causa la perdita
(34-Lili)

Ascolta le richieste e tutto diverrà facile Ciò farà scaturire la Forza nascosta in te. ( 14-Lili)
L'uomo è il sensore della Creazione, in lui l'universo raggiunge l'autocoscienza, la libertà, la Pienezza .

Il Compito dell'Uomo è quello di rispondere agli appelli dell'universo con la Fede/Atto , la libera-azione// l'irraggiamento della Forza che riceve da Lui .


Is 49,13 Giubilate, o cieli, rallégrati, o terra, gridate di gioia, o monti,
perché
il Signore consola il suo popolo e // ha misericordia dei suoi poveri.
Is 51,12
Io, io sono il vostro consolatore.
Is 40,1
«Consolate, consolate il mio popolo - dice il vostro Dio.
Mt 5,4 Beati quelli che sono nel pianto, perché
saranno consolati.

"L'uomo è il più feroce dei carnivori. Non v'è artiglio animale , non zampa di leone, che possa accaparrare come la mano.
A colui che prende , sarà preso, ch'egli non è degno di avere mani.
(37-Gitta)
Lc 6,24 Ma guai a voi, ricchi, perché avete già ricevuto la vostra consolazione.
La mano non è fatta per "prendere" ma per dare.
Egli chiede conto di ciascuno dei vostri Atti e dei vostri Movimenti.
E' il segreto della libertà: servirLO. " (37-Lili)


(*) Dialoghi con l'Angelo, Milano 1979 Dialogues avec l'Ange, DeNoel ,Paris




top


Pag. 5
1    2    3   4   5   6   7   8   9   10   

home


DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY