Sei a pag. 1 di home - Scintoismo                                           Sintesi

La religiosità giapponese

La vita religiosa del giappone sebbene sia permeata di confucianesimo e di buddhismo viene sentita come esperienza religiosa unitaria. L'anima religiosa giapponese ha come valori fondamentali :
- la predisposizione verso la natura, la tolleranza
- l'immanenza, la valorizzazione delle realtà terrene .
- l'intuizione del bello, l'ansia di trovare l'armonia del mondo.

«Se una religione promette ricchezza, salute e vittorie i giapponesi l'abbracciano subito; se parla di soprannaturale , di eternità i giapponesi restano indifferenti.»[Endo Shusaku].

Lo Scintoismo

La religione giapponese è dominata dallo shintoismo [shen-tao(cinese)= shin-to=kami-no-mici (giapponese)=la via degli spiriti]. E' una religione di stato ed una religione popolare.

E' anche insieme di diversi atteggiamenti religiosi, diverse credenze e pratiche perfettamente definite ed organizzate a livello statale e locale. Il definitiva è un insieme di valori tradizionali che unisce e la società giapponese. Si fonda su tradizioni antichissime custodite nelle corti imperiali che hanno prodotto anche testi sacri considerati rivelati.

Questi testi contengono i miti di fondazione secondo i quali i giapponesi sono di origine semidivina. Dall'Uno i due: Yo e In, Cielo e Terra; che diventano Yoshi e Yashi, poi Izanami e Izanagi che creano il Giappone e tutti i kami. Uno di questi , Amaterasu dea del sole, si unisce all'Imperatore dando origine alla stirpe giapponese. Amaterasu è rimasto lo spirito più alto tra tutti i kami ma non corrisponde ad un Dio assoluto, perfetto ed onnipotente: per i giapponesi materia e spirito non sono separati ma sono mescolati nella Esistenza.

I kami animano la Natura e lì vanno cercati, ma neppure un kami è perfetto: non esiste una verità assoluta, un criterio assoluto di giudizio una Perfezione-modello. Nessuno ha mai ragione o torto in senso assoluto. La fede religiosa nella rivelazione mitologica , il kmunagara = seguire la Via degli dèi è qualcosa che esiste per forza propria e non ha un principio movente , creatore o fondatore. Ogni religione contiene in se stessa una traccia della Verità Originaria.

La religione scintoista si caratterizza per :

1-la ricerca del sacro nella natura.

Il mondo si divide in 3 Regioni:
-la regione celeste
-il Giappone
-l'aldilà che comprende il mondo sotterraneo e quello marino.

La natura è divina : ogni sua parte è pervasa da spiriti che la rendono espressiva : « un tempo le erbe e gli alberi parlavano» [ testo sacro Nihongi] « le rocce, gli alberi, la schiuma delle verdi acque discutono» [?] Sotto la natura si nasconde lo spirito, il divino, i kami. Gli dèi o spiriti, i kami [=corpi nascosti] .

Gli alberi cono sacri in quanto dimora di divinità. Alcuni sono provvisti di interdetti. Abbattere un albero è un rito per richiamare il kami. Attraverso gli alberi gli dèi possono entrare in casa o nel tempio. Il sempreverde bamboo è simbolo di longevità.

Il topo è messagero degli inferi. Alcune divinità si incarnano in animali: serpente, drago,cormorano cervo bianco e volpe.
Il serpente è la capcità di uscire dalla cultura e redgredire ad uno stato embrionale, rinnovarsi partecipare ad un ordine superiore in cui la morte diventa la condizione di vita.
La montagna è l'asse che lega queste 3 regioni : l'altezza è solidale con il Cielo, le acque che scorrono sono passaggi per il mondo sotterraneo e marino.
Il mare è simbolo dell'oltretomba e dell'alterità.
I giapponesi sentono i kami vicini ed onnipresenti: li invocano continuamente ed in ogni occasione. L'esperienza religiosa consiste nel prendere intuitivamente coscienza della propria natura semidivina : il kami si deve cercare, sentire, adorare, contemplare. Quando l'uomo comunica con il kami viene assalito da un sentimento di umiltà e riconoscenza. I kami trasmettono il musubi la forza creatrice-generatrice che lega tutte le esistenze dell'universo, la Forza Vitale.
Il giapponese è immortale per natura e la morte è un mutamento di forma : la vita nell'universo come kami.

2-il rispetto degli antenati all'interno di forti organizzazioni famigliari e di clan.

Il giapponese nasce con una missione che è il senso della vita: realizzare gli ideali degli antenati ed accudire ai discendenti con responsabilità. Antenati e discendenti costituiscono la linea della Vita- il tsunagari -che spinge la coscienza del giapponese a dare tutto se stessi in ogni momento e situazione con entusiasmo.

3-culti e feste locali. Ce ne sono ogni giorno, tutto l'anno, ovunque.

4-unità fra religione e nazione (religione etnica).

I peccati sono i crimini. I più gravi sono quelli compiuti contro la religione.Il senso di peccato non esiste ,è forte il senso del fallimento : la vergogna.

I Templi.

L'esperienza religiosa viene ricercata ovunque ma soprattutto nei templi in cui sono posti i santuari dei kami.
In Giappone si nominano 8 milioni di kami diversi che si venerano in più di 100.000 templi.I templi scintoisti sono le dimore pubbliche dei Kami.

Il Tempio scintoista in genere è un giardino, piccolo o anche grande come una regione che deve rappresentare in iniatura tutto il cosmo.

I simboli più esterni del tempio scintoista:

- tori=portale. Non ha nessuna funzione, è un puro simbolo posto all'entrata dello spazio sacro, il tempio: segna l'entrata in una dimensione fuori dall'ordinario. Di solito dal primo tori di entrata fino al santuario ce ne sono almeno altri due: al sacro si accede per gradi. Nel mito di Amaterasu il tori è letteralmente l'appollatoio su cui si posano gli uccellini che cantano. Questi uccelli sono poi i galli che cantano al sol levante.
- pilastro. Nel mito della creazione Izanami e Izanagi dopo aver creato l'isola vi discendono ed erigono un pilastro ed un edificio: dopo avevrvi girato intorno si uniscono. Il pilastro è l'asse cosmico che unisce la Terra al Cielo.
- ponte. Izanami e Izanagi nel mito della creazione , prima di far nascere l'isola si trovano su un ponte che galleggia nelle acque. E' il tramite fra Terra e Cielo.
- shimenawa . Shima significa isola. Significa anche giardino. Nei due casi si tratta di uno spazio sottratto all'ambiente esterno e godibile per l'uomo. Shime significa nodo. Attraverso la legatura l'uomo disciplina il mondo che lo circonda - il giardino rappresenta uno spazio ordinato dall'uomo. Dunque shimenawa fa risuonare il senso di una operazione di ordinamento di uno spazio naturale verso significati religiosi.

Il giardino giapponese è l'icona del macrocosmo, dell'universo ordinato ed armonioso, sforzo dell'uomo di imitare il modello perfetto della Natura.Entrare nel tempio significa entrare nella dimensione sacra dell 'Universo dove dimorano i Kami.

L'esistenza ordinaria contamina la natura spirituale, divina, del giapponese : entrare nel Tempio significa perciò purificarsi e avvicinarsi sempre di più alla propria natura di Kami.
Il Kami che dimora nel tempio viene visitato affichè l'esperienza religiosa che produce purifichi la natura della persona .

Al Tempio ci sono padiglioni per la danza sacra, per i pasti sacri, per i canti sacri.
Il centro è il Santuario dove si manifesta la presenza del kami e all'interno del quale accede solo il clero.
Al tempio ci sono sacerdoti e sacerdotesse, un clero volontario ed un clero statale, così come monaci e vergini consacrate. Al tempio si celebrano i riti religiosi personali come l' iniziazione , il matrimonio, il funerale e i riti collettivi .

Nella regione di Ise c'è il Tempio e Santuario Centrale dello Scintoismo , natural mente dedicato ad Amaterasu , Kami al centro del culto nazionale.

L'Imperatore.

Il capo della religione scintoista è l'Imperatore del Giappone. Egli è il custode della Tradizione e sacerdote del Culto Imperiale , il culto più elevato.  Viene considerato un Kami del Cielo che vive in Terra e che intercede continuamente presso il Cielo per il benessere dei Giapponesi.

   Sei a pag. 1 di home - Scintoismo                                           Sintesi