Corso di Religione

Pag.  1
  1       2       3       4        5       


Mondialità. La globalizzazione.
         


powered by FreeFind



Che cosa caratterizza il mondo contemporaneo?
Siamo abituati a pensare il mondo in termini di continenti, stati, nazioni.


Dopo l’11 Settembre 2001 tutti hanno scoperto che siamo nel mezzo di una nuova globalizzazione  : i confini si aprono, il mercato è un fatto mondiale, le comunicazioni sono sempre più globali ed in tempo reale ( internet, satelliti, cellulari, wifi , etc.) , migrano le merci, le persone, le culture, le religioni : è necessario pensare al mondo in modo nuovo e globale .

Il mondo è fatto di civiltà e le civiltà si confrontano, competono, a volte si scontrano, a tutti i livelli.

Gli occidentali abituati ad essere in qualche modo i dominatori del mondo (euro-centismo e usa-centrismo hanno fatto le guerre più terribili nel secolo scorso) si scoprono in conflitto con altre culture, civiltà, identità che rivendicano un ruolo primario nell’incontro-scontro .

Palazzo della Pace e della Concordia-Astana-khazastan


Huntington , politologo autore di "Clash of civilizations ?" , nel 1993 affermava : " oggi l’Islam, domani la Cina cioè il Confucianesimo. E Poi? "L'urto tra civiltà sfocerà in uno scontro globale ?

La Nuova coscienza del mondo globale -che muta continuamente e rapidamente- richiede una nuova cultura , un nuovo modo di vivere . Quale?

Ovviamente non può essere la cultura dello scontro ( " facciamo a botte e chi vince comanda" : sei sicuro che vincerai ? a quale prezzo?) .

Solo una cultura della convivenza pacifica √® possibile perchè il rischio è quello di una guerra totale di tutti contro tutti.

Come
si può configurare oggi una convivenza pacifica tra diverse civiltà ?

E’ meglio convivere difendendo strenuamente la propria identità culturale oppure aprirsi ad una nuova appartenenza mondiale?
Con quale identità e appartenenza ci ritroviamo in questa nuova situazione storica ?

E’ possibile vivere pacificamente mantenendo ognuno la propria identità? Quali valori ci contraddistinguono dalle altre civiltà? Quali sono i valori cui non rinunceremmo per nessuna ragione? Quali strategie personali e collettive per orientarsi in questo mondo globalizzato in cui le civiltà si incontrano e si scontrano?

Pluralità ? (Olanda-Canada)
Pluralismo ? (USA-Inghilterra)
Integrazione? (Germania-Italia)
Assimilazione ? (Francia )

Le religioni c’entrano in tutto questo?

Quanto sono determinanti nella formazione delle civiltà e delle culture? Le religioni contengono elementi determinanti perché i popoli si orientino verso la Pace?

Quali religioni contengono elementi pericolosi per la pace ?

E’ possibile dialogare a livello di religioni ? In che modo?

«Vi ho creato in nazioni e tribù, in modo che vi poteste conoscere e fare amicizia; non perché restaste tronfi della vostra tradizione». [Corano]

I fondamentalismi religiosi e sono fenomeni marginali o determinanti?

Il cristianesimo è una risorsa per orientarsi nella prospettiva di una cultura della mondialità fondata sulla Pace?

Come si stanno muovendo i cristiani nel mondo?

top



Pag.  1
  1       2       3       4        5       

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY