Corso di Religione


CRISTIANESIMO
LA NUOVA ALLEANZA

home   INDICE


         


powered by FreeFind





La Legge della Nuova Alleanza Rinnovatevi nello spirito della vostra mente e rivestite l'Uomo Nuovo ( Ef 4,23-24) .

Lo Spirito che anima Dio e Gesù è Amore divino, la Carità.
Carità è l'Amore di Dio nei confronti dell'umanità
.

La Legge dei cristiani , coloro che partecipano dello Spirito//Carità , è la Legge dell'Amore di Dio, la Legge della  Carità.



Gv 17,26 perché
l
'amore con il quale [ tu, Padre ] mi hai amato
sia in essi
e
io sia in loro».

L' amore-carità che Gesù comunica al cristiano lo ispira ad amare tutto e tutti ed è la legge di natura che unisce i cristiani a Gesù , a Dio e fra di loro.

E' una Legge perfetta perchè è la Legge di natura di Dio stesso.

Mt 5,48 Voi, dunque, siate perfetti
nella Carità
come è perfetto il Padre vostro celeste
.
Gc 1,4 E la pazienza completi l'opera sua in voi,
perché siate perfetti e // integri, senza mancare di nulla.

Quando il cristiano accoglie con fede Gesù // lo Spirito, nel suo agire egli " libera" la Carità che ha in se stesso e fa esperienza della sua unione alla natura// Spirito di Dio.


La Nuova legge Naturale La concezione legalista dell'alleanza nelle religione giudaica vedeva la legge divina come un elenco preciso di precetti che separavano il lecito dal non lecito.

Tutto ciò che non era "precettato" poteva considerarsi lecito. Questa mentalità religiosa -secondo Gesù- è contraria allo Spirito di Dio.

La Carità non è un elenco di precetti ma è lo Spirito che muove l'essere dal cuore cioè dal suo centro di pensiero ed azione.

L 'istruzione per Vivere lo Spirito, la Carità, è Gesù stesso.

CUCC- 580 L'adempimento perfetto della Legge poteva essere soltanto l'opera del divino Legislatore nato sotto la Legge nella Persona del Figlio [Cf Gal 4,4 ]. Con Gesù, la Legge non appare più incisa su tavole di pietra ma scritta nel “cuore” del Servo ( Ger 31,33 )

581 Gesù è apparso agli occhi degli Ebrei e dei loro capi spirituali come un “rabbi” [Cf Gv 11,28; Gv 3,2; 581 Mt 22,23-24; Mt 22,34-36 ]. Spesso egli ha usato argomentazioni che rientravano nel quadro dell'interpretazione rabbinica della Legge [Cf Mt 12,5; Mt 9,12; Mc 2,23-27; Lc 6,6-9; Gv 7,22-23 ]. Ma al tempo stesso, Gesù non poteva che urtare i dottori della Legge; infatti, non si limitava a proporre la sua interpretazione accanto alle loro: “Egli insegnava come uno che ha autorità e non come i loro scribi” ( Mt 7,29 ). In lui, è la Parola stessa di Dio, risuonata sul Sinai per dare a Mosè la Legge scritta, a farsi di nuovo sentire sul Monte delle Beatitudini [Cf Mt 5,1 ]. Essa non abolisce la Legge, ma la porta a compimento dandone in maniera divina l'interpretazione definitiva: “Avete inteso che fu detto agli antichi. . . ma io vi dico” ( Mt 5,33-34 ). Con questa stessa autorità divina, Gesù sconfessa certe “tradizioni degli uomini” ( Mc 7,8 ) care ai farisei i quali annullano “ la Parola di Dio ” ( Mc 7,13 ).

Dio per mezzo di Gesù partecipa al suo popolo la Sua natura divina e in questo modo "  scrive " il suo Spirito nella natura umana. L'uomo può diventare Uomo e compiersi come Uomo Definitivo.

Lo Spirito divino, la "natura morale" di Dio viene " scritta" come una Legge interiore di natura, nell'essere dell'uomo per conformarlo a Gesù, l'UomoDio.

2 Cor3,3 È noto infatti che voi siete una lettera di Cristo composta da noi,
scritta non con inchiostro, ma con lo Spirito del Dio vivente,
non su tavole di pietra,
ma sulle tavole di carne dei vostri cuori.

Nel Nuovo Patto, la legge divina è fatta penetrare nel cuore, nella coscienza, sede della libertà, dell'intelletto, della ragione e della volontà, dei sentimenti, etc. come qualcosa di costitutivo dell'essere .

Uomo Nuovo.
La Carità è... Giov 14,17 lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché egli dimora presso di voi .La Natura di Dio diventa parte costitutiva dell'Uomo facendolo simile a Lui capace, per nuova natura, di Vita divina, Amore divino, la Carità.

CUCC
1972
La Legge nuova è chiamata
- una legge d'amore,perché fa agire in virtù dell'amore che lo Spirito Santo infonde,
più che sotto la spinta del timore;
-una legge di grazia, perché, per mezzo della fede e dei sacramenti, conferisce la forza della grazia per agire;
-una legge di libertà , [Cf Gc 1,25; Gc 2,12 ] perché ci libera dalle osservanze rituali e giuridiche della Legge antica, ci porta ad agire spontaneamente sotto l'impulso della carità,
ed infine ci fa passare dalla condizione del servo “che non sa quello che fa il suo padrone” a quella di amico di Cristo “perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi”
( Gv 15,15 ), o ancora alla condizione di figlio erede [Cf Gal 4,1-7; 1973 Gal 4,21-31; Rm 8,15 ].


1965 La nuova Legge o Legge evangelica è la perfezione quaggiù della legge divina, naturale e rivelata
..
.è anche opera dello Spirito Santo
e, per mezzo di lui, diventa la legge interiore della carità:
“Io stipulerò con la casa d'Israele. . . un'alleanza nuova. . . Porrò le mie leggi nella loro mente e le imprimerò nei loro cuori; sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo” ( Eb 8,8; Eb 8,10 ) [Cf Ger 31,31-34 ].

1960 I precetti della legge naturale non sono percepiti da tutti con chiarezza ed immediatezza.
Nell'attuale situazione, la grazia e la rivelazione sono necessarie all'uomo peccatore perché le verità religiose e morali possano essere conosciute “da tutti e senza difficoltà, con ferma certezza e senza alcuna mescolanza di errore” [Pio XII, Lett. enc. Humani generis: Denz. -Schönm., 3876].

I cristiani non sono dei giusti per proprio merito , perchè osservano dei precetti divini, ma perchè "servi" della giustizia che si è manifestata in Gesù , lo Spirito- Carità.

Rm6,18 e così, liberati dal peccato,
siete diventati servi della giustizia.

La legge cristiana e lo spirito dell'anricristo, il maligno Questa vita nuova mossa interiormente da una natura nuova , umanodivina, dono gratuito di Gesù , non è un dinamismo automatico : lo Spirito di Gesù è dato nel modo di una alleanza: per non perderla è necessario vivere nella pienezza di ispirazione dello Spirito .

Si tratta ancora di un modo in cui Dio si rivela alleato dell'uomo nel suo compiersi come Uomo Definitivo, una nuova alleanza che come l'antica può essere "rotta" dal cristiano.


I cristiani sono persone sottratte al potere del peccato, riscattate dalla schiavitù del maligno ( come l'essere schiavi del preumano che è nell'uomo e comportarsi come bestie ): sono morte al peccato, ma il peccato, il maligno, non è morto.

I cristiani sono ancora sotto minaccia del maligno ( come il preumano che è il loro ) che può, attraverso la suggestione del desiderio , introdurre di nuovo nella persona il potere del peccato.

Questo potere consiste in uno spirito contrario allo Spirito ( cf. Rm 7), lo "spirito dell'anticristo".


2Cor 3,17 Il Signore è lo Spirito

1Gv 4,3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio.
Questo è lo spirito dell'anticristo
che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.


Lc 6,45 L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene;
l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male

Mt 12,34 , come potete dire cose buone, voi che siete cattivi?
La bocca infatti esprime
ciò che dal cuore sovrabbonda. ( //Mt 15,18)

Lo spirito del peccato, il maligno, agisce dal cuore, dal centro decisionale ed emotivo della persona, come un anticristo che invece di compiere nella perfezione la persona ( = la creazione) la degrada da Uomo in uomo o anche in bestia.

ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore.
Mt 15,19
Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie.
Mc 7,2
1 Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, ...

vi è stato detto , ma Io vi dico..
L'Uomo, che possiede lo Spirito ( =uomo pneumatico) è Nuovo perchè ha una Nuova Natura che partecipa di quella divina di Gesù , quindi ha una Nuova Legge di Natura , quella dello Spirito.

Gal 5, 16 Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito

Gli evangelisti Matteo e Luca hanno rielaborato un'unica fonte apostolica per costruire un " discorso" di Gesù che esemplifichi la " Legge dello Spirito" mettendola in controluce con la Legge religiosa della tradizione giudaica.

Il Discorso di Gesù è rivolto ad una comunità e mai al singolo perchè è nella comunità della carità per le beatitudini che si vive come figli del Padre. In questo Discorso Gesù parla con il linguaggio ebraico dei suoi uditori per esprimere però significati nuovi .

Gesù non parla di una Nuova Legge Morale osservando la quale si " merita" la vita eterna, ma di una condizione costitutiva dell'Uomo Nuovo, dotato di Spirito che si esprime con una personalità Nuova, caratterizzata dalla Carità.

L' alleanza con Israele riguardava l'uomo naturale e si fondava sulla Legge morale naturale che Israele considerava rivelata da Dio a Mosè ed il cui nucleo erano i 10 comandamenti. Anche gli analfabeti potevano apprendere a memoria questi punti centrali della Legge che in Israele indicavano i peccati mortali, quelli che rompevano l'alleanza e meritavano la scomunica ( espulsione dal popolo di Dio) e // la morte per lapidazione ( chi ruba una vita a Dio ha solo la propria vit da ridarGli) .

La Legge Morale Naturale dice " non uccidere" perchè sarebbe un atto disumano, atto che che non realizza l'"essere uomo" anzi lo nega come tale.

Parallelamente la legge mosaica dice che l'omicidio è un peccato mortale che rompe l'alleanza con Dio ( uccidere il prossimo è l'atto radicale di non amarlo) e l'omicida è sotto giudizio divino . La legge mosaica esprime questo giudizio con la legge del taglione-contrappasso ( vita per vita ); l'omicida cioè deve essere messo a morte .

Gesù toglie forza ad ogni sentenza umana comminata in nome di una legge divina.

Mt5,21 Avete inteso che fu detto : Non uccidere;
e
chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio.

Gesù ribadisce che l'omicidio è un peccato grave ed è sotto giudizio divino. Ma vindice non è l'uomo//la religione, bensì Dio , che è il creatore //datore di vita ; a Lui appartiene la Vita , anche quella dell'omicida , perciò a Lui appartengono anche il giudizio e la sentenza.

22 Ma io vi dico:

Gesù è la Parola incarnata di Dio , parla a nome di Dio , e dice :

Mt 11,29 Prendete il mio giogo sopra di voi
( vivere ed annunciare il Vangelo, l'Uomo)
e // imparate da me,
l'Uomo Compiuto e Definitivo
che
sono mite e umile di cuore,
il Gesù agisce solo lo Spirito divino che è Amore ed è uno spirito di mitezza e // umiltà
e troverete ristoro per la vostra Vita.
in questo Spirito

La Nuova Legge Naturale dell'Uomo è lo Spirito divino stesso, la legge evangelica ; senza negare la legge naturale, la Nuova Legge muove ad una Vita di perfezione , di pienezza e integrità umana, come quella rivelatasi in Gesù, quella della Carità.

La nuova alleanza riguarda Uomini Nuovi, che sono partecipi della natura divina, lo Spirito e che sono potenzialmente capaci di perfezione in umanità, come Lui.


Rm 12,1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio,
a offrire i vostri corpi come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio;
è questo il vostro culto spirituale.

Rm 6, offrite voi stessi a Dio come viventi, ritornati dai morti,
// e le vostre membra a Dio come strumenti di giustizia
.
14Il peccato infatti non dominerà su di voi,
perché non siete sotto la Legge, ma sotto la grazia.
cioè sotto la signoria dello Spirito

Chi non Vive questo "culto" ...

Rm 6,12Il peccato dunque non regni più nel vostro corpo mortale, così da sottomettervi ai suoi desideri.
13
Non offrite al peccato le vostre membra come strumenti di ingiustizia,
altrimenti il peccato dominerà ancora su di voi

... attira su di sè il giudizio divino e la sentenza è sfavorevole.

Perciò, dice Gesù , lo Spirito è la Legge, il criterio per giudicare i peccati , quelli che rompono la nuova alleanza e separano dalla Vita eterna che già si possiede.

La Legge Naturale// Mosaica guarda all'atto in se stesso , Gesù invece invita a guardare lo spirito che ha mosso l'Uomo a compiere quell'atto.


Mt 12,34 Razza di vipere, come potete dire cose buone, voi che siete cattivi?
La bocca infatti
esprime ciò che dal cuore sovrabbonda.
Mt 15,18 ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore.
Questo rende impuro l'uomo.

Ogni parola esprime lo spirito che agisce dall'interiorità e che "gonfiandosi" fuoriesce dalla bocca. E' lo spirito che esce nelle parole e negli atti che rende l'uomo puro o impuro, cioè degno di essere in comunione o di essere contrario a Dio.

Mt 15,19 Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie.
Mc 7,21 Dal di dentro infatti, cioè
dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi,..

L'Uomo , il credente che ha ricevuto lo Spirito deve imparare a guardare " lo spirito che esce da sè " nelle sue parole e nei suoi atti perchè è questo spirito che lo "crea" come Uomo ( se è Carità) o lo " decrea" in uomo ( o anche in bestia ) se è lo spirito del peccato, del maligno, dell'anticristo.

La prima chiave di lettura dello spirito che esce dall'uomo nel suo parlare ed agire è lo spirito con cui l'Uomo tratta il fratello nella comunità perchè questo è il culto cristiano.



Per esempio:

1--chiunque è [e rimane] adirato con il proprio fratello,
è nella condizione di essere sottoposto a giudizio


Il comandamento è "Amatevi come Io ho Amato voi" ( cioè con Carità fino a dare la mia Vita a vostro favore).

Chi non Vive questo culto attira su di sè il giudizio divino e la sentenza è sfavorevole.

Non c'è bisogno di uccidere un fratello ( atto esterno) per essere sotto sentenza divina sfavorevole , basta decidere nel cuore di separarlo dal proprio Amore ( atto interno).

Adirarsi con un fratello è sempre possibile e diversi possono essere i motivi. L' "essere adirati o rimanere adirati" come il verbo suggerisce ( " con te non parlo più "  " sparisci dalla mia esistenza"  " ti odio" etc.) rivela uno spirito che vuole togliere il fratello dalla sfera della propria Carità, uno spirito opposto allo Spirito di Dio.

Non c'è bisogno di uccidere un fratello ( atto esterno) per essere sotto sentenza divina sfavorevole , basta decidere nel cuore di separarlo dal proprio Amore ( atto interno).

Adirarsi con un fratello è sempre possibile e diversi possono essere i motivi. L' "essere adirati o rimanere adirati" come il verbo suggerisce ( " con te non parlo più "  " sparisci dalla mia esistenza"  " ti odio" etc.) rivela uno spirito che vuole togliere il fratello dalla sfera della propria Carità, uno spirito opposto allo Spirito di Dio.

L'atto esteriore di adirarsi o rimanere adirati con qualcuno è un atto umanamente possibile ed anche accettabile dall'uomo, ma non è così per l'Uomo : questi rifiuterebbe lo Spirito//Vita " dell'eterno" per vivere uno spirito contrario, cioè si separerebbe dallo Spirito//Vita//Dio e degraderebbe a uomo , e peccatore.

Dice Giovanni :
1Gv 3,15 chiunque odia suo fratello è un omicida.

L'autogiudizio del cristiano deve riferirsi sempre all'atto interno , lo spirito che esce dal cuore ( come l'odio) e che non si vede nell'atto esterno.


Uno spirito che vuole separare il fratello da sè, dal proprio Amore e si manifesta come un essere adirati verso di lui , è uno spirito omicida perchè si oppone allo Spirito di Dio .

Tale atto interno attira il giudizio divino ed una sentenza sfavorevole.

Il peccato-reato di omicidio veniva giudicato dal tribunale locale di 23 membri , giudizio cui si poteva fare appello nella Corte Suprema, il Sinedrio.

2--Chi poi dice al fratello: testa vuota
sarà sottoposto al Sinedrio

rhaká (termine non greco ma propabile transfonetica dell'aramico rōq, che significa "vuoto") quindi "testa vuota" ( senza-cervello, senza testa, uno che perso la testa , stupido, etc. : " sei un imbecille, un idiota, non vali niente, etc." " quello è un cretino non dategli retta " etc..

Lo spirito che esce e si manifesta come insulto e vuole separare il fratello dall'Amore proprio e della comunità , è uno spirito omicida che attira il giudizio divino come di un tribunale supremo ( il Sinedrio) dove la sentenza è sfavorevole e senza appello.

3-- e chi gli dice: perverso, rinnegato
sarà sottoposto al fuoco della Geenna

letteralmente: e chi gli dice folle. Il termine mòre si trova in LVXX Dt 23, 5Prevaricano contro di Lui ( Dio): non sono suoi figli, per le loro macchie, generazione tortuosa e perversa. 6 Così tu ripaghi il Signore, popolo // stolto e privo di saggezza? . Insulti come "quella è una putt..." " quello è un criminale .." che suonano nel mondo ebraico di allora come : " sei impuro in modo irrecuperabile , non puoi far parte del popolo di Dio, meriti la morte" etc..

Uno spirito che vuole separare il fratello dall'Amore proprio e della comunità con un insulto-giudizio inappellabile che implica la rottura definitiva dei rapporti ( rinnegato!) , è uno spirito omicida che attira il giudizio divino ed una semtenza per una pena totale : il crematorio ( Gehinnon) .

La Geenna era una valle dove si buttavano le immondizie per incenerirle .

Per vedere se una azione è giusta o peccaminosa non è sufficiente osservarla nella sua esteriorità oggettiva : bisogna guardare al cuore, alla progettualità, alle intenzioni, allo "spirito" che contiene.

Alla morte ciascuno dovrà confrontare la sua vita con la sua coscienza-cuore, davanti a Gesù e lì usciranno dai fatti anche le intenzioni, gli " spiriti".

L'uomo si compie come Uomo Definitivo, cioè si " salva" , solo per mezzo di Gesù che gli dona il suo Spirito//Vita. Non per le pratiche religiose.




top




NUOVA ALLEANZA  Pag.  4
 1   2   3   4   5 

home INDICE 

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato.