Corso di Religione

Pag.  2
1    2    3    4    5    6    7    8      10  


Religione e fede.
La fede cristiana
         


powered by FreeFind



La fede

La fede in Gesù Mc 9,«Maestro, ho portato da te mio figlio, che ha uno spirito muto. 18Dovunque lo afferri, lo getta a terra ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti». 19Egli allora disse loro: «O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me». 20E glielo portarono. Alla vista di Gesù, subito lo spirito scosse con convulsioni il ragazzo ed egli, caduto a terra, si rotolava schiumando. 21Gesù interrogò il padre: «Da quanto tempo gli accade questo?». Ed egli rispose: «Dall'infanzia; 22anzi, spesso lo ha buttato anche nel fuoco e nell'acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci». 23Gesù gli disse: «Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede». 24Il padre del fanciullo rispose subito ad alta voce: «Credo; aiuta la mia incredulità!».

Gesù, l' Uomo Compiuto e Definitivo , offre se stesso all'uomo: una promessa di salvezza che richiede fede.


Mt 9,27Mentre Gesù si allontanava di là, due ciechi lo seguirono gridando: «Figlio di Davide, abbi pietà di noi!». 28Entrato in casa, i ciechi gli si avvicinarono e Gesù disse loro:

«Credete che io possa fare questo?»
.
Gli risposero:
«Sì, o Signore!».
29Allora toccò loro gli occhi
e disse:
«Avvenga per voi secondo la vostra fede».
30E si aprirono loro gli occhi.

Lo Spirito viene donato per la fede nelle Sue promesse.
Mc 1,15 e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino;
convertitevi
nei vangeli significa : cambiate mentalità : abbandonate la mentalità religiosa
e // credete nel Vangelo»
.
e passate alla fede nelle Mie promesse : diverrete UOMINI e vi salverete ), cioè vi compirete come UOMINI DEFINITIVI

La fede è la risposta di accoglienza alle promesse di Gesù , l' affidamento del proprio essere a Gesù , UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO per compiersi Uomini Definitivi come Lui.

Ef 2,5 da morti che eravamo per le colpe,
(Dio)
ci ha fatto rivivere con Cristo:
La vivificazione : vedi  1   e  2 
per grazia siete salvati.
La rivelazione, Gesù, è un dono divino gratuito del Padre e non dipende dalla condizione umana più o meno meritevole.

Ef 2,8
Per grazia infatti siete salvati
... mediante la fede
;
La fede è il PONTE attraverso cui giunge all'uomo la Grazia.
e ciò
[il dono gratuito di benevolenza divina, la Grazia ]
non viene da voi,
[ da vostre azioni o meriti ]
ma è dono di Dio;

Non è la fede il dono di Dio ( che secondo alcuni la darebbe a chi vuole : ad alcuni si, ad altri no) ma è Gesù , "la" Rivelazione divina, il Principio di compimento dell'essere umano che si dona all'umanità credente .

La fede è richiesta da Dio come assenso alla sua benevolenza ( // volontà, progetto , l'UOMO ) perchè il dono diventi creazione compiuta e definitiva, nell'UOMO.

cf. : La fede di Maria

La rivelazione, il dono//grazia dipende dalla benevolenza divina mentre la fede dipende dagli uomini come ascolto, comprensione, assenso-accoglienza nella vita vissuta, nella storia.

A Gesù portano un epilettico e..
Mc 9,17 «Maestro, ho portato da te mio figlio, che ha uno spirito muto. 18Dovunque lo afferri, lo getta a terra ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti». 19Egli allora disse loro: «O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me». 20E glielo portarono. ... 21Gesù interrogò il padre: «Da quanto tempo gli accade questo?». Ed egli rispose: «Dall'infanzia; 22anzi, spesso lo ha buttato anche nel fuoco e nell'acqua per ucciderlo.

Ma se tu puoi qualcosa,
abbi pietà di noi e aiutaci».
23Gesù gli disse: «
Se tu puoi!
Tutto è possibile
per chi crede
».

La fede di Gesù Gesù è Colui che crede in Dio, è il modello della fede in Dio. La fede di Gesù fa la volontà del Padre, è fede nella sua "opera" , nel suo Progetto, l'Uomo Definitivo.

Gv 12,49 Perché io non ho parlato da me stesso,
ma
il Padre, che mi ha mandato,
mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire.


La fede di Gesù non è fede che il Padre lo accontenterà in tutto ciò che gli chiederà ma è assenso ed accoglienza del Progetto del Padre .

Gv 12,50 E io so che il suo comandamento è Vita eterna.

E il Progetto del Padre, è : Vita eterna

50b Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me».

Dio, per compiere il suo Progetto nella storia, l'Uomo Definitivo, ha chiesto la fede-assenso del Figlio.

Gv 16,15 Tutto quello che il Padre possiede è mio
Lc 10,22
Tutto è stato dato a me dal Padre mio.
Gv 3,35 Il Padre ama il Figlio e
gli ha dato in mano ogni cosa .

Gesù ricapitola in se stesso " ogni cosa", " tutto" , tutta la Creazione. La sua missione è compiere in se stesso la creazione, l'Uomo Definitivo. Nella storia Gesù ha vissuto la fede in questo Progetto e questo assenso ha permesso che il Progetto si compisse in Lui.

Gv 14,31 bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre,
// e
come il Padre mi ha comandato, così io agisco.
Gv 5,17 «Il Padre mio agisce anche ora
l'azione del Padre è " Creazione" e questa "opera" non è ancora " compiuta", per cui ..
e anch'io agisco
».

La creazione ( l'Uomo Definitivo) non è ancora compiuta : il Padre continua la sua opera e Gesù opera con Lui.

Gv 14,10 Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me?
Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso;
ma
il Padre, che rimane in me, compie le sue opere.
Gv 7,8 Salite voi alla festa; io non salgo a questa festa, perché il mio tempo non è ancora compiuto».
Gv 8,28 «Quando avrete innalzato il Figlio dell'uomo, allora conoscerete che Io Sono
solo l'UOMO COMPIUTO DEFINITIVO " è" , per sempre.
e che non faccio nulla da me stesso, ma parlo come il Padre mi ha insegnato.
Gv 19,28 Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto,
affinché si compisse la Scrittura, disse: «Ho sete». .. Gv 19,30 Dopo aver preso l'aceto, Gesù disse:

«È compiuto!»
.
E, chinato il capo, consegnò lo spirito.


Sulla croce Gesù muore e risorge rivelando il Progetto , l'Uomo Definitivo. Per la fede di Gesù il Padre ha compiuto il Progetto : Gesù Risorto, l'Uomo Definitivo è il Compimento della Creazione..

Gv 10,17 Per questo il Padre mi ama:
perché io do la mia Vita, per poi riprenderla di nuovo

Gv 10,15 così come il Padre conosce me e io conosco il Padre,
e
do la mia Vita per le pecore.
regalo la mia Vita eterna alle pecore , coloro che hanno fede in Me e mi seguono , perchè abbiano in loro stessi la mia Vita. In abbondanza ( una misura piena e con l'aggiunta)

La Fede di Gesù nella prova della Croce (don Silvio Barbaglia)


Donando il suo Spirito all'umanità Egli dona la sua salvezza a chiunque Lo accoglie . Con l'assenso della fede, come ha fatto Lui.

Gv 14,11 Credete a me:
io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro,
credetelo per le opere stesse.
Gv 8,38 Io dico quello che ho visto presso il Padre;
Gesù è la Parola del Padre
anche voi dunque
fate quello che avete ascoltato dal padre vostro»
che ha parlato per mezzo di Gesù
Gv 6,45 Sta scritto nei profeti: E tutti saranno istruiti da Dio.
Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me.
Gv 6,37 Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me:
colui che viene a me,
io non lo caccerò fuori,
Gv 6,44 Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato;
e
io lo risusciterò nell'ultimo giorno.

Gv 8,19 Gli dissero allora: «Dov'è tuo padre?».
Rispose Gesù: «Voi non conoscete né me né il Padre mio;
se conosceste me, conoscereste anche il Padre mio».
Gv 14,7
Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio:
fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». .
in Gesù, nelle sue parole ed opere.
Gv 6,46 Non perché qualcuno abbia visto il Padre;
solo colui che viene da Dio ha
visto il Padre.

La fede-assenso a Gesù è fede-assenso al Padre, al suo Progetto creativo-salvifico.

Lc 22,29 e io preparo per voi un regno,
come il Padre mio l'ha preparato per me
Gv 5,26 Come infatti il Padre ha la Vita (eterna) in se stesso,
così ha concesso anche al Figlio di
avere la Vita in se stesso
Gv 5,21 Come il Padre risuscita i morti
// e dà la Vita
,
così anche
il Figlio dà la Vita
a chi egli vuole
.
Gv 6,57 Come il Padre, che ha la Vita,
ha mandato me e
io vivo per il Padre,
così anche
colui che mangia me vivrà per me.
Gv 5,23 Chi non onora il Figlio, non onora il Padre che lo ha mandato.

La salvezza , l'Uomo Definitivo, è l' annuncio-offerta che il Padre fa all'umanità per mezzo della Chiesa di Gesù, la Buona Notizia o Vangelo.

1Gv 1,3 quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunciamo anche a voi,
perché anche voi
siate in comunione con noi.
E la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo.
avendo tutti lo stesso Spirito .
La fede dei cristiani Gesù ha rivelato Dio e il suo Progetto , l'Uomo Definitivo. Progetto che si compie in ogni credente per opera dello Spirito, l'Amore Divino.

Gv 6,63 È lo Spirito che dà la Vita, la carne non giova a nulla;
L'uomo , la carne , non ha in se stessa il dono dell'immortalità, come pensavano molti popoli antichi: solo lo Spirito che è la Vita divina ,donato all'uomo crednte fa di lui un UOMO. E lo porta a compimento definitivo se questi mantiene in se stesso quel PONTE che è la FEDE.
le parole che io vi ho detto
e che i Vangeli tramandano a tutti
sono Spirito e sono Vita
.
le parole di Gesù sucitano la fede in Lui, nel Progetto del Padre e comunicano esse stesse lo Spirito, la Vita divina.

Gv 5,24 In verità, in verità io vi dico:
chi ascolta la mia parola // e crede a colui che mi ha mandato,
ha la Vita eterna

e non va incontro al giudizio
letter.: ad una condanna di fallimento come uomo
ma
con la sua fede ha già prodotto un giudizio di salvezza su di lui , quindi
// è passato dalla morte alla Vita
la Vita che supera la morte con la risurrezione.

Ascoltare Gesù suscita la fede, ma è necessario comprendere il suo messaggio, l'offerta di salvezza per valutarlo , assorbirne lo Spirito e nutrire la fede.


1Cor 2,14 Ma l'uomo lasciato alle sue forze
non comprende le cose dello Spirito di Dio:
esse sono follia per lui e non è capace di intenderle,
perché
di esse si può giudicare per mezzo dello Spirito.
Mc 7,18 E disse loro: «Così
neanche voi siete capaci di comprendere?
Mc 8,21 E disse loro:
«Non comprendete ancora?».
Gv 8,43
Per quale motivo non comprendete il mio linguaggio?
Perché
non potete dare ascolto alla mia parola.
Mc 8,17
Non capite ancora e non comprendete?
Avete il cuore indurito?

Gli uomini che non credettero a Gesù erano bloccati in se stessi : il loro cuore-coscienza era sclerotizzato ( sclerokardia) perchè a furia di fare orecchio da mercante alla Parola di Dio ( annunciata dai profeti per gli ebrei e dalla loro coscienza per gli altri ) avevano annichilito la loro capacità di ascolto-comprensione, avevano indurito la loro coscienza-cuore ( cf. Is 6,9 ) .

Mt 13, 10Gli si avvicinarono allora i discepoli e gli dissero: «Perché a loro parli con parabole?»
La Parabola (enigma in greco) era un genere letterario ben conosciuto in Israele ( il mashal)



11Egli rispose loro: «Perché a voi è dato conoscere i misteri del regno dei cieli,
ma a loro non è dato.

Non è dato : su di loro agisce una maledizione : si sono automaledetti .

14Così si compie per loro la profezia di Isaia che dice: Udrete, sì, ma non comprenderete, guarderete, sì, ma non vedrete. 15Perché il cuore di questo popolo è diventato insensibile, sono diventati duri di orecchi e hanno chiuso gli occhi, perché non vedano con gli occhi, non ascoltino con gli orecchi e non comprendano con il cuore e non si convertano e io li guarisca!

Rifiutando continuamente di ascoltare per comprendere e compiere la Parola di Dio gli uomini si rendono insensibili ad essa , non rispondono con la fede e così si autocondannano .

Nel linguaggio AT : Dio non può convertirli al suo Progetto salvifico e guarirli-salvarli dal fallimento del loro essere.


( cf. Mc 4,12 Gv 12,40 At 28,26 ) Gesù avverte che il profeta Isaia quando aveva messo in guardia gli ebrei non scherzava

13Per questo a loro parlo con parabole: perché guardando non vedono, udendo non ascoltano e non comprendono.
Gesù parla alle folle e molti non credono : è lo stesso "effetto Isaia" dice. Si sono automaledetti facendo orcchio da mercante.

16Beati invece i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano.

I discepoli credono in Gesù e lo seguono : la loro FEDE li ha resi capaci di ascoltare per comprendere anche le Parabole.

17In verità io vi dico: molti profeti e molti giusti
hanno desiderato vedere ciò che voi guardate,
ma non lo videro,
e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono!
L'avvento di Gesù che "parla le parole di Dio" in modo che gli uomini possano comprenderle e seguirle è un evento storico-salvifico unico, speciale .

,18Voi dunque ascoltate la parabola del seminatore.
La Parabola del seminatore è la chiave di comprensione dell'azione dello Spirito nell'uomo.

19Ogni volta che uno ascolta la parola del Regno
e non la comprende,
viene il Maligno e ruba ciò che è stato seminato nel suo cuore: questo è il seme seminato lungo la strada.
L'ascolto della Parola non basta perchè l'uomo risponda con la FEDE : è necessario comprenderla.




23Quello seminato sul terreno buono è colui che ascolta la Parola e la comprende; questi dà frutto e produce il cento, il sessanta, il trenta per uno».
Chi ascolta e comprende può rispondere con la FEDE fino a compiersi come Uomo Definitivo.


20Quello che è stato seminato sul terreno sassoso è colui che ascolta la Parola e l'accoglie subito con gioia, 21ma non ha in sé radici ed è incostante, sicché, appena giunge una tribolazione o una persecuzione a causa della Parola, egli subito viene meno. Colui che ascolta la Parola, si entusiasma ( un sentimento) ma non la comprende , non la radica nella sua coscienza e ben presto perderà la fede.




12 Infatti a colui che ha verrà dato e sarà nell' abbondanza; ma a colui che non ha sarà tolto anche quello che ha.Chi ascolta la Parola e la comprende può radicarla nella sua coscienza.



Gv 8,31 Gesù allora disse a quei Giudei che gli avevano creduto:
«Se
rimanete nella mia parola,
siete davvero
miei discepoli;

22Quello seminato tra i rovi è colui che ascolta la Parola, ma la preoccupazione del mondo e la seduzione della ricchezza soffocano la Parola ed essa non dà frutto. La Parola va sottratta alla mondanità ..

perchè provochi la risposta di fede
 
Ascoltare, comprendere, valutare, radicare in sè, difendere dal mondo la Parola e metterla in Atto, tutto questo porta alla fede//atto che produce il frutto di una Umanità Nuova e Compiuta e il frutto rimane diventando Umanità Definitiva.

I discepoli di Gesù sono quelli che " rimangono nella sua Parola" con fede// atti . Ad essi Gesù spiega le parabole che le folle non comprendono affichè siano loro , i discepoli, a spiegarle a tutti.
Affinchè comprendano.

Lc 10,16 Chi ascolta voi ascolta me,

La fede cristiana nasce sulla sulla parola degli apostoli tramandata nei Vangeli.

//chi disprezza voi disprezza me.
( Lc 1,1-4)E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato».

Rifiutare la parola degli apostoli è rifiutare Gesù, lo Spirito , la salvezza-compimento del proprio essere.

E questo rifiuto è rifiuto del Progetto di Amore del Padre, compiere l'Uomo Definitivo: questo condanna al fallimento definitivo.
La fede non aumenta nè diminuisceLa fede-assenso al Progetto di Dio rivelato in Gesù e offerto da Lui , o c'è o non c'è. Dipende solo dall'uomo. Gesù è lapidario :

Gv 12,47 Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno;
perché
non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo.
Gv 12,48
Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna:
la parola che ho detto lo condannerà nell'ultimo giorno

Gv 15,22Se io non fossi venuto e non avessi parlato loro,
non avrebbero alcun peccato; ma ora
non hanno scusa per il loro peccato.

// 24Se
non avessi compiuto in mezzo a loro
opere che nessun altro ha mai compiuto
,
non avrebbero alcun peccato; ora invece
hanno visto
e hanno odiato [ rifiutato ]
me e il Padre mio

Gesù ha parlato e la sua Parola è annuncio e promessa di salvezza, la stessa che il Padre ha compiuto in Lui, l'Uomo Definitivo. A questa parola-promessa-offerta o si dà assenso di fede o la si rifiuta. Non ci sono altre possibilità.

Mt 9,29 «Avvenga per voi secondo la vostra fede »
Gv 3,17 "Chi non crede nel Figlio
è già  stato condannato"
.
dalla sua non-fede.

La fede o il rifiuto della Parola-promessa-offerta salvifica di Gesù apre o chiude la porta della salvezza dell'essere ( cioè di tutta la creazione ) il suo compimento come Uomo Definitivo.

Mt 13,58 E lì, a causa della loro incredulità,
non fece molti prodigi.


Gesù al padre del fanciullo aveva risposto :

Mc 9, 23
Tutto è possibile per chi crede».
24 Il padre del fanciullo rispose subito ad alta voce: «Credo;
ma aggiunge
aiuta la mia incredulità!
».

Può Gesù aiutare l'incredulità dell'uomo?

Mt 17,17 E Gesù rispose: «O generazione incredula // e perversa!
Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo qui da me». 18Gesù lo minacciò e il demonio uscì da lui, e da quel momento il ragazzo fu guarito. 19Allora i discepoli si avvicinarono a Gesù, in disparte, e gli chiesero: «Perché noi non siamo riusciti a scacciarlo?». 20Ed egli rispose loro:
«Per la vostra poca fede.

Poca fede nella volontà-progetto salvifico di Dio significa nulla di fede .


20 In verità io vi dico: se avrete fede pari a un granello di senape,
che è un granello piccolissimo.

La fede non è dimensionabile : o c'è o non c'è .

direte a questo monte: «Spòstati da qui a là», ed esso si sposterà,
// e
nulla vi sarà impossibile».

Lc 17,6 «
Accresci in noi la fede!».
dissero i discepoli
Il Signore rispose: «
Se aveste fede quanto un granello di senape,
potreste dire a questo gelso: «Sràdicati e vai a piantarti nel mare», ed esso vi obbedirebbe.


La fede per la quale nulla è impossibile deve esssere quella di Gesù: fede nella benevolenza salvifica del Padre, nel suo Progetto , l'Uomo Definitivo.

Nulla è impossibile
a Dio ( Lc 1,37 e 18,27 ) e nulla sarà impossibile a coloro che pongono la fede in Gesù .


Rm 9,33 come sta scritto: Ecco, io pongo in Sion ( Gerusalemme ) una pietra d'inciampo e un sasso che fa cadere ( Gesù) ; ma chi crede in lui non sarà deluso.

Gv 12,44 Gesù allora esclamò
:
«Chi crede in me,
non crede in me ma in colui che mi ha mandato
;
cioè crede nel Progetto del Padre, diventare Uomo Definitivo.

Mc 16,16 Chi crederà e sarà battezzato
sarà salvato,

giungerà a compimento definitivo come UOMO
ma
chi non crederà sarà condannato.
rifiutando la mia-parola offerta si autocondannerà
Gv 6,47 In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.

Gv 11,25 «Io sono la risurrezione // e la Vita ( eterna) ;
chi crede in me,
anche se muore, Vivrà
;

Gv 3,18 Chi crede in lui non è condannato;
ma chi non crede è già stato condannato,
perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.
nome= persona .Non ha creduto all'annuncio di Gesù, alle sue promesse

Gv 3,36
Chi crede nel Figlio ha la Vita eterna;
chi non obbedisce al Figlio non vedrà la Vita,
ma l'ira di Dio rimane su di lui.
antropomorfismo : non si compirà come uomo.

Gv 6,35 Gesù rispose loro: «Io sono il pane della vita;
chi viene a me non avrà fame
// e
chi crede in me non avrà sete, mai!

Gv 14,12 In verità, in verità io vi dico:
chi crede in me, anch'egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre.
Gv 7,38
chi crede in me, come dice la Scrittura:
Dal suo grembo sgorgheranno fiumi di acqua viva
».

Lc 6,46Perché mi invocate: «Signore, Signore!»
fate la religione
e non fate quello che dico?
non fate la fede
47Chiunque viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica,
vi mostrerò a chi è simile: 48è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sulla roccia.
Gesù è la roccia, simbolo : qualcosa che non muta , stabile, fedele
Venuta la piena, il fiume investì quella casa,
ma
non riuscì a smuoverla
perché
era costruita bene.
49
Chi invece ascolta e non mette in pratica,
è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta.
Il fiume la investì e subito crollò;
e
la distruzione di quella casa fu grande».

L'esistenza cristiana , l'edificazione della propria casa-umanità sulla roccia-Gesù resiste alle tribolazioni della storia fino al "giudizio" definitivo ( piena, diluvio).

Chi ascolta le parole di Gesù e le mette in pratica edifica se stesso come Uomo Compiuto e risorge Definitivo;
chi ascolta le parole di Gesù e non le mette in pratica , edifica se stesso come uomo e -non avendo la Vita eterna in se stesso- non raggiungerà mai una compiutezza definitiva : nell'autogiudizio si distruggerà.


Di per sè, la religione//culto non giova nulla all'uomo per compiersi come Uomo (se non porta alla fede in Gesù ) e alla morte ( quando viene il diluvio//giudizio) la casa-umanità crolla.



top





Pag.  2
1    2    3    4    5    6    7    8    9    10  

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.