Corso di Religione

CRISTIANESIMO
LA RELIGIONE

home   INDICE

Pag.  1
2  3  4  5  6 
         


powered by FreeFind





RIVELAZIONE CRISTIANA E RELIGIONE CRISTIANAIntervista al biblista Alberto Maggi studibiblici.it



La rivelazione cristiana
La religiosità è costitutiva dell'essere umano. Essa si manifesta nella espressione delle " domande fondamnetali della vita" come " bisogno di rivelazione" .

La vita umana " bios" ha una fine , la morte.  Si nasce per morire.

natoIl bambino prima di nascere in questo mondo vive per 9 mesi nel grembo materno. Per 9 mesi quello è il suo mondo, il mondo che egli percepisce : egli conosce solo quel mondo. I suoi sensi gli rappresentano il mondo del grembo materno come l'unico mondo possibile, il mondo in cui egli è felice e in cui sarà felice per sempre : non ne vede  altri.

Non conosce il nostro mondo perché ancora non gli è dato di percepirlo , di formarsene una coscienza. Rispetto al nostro mondo è ancora cieco. Il bambino percepisce qualcosa del nostro mondo come in un sogno ma se dovessimo comunicargli che egli entro i 9 mesi dovrà morire al suo mondo probabilmente egli si spaventerebbe.

Anche se provassimo a convincerlo che morire al mondo materno significa nascere al nostro mondo e acquisire una coscienza ed una vita  autonoma piena, libera e creativa, forse non ci crederebbe.

Noi  ora  siamo morti al mondo materno e siamo nati a questo mondo . Viviamo in questo mondo che percepiamo con i 5 sensi. Abbiamo acquisito una coscienza nuova : ora noi vediamo  cio' che non potevamo vedere dal grembo materno. Questo mondo sensibile ci appare come l'unico mondo possibile , come il mondo in cui siamo nati e nel quale vivremo per sempre.

Siamo nati a questo mondo per rimanervi per sempre ?

La coscienza che abbiamo del mondo si è arricchita della conoscenza e tutti ora sappiamo che non siamo in questo mondo per rimanerci per sempre. Noi siamo nati a questo mondo per rimanervi  per un periodo: 60, 70 , 90, 120 anni ? Dopo questo periodo dobbiamo morire a questo mondo, e' cosa certa e lo sappiamo tutti.

Quale coscienza  portiamo dentro di noi, ogni giorno , della  nostra morte ?


Ci spaventa ... siamo rassegnati ad essa. Tutti dovremo morire a questo mondo ma a nessuno pare vero. La morte che conosciamo è sempre quella degli altri.

Che cosa sappiamo del significato della nostra morte?

Viviamo nel nostro piccolo mondo come nel grembo di un madre ma abbiamo segnali di dimensioni ulteriori, altri Mondi .

C’è un Mondo Futuro?

Tutti moriremo a questo mondo per nascere ad un nuovo mondo che comunemente chiamiamo aldilà [ di questo mondo] ??.

Abbiamo solo una speranza sfuggente di un Mondo Futuro, come un sogno. Quello che sappiamo è soltanto ciò che è stato rivelato : ci sono state  rivelazioni. Solo le rivelazioni hanno illuminato questi misteri. E' grazie alle rivelazioni che i popoli hanno orientato l'esistenza umana secondo un " senso " .

Il bambino nel grembo della madre si forma per una Vita Oltre la Morte. Tutto è orientato alla Nuova Nascita . Un uomo definitivo.

Tutte le religioni, cioè tutte le rivelazioni, ci dicono che noi siamo in questo mondo per un periodo finito. In questo mondo noi ci formiamo per "nascere adeguati al Mondo Futuro".

In questo mondo noi ci dedichiamo ad apprendere tante cose utili per vivere bene noi e i nostri discendenti , per vivere bene in questo mondo ; ma cosa apprendiamo per nascere  bene e vivere bene nel  Mondo Futuro?

Come bisogna vivere in questo mondo per nascere perfetti nel Mondo Futuro?

Se la  Madre Terra, la Madre Famiglia, la Madre Scuola, la Madre Società, la Madre Televisione,..  ci comunicano errori, invece di formarci in modo perfetto per nascere perfetti nel Mondo Futuro, cresciamo inadeguati . Cosa succederà ?

In che modo il cristianesimo risponde alle domande fondamentali della vita?



Mt 3,17 Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento». Mt 11,27 Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Gv 1,18 Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato. DIO è UNO ed è rivelato nell'UOMO.

Gv 14,6 disse Gesù: «Io sono la Via, la Verità e la Vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Il MISTERO rivelato è l' UOMO .
Universo e storia sono ricapitolati nell' UOMO .
La realtà, la VERITA' è l'UOMO.
La VITA è l'UOMO.
La VIA della pienezza, della felicità, del bene è l' UOMO .
Il senso è l' UOMO .

Mt 20, ... il Figlio dell'uomo (l'UOMO) non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria VITA in riscatto ( dalla MORTE) per molti».
Gv 11,25 «Io sono la risurrezione e la VITA; chi crede in me, anche se muore, VIVRA' .
La VITA che libera dal MALE e che supera la MORTE è l' UOMO .

Gesù è "la" rivelazione .
Il " Figlio dell'uomo" è l'UOMO. L'uomo compiuto e Definitivo.
Gesù rivela la destinazione dell'uomo : formarsi come Uomo Compiuto e risorgere Uomo Definitivo.


Il Nuovo Mondo è il Mondo dell'Umanità Compiuta e Definitiva.
Ovvero il "regno di Dio" .

L'essere umano non possiede per natura una Vita eterna ( in greco Zoe) ma solo una vita mortale ( bios in greco ) . Nei vangeli si annuncia tutto ciò che riguarda la Vita-Zoe, perchè questa è la Vita che Gesù offre l''umanità perchè la accolga e si compia come Umanità Definitiva.

Ecco la Buona Notizia ( = il vangelo)

Gv 10:10 io sono venuto perché abbiano la Vita [ zoe =eterna ] e l'abbiano in abbondanza .
Gv 12:50 io so che il suo comandamento è vita eterna.

Gv 6:40
Questa infatti è la volontà del Padre mio, che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell'ultimo giorno».

Gv 17,1 «Padre, è giunta l'ora, glorifica il Figlio tuo, perché il Figlio glorifichi te.
2
Poiché tu gli hai dato potere sopra ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato. 3 Questa è la vita eterna: che conoscano te, l'unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo.

" conoscere" nel linguaggio biblico significa vivere una relazione di intima unione e comunicazione (= comunione ) . Rimanda infatti alla relazione tra gli sposi.

Gv 5,21 Come il Padre risuscita i morti e dà la Vita [eterna ] , così anche il Figlio dà la vita a chi vuole; .
. 24 In verità, in verità vi dico:
chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la vita eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla vita .. 26 Come infatti il Padre ha la vita in se stesso, così ha concesso al Figlio di avere la vita in se stesso;

Gesù è l'Uomo compiuto e Definitivo [Figlio dell'uomo] che offre se stesso all'umanità come Principio di compimento come Uomini Definitivi.

Gv 11,25 " Io sono la Vita ( eterna )
e // sono la Resurrezione;
chi crede in me, anche se muore ( bios), vivrà ( zoe); "


Chi Lo accoglie ha la Vita e può compiersi come Uomo e risorgere come Uomo Definitivo; chi Lo rifiuta rimane nella morte.

Questo è un giudizio dove ogni essere umano si autocommina
la sentenza . In questo modo Gesù è giudice di un giudizio universale.

27 e gli ha dato il potere di giudicare, perché è Figlio dell'uomo.
28 Non vi meravigliate di questo,
poiché
verrà l'ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la sua voce e ne usciranno:
29 quanti fecero il bene per una risurrezione di Vita e quanti fecero il male per una risurrezione di condanna.


L'ora non è la fine del mondo è quella dell'annuncio del Vangelo e dell'offerta dello Spirito di Gesù.

Gv 6:33...il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo».
Gv 6:35 .. «Io sono il pane della Vita [ eterna ] ; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete...
6:51 Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.
Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la Vita del mondo»...53 Gesù disse: «In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la Vita .

54 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la Vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. 55 Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. 56 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui. 57 Come il Padre, che ha la Vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me.



1Gv5,11b Dio ci ha dato la Vita eterna e questa vita è nel suo Figlio.
12
Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita.
13 Questo vi ho scritto perché s
appiate che possedete la vita eterna,
voi che credete nel nome ( = la persona ) del Figlio di Dio.   





top







LA RELIGIONE
Pag.  1
2  3  4  5  6 

home INDICE 

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.