Corso di Religione

Islam-crist. - pag. 1
1   2   3 


ISLAM
Il dialogo interreligioso
         


powered by FreeFind





I musulmani, " servi del Misericordioso"

Dice il Corano:

"Ecco come sono i servi del Misericordioso:
1- camminano sulla terra con umiltà;
2- quando gli ignari si rivolgono loro, dicono loro: «Pace».
3- Passano le notti pregando il Signore [...]
.
4- Quando dispensano, non sono né prodighi né avari, poiché il giusto sta nel mezzo;
5- e non invocano altra divinità accanto a Dio;
6- e non uccidono anima alcuna se non secondo diritto, perché Dio l'ha proibito;
7- e non compiono atti osceni; chiunque lo fa incorre nel peccato, avrà un castigo doppio il giorno della resurrezione, e rimarrà oppresso dall'ignominia, a meno che non si penta, creda e compia opera buona; perché a quelli Dio muterà il male in bene - poiché Dio è perdonatore, compassionevole.
8- E non testimoniano falsamente,
9- e passano nobilmente attraverso la vanità;
10- e quando i versetti di Dio sono recitati non rimangono sordi e ciechi. E dicono: Signore, da' a noi, alle nostre mogli, ai nostri discendenti, la serenità; e fa' di noi un esempio ai fedeli". (25°63-76)


Quale deve essere l' attitudine del musulmano nei confronti delle altre religioni?

Dice il Corano:

"Sì, i musulmani, gli Ebrei, i Cristiani e i Sabei [=seguaci del Battista], chiunque ha creduto in Dio e nel Giorno ultimo e compiuto opera buona, per costoro la loro ricompensa presso il Signore. Su di loro nessun timore, e non verranno afflitti".(2º 62)

(..tu, musulmano,...)
"Dì: noi crediamo in Dio, in quel che ci ha rivelato, e in quello che ha rivelato ad Abramo, a Ismaele, a Isacco, a Giacobbe, alle Tribù, in quel che è stato dato a Mosè e a Gesù, e in quel che è stato dato ai profeti dal loro Signore: noi non facciamo differenza alcuna con nessuno di loro. E a Lui noi siamo sottomessi".(2°136)
": Genti del Libro, sarete sul nulla fintanto che non seguirete la Thora, il Vangelo e ciò che vi è stato rivelato dal vostro Signore [...]. Sì, i musulmani, gli Ebrei, i Sabei, i Cristiani - chiunque crede in Dio e nel Giorno ultimo e compie opera buona -nessun timore per loro e non verranno afflitti".(5º 68-69)

"Sì, noi ti abbiamo fatto rivelazione, come noi abbiamo fatto rivelazione a Noè e ai profeti dopo di lui. E noi abbiamo fatto rivelazione ad Abramo, a Ismaele, a Isacco, a Giacobbe, e alle Tribù, a Gesù, a Giobbe, a Giona, ad Aronne, a Salomone, e abbiamo dato il Salterio a Davide. Per comunicare con Mosè Dio ha parlato. E vi sono dei messaggeri di cui ti abbiamo raccontato in precedenza, e messaggeri di cui non ti abbiamo raccontato, messaggeri annunciatori e messaggeri avvertitori, affinché dopo i messaggeri non ci fossero più per le genti argomenti contro Dio. E Dio è Potente e Saggio".(4°163-165)


Il Corano cita venticinque Profeti; ma secondo la tradizione - come si legge nel Fihrìst di Ibn Nàdim, i Profeti che predicarono sulla terra sarebbero stati 124.000, e i Libri sacri rivelati ben centoquattro. Ecco quindi perché, presso i Sufi del Centroasia, sono riconosciuti come profeti, ad esempio, il Buddha, il Thirtankara, Guro Nanaq, ciascuno portatore del suo Libro sacro.

Maometto ebbe atteggiamenti alterni verso i politeisti :

(Corano 9,5) Disapprovazione   da parte di Allah e del Suo messaggero, nei confronti   di quei politeisti con i quali concludeste un patto.  2 Per quattro mesi potrete liberamente viaggiare sulla terra e sappiate che non potrete ridurre Allah all'impotenza. Allah svergogna i miscredenti.   3Ecco, da parte di Allah e del Suo Messaggero,  un proclama alle genti nel giorno del Pellegrinaggio    : " Allah e il Suo Messaggero disconoscono i politeisti. Se vi pentite, sarà meglio per voi;  se invece volgerete le spalle,   sappiate che non potrete ridurre Allah all'impotenza. Annuncia, a coloro che non credono, un doloroso castigo.

 4  Fanno eccezione quei politeisti con i quali concludeste un patto   , che non lo violarono in nulla e non aiutarono nessuno contro di voi: rispettate il patto fino alla sua scadenza.  Allah ama coloro che [Lo] temono. 5  Quando poi siano trascorsi i mesi sacri, uccidete questi associatori (di altri signori ad Allah) ovunque  li incontriate, catturateli, assediateli e tendete loro agguati   . Se poi si pentono, eseguono l'orazione e pagano la decima    , lasciateli andare per la  loro strada. Allah è perdonatore, misericordioso.

E a  proposito della tolleranza interreligiosa:

"Se un idolatra ti chiede asilo, concedigli asilo. Ascolterà la Parola di Dio. Poi fallo giungere in un luogo per lui sicuro. Ciò perché in verità è gente ignara".(9°6)

"Nessuna costrizione in fatto di religione: la giusta direzione si distingue dall'errore, e chiunque rinnega il Ribelle e crede in Dio ha afferrato l'ansa più solida, che non si spezza. Dio sente e sa".(2°256)

"La verità emana dal Signore. Creda chi vuole, non creda chi non vuole".(18°29) "Noi non costringiamo nessuno, se non secondo le sue capacità. E nessuno verrà leso, poiché è presso di Noi il Libro che dice la verità".(23°62)


I giuristi classici hanno preferito una decisione: i politeisti non possono vivere nelle terre d'Islam a meno di subire la guerra o convertirsi .

Quali furono i rapporti con i non-musulmani nella Umma di Medina?

9,29 Combattete coloro che non credono in Allah e nell'Ultimo Giorno, che non vietano quello che Allah e il Suo Messaggero hanno vietato, e quelli, tra la gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verità,  finchè non versino umilmente il tributo , e siano soggiogati. 30  Dicono i giudei: " Esdra   è figlio di Allah"; e i nazareni dicono: " Il Messia è figlio di Allah". Questo è ciò che esce dalle loro bocche. Ripetono le parole di quanti già prima di loro furono miscredenti. Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati!31  Hanno preso i loro rabbini, i loro monaci e il Messia  figlio di Maria, come signori all'infuori di Allah, quando non era stato loro ordinato se non di adorare un Dio unico  .  Non vi è dio all'infuori di  Lui! Gloria a Lui  ben oltre ciò che Gli associano (altri signori)! 32Vorrebbero spegnere la luce di Allah con le loro bocche, ma Allah non intende che perfezionare la Sua luce, anche se ciò dispiace ai miscredenti.33   Egli è Colui che ha inviato il Suo Messaggero con la guida e la Religione della verità, onde farla prevalere su ogni altra religione, anche se ciò dispiace agli associatori(di altri signori ad Allah).

34  O voi che credete (=ebrei e cristiani), molti dottori (ebrei) e monaci (cristiani) divorano i beni altrui, senza diritto alcuno, e distolgono dalla causa di Allah. Annuncia a coloro che accumulano l'oro e l'argento e non spendono per la causa di Allah un doloroso castigo 35   nel Giorno in cui queste ricchezze saranno rese incandescenti dal fuoco dell'Inferno e ne saranno marchiate le loro fronti, i loro fianchi e le loro spalle: " Questo è ciò che accumulavate? Gustate dunque quello che   avete accumulato!".


Ma anche:

2,62  In verità coloro che credono, siano essi giudei, nazareni o sabei (=seguaci del Battista), tutti coloro che credono in Allah e nell'Ultimo Giorno e compiono il bene riceveranno il compenso presso il  loro Signore.  Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti.

5,69 Coloro che credono, i Giudei, i Sabei o i Nazareni e chiunque creda in Allah e nell'Ultimo Giorno e compia il bene, non avranno niente da temere e non saranno  afflitti. 22,17 E certamente, nel Giorno della Resurrezione, Allah giudicherà tra coloro che hanno creduto, i giudei, i sabei , i cristiani, i magi    e coloro che  attribuiscono (signori, divinità) associati ad Allah. In verità Allah è testimone di ogni cosa.18 Non vedi dunque che è davanti ad Allah che si prosternano tutti coloro che sono nei cieli e tutti coloro che sono sulla terra e il sole e la luna e le stelle e le montagne e gli alberi e gli animali e molti tra gli uomini   ? Contro molti [altri] si realizzerà il castigo. E chi sarà disprezzato da Allah non sarà onorato da nessuno. Allah fa quello che vuole.


Per ebrei e cristiani ci sono parole di accusa
: ebrei , i miscredenti, i cristiani, gli iniqui.

5,44 Facemmo scendere la Torâh, fonte di guida e di luce. Con essa giudicavano tra i giudei, i profeti sottomessi ad Allah, e i rabbini e i dottori: [giudicavano] in base a quella parte dei precetti di Allah che era stata loro affidata e della quale erano testimoni. Non temete gli uomini, ma temete Me. E non svendete a vil prezzo i segni Miei. Coloro che non giudicano secondo quello che Allah ha fatto scendere, questi sono i miscredenti.

45 Per loro prescrivemmo vita per vita, occhio per occhio, naso per naso, orecchio per orecchio, dente per dente e il contrappasso per le ferite. Quanto a colui che vi rinuncia   per amor di Allah, varrà per lui come espiazione. Coloro che non giudicano secondo quello che Allah ha fatto scendere, questi sono gli ingiusti.

46 Facemmo camminare sulle loro orme Gesù figlio di Maria, per confermare la Torâh che scese prima di lui. Gli demmo il Vangelo, in cui è guida e luce, a conferma della Torâh che era scesa precedentemente: monito e direzione per i timorati. 47  Giudichi la gente del Vangelo in base a quello che Allah ha fatto scendere (= il Corano) . Coloro che non giudicano secondo quello che Allah ha fatto scendere,questi sono gli iniqui. 48 E su di te abbiamo fatto scendere il Libro con la Verità, a conferma della Scrittura che era scesa in precedenza e lo abbiamo preservato da ogni alterazione. Giudica tra loro secondo quello che Allah ha fatto scendere, non conformarti alle loro passioni allontanandoti dalla verità che ti è giunta.

Maometto finisce per attribuire le divergenze fra le tre religioni a Dio stesso.

48.. Ad ognuno di voi abbiamo assegnato una via e un percorso. Se Allah avesse voluto, avrebbe fatto di voi una sola comunità. Vi ha voluto però provare con quel che vi ha dato. Gareggiate in opere buone: tutti ritornerete ad Allah ed Egli vi informerà a proposito delle cose sulle quali siete discordi.


49 Giudica dunque tra di loro secondo quello che Allah ha rivelato e non indulgere alle loro passioni. Bada che non cerchino di allontanarti da una parte di quello che Allah ha fatto scendere su di te. Se poi ti volgon le spalle, sappi che Allah vuole colpirli per alcuni dei loro peccati. Invero molti uomini sono perversi.


Secondo l'Islam non c'è possibilità di concordanza tra le tre religioni prima della resurrezione finale. La  tradizione intende questa affermazione come una profezia.

(Corano,2,145) Anche se tu recassi a coloro che hanno ricevuto la Scrittura, ogni specie di segno, essi non seguiranno il tuo orientamento, né tu seguirai il loro, né seguiranno gli uni  l'orientamento degli altri. E se dopo che ti è giunta la scienza, seguissi i loro desideri, saresti certamente uno degli ingiusti.146 Coloro ai quali abbiamo dato la Scrittura, lo riconoscono come riconoscono i  loro figli. Ma una parte di loro nasconde la verità pur  conoscendola. (eretici,approfittatori della religione) 147 La verità appartiene al tuo Signore. Non essere tra i dubbiosi.

124 In verità il Sabato fu istituito solo per coloro che divergevano in proposito   .Nel Giorno della Resurrezione il tuo Signore giudicherà tra di loro in merito alle loro divergenze.


Ma ci sono anche parole di speranza:

(Corano 29:46, 16:125)  29,46 Dialogate con belle maniere con la gente della Scrittura, eccetto quelli di loro che sono ingiusti. Dite [loro]: " Crediamo in quello che è stato fatto scendere su di noi e in quello che è stato fatto scendere su di voi, il nostro  Dio e  il vostro  sono lo stesso Dio ed è a Lui che ci sottomettiamo   ."

47 Così abbiamo fatto scendere su di te   il Libro. Coloro ai quali abbiamo dato il Libro credono in esso e anche tra loro c'è chi crede  . Solo i  miscredenti negano i Nostri segni.

16, 120 In verità Abramo fu un modello, obbediente ad Allah e sincero: egli non era affatto un politeista,121 era riconoscente ad Allah per i Suoi favori. Allah lo scelse, lo guidò sulla retta via. 122 Gli abbiamo dato il bene in questa vita e nell'altra sarà certamente tra i giusti.  123 Quindi ti rivelammo: " Segui con sincerità la religione di Abramo: egli non era affatto un associatore".  (di altri signori ad Allah) 124 In verità il Sabato fu istituito solo per coloro che divergevano in proposito   .Nel Giorno della Resurrezione il tuo Signore giudicherà tra di loro in merito alle loro divergenze.

125 Chiama al sentiero del tuo Signore con la saggezza e la buona parola e discuti con loro nella maniera migliore. In verità il tuo Signore conosce meglio [di ogni altro] chi si allontana dal Suo sentiero e conosce meglio [di ogni altro] coloro che sono ben guidati. Abramo non era né giudeo né nazareno, ma puro credente  e musulmano. E non era uno degli associatori.  68  I più vicini ad Abramo sono quelli che lo hanno seguito [così come hanno seguito] questo profeta  e quelli che hanno creduto. Allah è il patrono dei credenti. 

69   Una parte della gente della Scrittura avrebbe voluto, potendo, farvi perdere. Ma furono loro a perdersi e non ne sono coscienti.  70 O gente della Scrittura, perché smentite i segni di Allah mentre ne siete testimoni?  71  O gente della Scrittura, perché avvolgete di falso il vero e lo nascondete, mentre ben lo conoscete? 72 Una parte della gente della Scrittura dice così: " All'inizio del giorno credete in quello che è stato fatto scendere su coloro che credono, e alla fine del giorno rinnegatelo. Forse si ricrederanno   . 
73 Credete solo a quelli che seguono la vostra religione". 

Di': " In verità la guida è quella di Allah: Egli può dare a chi vuole quello che ha dato a voi.[E coloro che da Lui ricevono] dovrebbero forse polemizzare con voi davanti al vostro Signore?"
Di': " In verità la Grazia è nelle mani di Allah che la dà a chi vuole. Allah è immenso, sapiente.  74 Riserva la Sua misercordia a chi vuole Lui, Allah possiede la grazia più grande" 75  Tra le genti della Scrittura ci sono alcuni che, se affidi loro un qintâr    ,  te lo rendono e altri che se affidi loro un denaro non te lo rendono finché tu         non stia loro addosso per riaverlo. E ciò perché dicono: "Non abbiamo obblighi verso i gentili(=i non ebrei)" .E consapevolmente dicono menzogne contro Allah. 

76  Chi invece è fedele ai suoi impegni e agisce con pietà, ebbene Allah ama i pii.  77In verità coloro che svendono a vil prezzo il patto con Allah e i loro giuramenti, non avranno parte alcuna nell'altra vita. Allah non parlerà loro, né li guarderà nel Giorno della Resurrezione, non li purificherà e avranno doloroso castigo.  

78 Ci sono alcuni di loro che distorcono la Scrittura con la lingua per farvi credere che ciò è parte della Scrittura, mentre le è estraneo. Dicono: "Proviene da Allah ", mentre invece non proviene da Allah. E, consapevolmente, dicono menzogne contro Allah. 

79   Non si addice ad un uomo al quale Allah ha dato la Scrittura e la saggezza e la dignità di profeta, dire alle genti: " Adorate me all'infuori di Allah"  , ma piuttosto: "Siate veri devoti del Signore, voi che insegnate il Libro e lo avete studiato".  80  E non vi ordinerà di prendere per signori Angeli e Profeti.


5,82 Troverai che i più acerrimi nemici dei credenti sono i Giudei e politeisti e troverai che i più prossimi all'amore per i credenti sono coloro che dicono: " In verità siamo nazareni" ( = cristiani) ,  perché tra loro ci sono uomini dediti allo studio   e monaci che non hanno alcuna superbia.83  Quando sentono quello che è sceso sul Messaggero, vedrai i loro occhi versare lacrime per la verità che vi hanno riconosciuto. Dicono: " O nostro Signore, noi crediamo: annoveraci tra i testimoni   !84  Come potremmo non credere in Allah e in quella parte della verità che ci è giunta, quando bramiamo che il nostro Signore ci introduca in compagnia dei devoti? ". 85 Allah li compenserà per quello che dicono, con i Giardini dove scorrono i ruscelli,  in cui rimarranno in perpetuo. Questo è la mercede di coloro che compiono il bene. 86  E quanto a coloro  che sono miscredenti e tacciano di menzogna  i Nostri segni, questi sono i compagni della Fornace.


top




Islam-crist. - pag. 1
1   2   3 


Introduzione    Religione   Etica   Politica       
Donna
    Diritto   Radicalismo    Attualità   Islam-crist

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.