Sei a pag. 1  di home > religiosità                                     Satanismo                    -   Vai a pag.    1  2  3  4

I fatti secondo i giornali

Nell'ottobre 1999, dopo la denuncia di un'ex adepta, la polizia ha fatto irruzione in una chiesa sconsacrata vicino a Tivoli, in provincia di Roma, dove alcuni satanisti si davano un appuntamento fisso, il primo venerdì del mese ( giorno in cui i cattolici onorano Gesù in modo particolare ) , per incontrarsi e praticare i loro riti.

-Indossati dei mantelli con i cappucci neri, procedevano alle «celebrazioni» che consistevano
- nell'assunzione di stupefacenti,
- nel sacrificio di vari animali,
- in orge di sesso compreso lo stupro di donne    anche minorenni che non erano in condizioni di    opporsi perché drogate

- in varie tipologie di offese a Gesù .. etc.

Le «messe nere», nate secondo le fonti a disposizione nel secolo XVII alla corte di Luigi XIV, sono state tramandate e rilanciate nella storia , anche d'Italia , dai diversi movimenti degli adoratori di Satana presenti e in molti altri gruppi apparentemente estranei a Satana. ( vedi : esoterismo, spiritismo, magìa)

Si tratta di rituali che ricalcano , scimmiottandola in negativo, la messa cattolica, in quanto ne sono una parodia erotico-blasfema, con tanto di officiante, sacerdoti, chierici, letture e profanazione dell'eucarestia. Ostie consacrate, commissionate a finti cattolici insospettabili , vengono ricoperte di insulti, sputi, escrementi e persino infilate nella vagina di una donna come massima blasfemia e offesa a Gesù, il Figlio di Dio.

Gli accoliti sono coperti da un grande mantello con cappuccio stile boia, il gran cerimoniere indossa paramenti neri, le immagini sacre e i crocefissi sono capovolti. Si invoca Satana come un amico confidente, chiedendogli favori: potere, successo, denaro, sesso, amore, felicità, persecuzione contro qualcuno ecc. 

A volte, dopo l'uccisione di un gallo, di un gatto o di un capretto, si praticano l'ematofagia (=bere sangue animale) e altri riti satanici che sono anche un pretesto per orge di droga e di sesso allargato con scambi di coppia (che naturalmente attirano giovani e non , annoiati dalla vita ordinaria del nostro Condominio Occidentale erotomane e consumista).

In nome della libertà di religione in tutto l'occidente -sedicente cristiano- queste pratiche sono in aumento, come denunciano tutti gli Osservatori .

Dalle messe nere alla black metal music: l’ultima tentazione di Satana.Culti infernali, droga, delitti: il satanismo giovanile miete vittime in Italia. Le sue organizzazioni e la sua subcultura.
di Sandro Magister- www.chiesa.espressonline.it ROMA –Giugno 2004

Fabio, 16 anni, si era messo con le Bestie di Satana, si imbucava a Milano nelle birrerie dark dietro Porta Romana, cantava black metal music nel Circus of Satanics e sul suo diario scriveva che “risorgeranno gli antichi con a capo il signore delle tenebre”.

Invece, da una fossa nei boschi di Somma Lombardo, è uscito il suo corpo martoriato, accanto a quello di Chiara, 19 anni, anche lei del gruppo. Quando scomparvero era il 17 gennaio 1998. Ci sono voluti più di sei anni e un’altra ragazza, Mariangela, uccisa con una pistolettata e un badile lo scorso 24 gennaio, e altre quattro morti sospette, e la cattura di Andrea con la sua confessione, e poi quella di Nicola e Pietro e Mario ed Elisabetta, perché si scoperchiasse l’inferno.

Il 6 giugno 2000 è stata un’altra delle sue giornate più nere ed ambigue, in Italia. A Chiavenna tre ragazzine tra i 16 e i 17 anni, Ambra, Veronica e Milena, con tanta voglia di rompere la noia, infatuate dalle canzoni di Marilyn Manson e attratte da satanismi alla moda, tendono un agguato alla suora più benvoluta del paese, suor Maria Laura Mainetti, e l’uccidono con diciannove coltellate: per sbaglio una in più della regola che dice sei più sei più sei, il numero simbolo del principe delle tenebre.

Satana è il principe dell’inganno. Anche quando compare, non sai mai se è autentico. Charles Manson, uno dei più celebri suoi adoratori, l’uomo che nel 1969 uccise l’attrice Sharon Tate, moglie del regista Roman Polanski, tirò in mezzo Satana solo dopo il delitto, per magnificare col suo marchio la strage. E in effetti il suo processo ottenne un memorabile trionfo sui media.

Orrori di un'adolescenza demenziale cresciuta nel mito della violenza ubriaca di sottocultura televisiva. (Stefano Trincia-Corriere della Sera-1995)

- Ovvero, come guadagnarsi un biglietto per l'inferno sacrificando a Satana una vergine quindicenne dopo averla stuprata e torturata. Di questo spaventoso, triste capitolo di cronaca nera Usa sono protagonisti tre ragazzi californiani di San Luis Obispo una locaslità costiera a nord Di Los Algeles sotto accusa per l'uccisone di una ragazza della stessa città, Elyse Marie Pahler, scomparsa il 22 luglio del 1995.

I tre killer hanno confessato di aver rapito la giovane, di averla drogata e stuprata per poi pugnalarla a morte su un'altare satanico.

Il trio, ha spiegato il magistrato inquirente, intendeva così compiere «l'ultimo Peccato contro Dio e garantirsi il biglietto per l'inferno». Ora rischiano invece l'inferno dell'ergastolo.
Il corpo di Elyse è stato ritrovato il mese scorso in un bosco di eucalipti alla periferia della città.

E' stato uno dei tre killer, il diciassettenne Royee Casey, a condurre gli investigatori sul luogo del sacrificio dopo aver confessato. Agli inquirenti il ragazzo ha raccontato la genesi del terrificante impresa. Insieme ai suoi due complici Jacob Delashmutt di 16 anni e Joseph Fiorella Casey aveva formato un complesso musicale hard rock per glorificare Satana. Non diversamente da quanto fanno molte band sul canale televisivo Mtv per motivi commerciali.

Per migliorare le proprie prestazioni diaboliche e avere diritto ad un biglietto per il regno di Satana, il trio aveva preso in considerazione l'idea di un sacrificio umano. La vittima era stata selezionata con cura  fra le studentesse della locale scuola media superiore : la voleva no vergine perchè con la propria innocenza aumentasse il tasso di perversità demoniaca del sacrificio.Prescelta, la giovane aveva subito la violenza carnale e torture di vario genere. Poi gli assassini le avevano legato una cinta intorno al collo per poterla pugnalare meglio.

A sacrificio compiuto, il cadavere della ragazza era stato seppellito in una buca accanto all'altare del demonio. «Era una giovane stupenda, piena di amore per il Prossimo - ha dichiarato affranta la madre della vittima - la cosa che più mi sconvolge è pensare al dolore indicibile che deve aver provato mentre i tre la sottoponevano alle loro torture».

Dal Sudafrica

"Satana ha preso piede anche in Sudafrica con tutti i raccapriccianti aspetti del suo culto, quali il sacrificio di bambini sgozzati sull’altare del principe delle tenebre; riunioni orgiastiche dove giovanissimi sono obbligati ad avere rapporti sessuali con cani o caproni, i simboli più oleografici di Lucifero".

Simili episodi non meravigliano poiché nella cultura contemporanea è individuabile un «illuminismo nero» che predica la ribellione a Dio ed esalta l'esperienza del perverso e dell'antisacro. Quali responsabilità morali e di chi , si possono individuare  dietro a fatti di questo genere?

Dal 1995 ad oggi episodi di questo genere sono in aumento in tutto il mondo.


Rapporto sul satanismo 2010
http://www.asaap.org/

L'ASAAP - Centro di Consulenza Anti Abuso - http://www.asaap.org/ -è un centro di consulenza aconfessionale ed apolitico. Esso è stato fondato con lo scopo di:
- Promuovere attività di studio volta al riconoscimento e al superamento delle varie forme di abuso psicologico ad opera di organizzazioni o di singoli;
- Fornire prima assistenza ed orientamento a vittime di abuso psicologico, attraverso professionisti in vari settori (medici, avvocati, psicologi, pedagogisti, studiosi);
- supporto all'elaborazione e all'eventuale pubblicazione di tesi di laurea sull'argomento;
-Partecipare o attivare mostre, convegni, congressi, tirocini, corsi per operatori e divulgando informazioni sull'argomento;
- Elaborare e promuovere strategie di prevenzione ed intervento;
- Promuovere iniziative per il coinvolgimento nelle attività sociali degli enti pubblici e privati che operano su territorio nazionale ed internazionale;
- Attiva tutti i canali possibili per tutelare la salute psicologica dell'individuo e per evitare le truffe.

Chi studia da anni il satanismo e altri fenomeni settari, si trova in grande difficoltà quando si
tratta di fare luce sulle false notizie diffuse dai media e da sedicenti studiosi di sette, o associazioni
anti-cult. Dal 2004 gira in Internet un presunto Rapporto sul satanismo italiano
(http://www.antiplagio.org/satanismo.htm) che, se fosse vero, ci vedrebbe coperti di sette sataniche
e attorniati da uomini neri che si aggirano senza sosta in cerca di vittime.

Questo rapporto viene continuamente ripreso da giornalisti, criminologi, associazioni,
studiosi, in modo acritico, dimostrando così che nessuno ne sa abbastanza da poter dire qualcosa su
esso e soprattutto nessuno di loro ha mai condotto studi specifici sul fenomeno.
In questo articoletto si vuole riportare l’attenzione su questo rapporto discutendo di alcune
parti in esso contenute.
“Il rapporto del Ministero dell'Interno del febbraio 1998 ha individuato in Italia una decina
di gruppi satanico-luciferiani, per un totale di 200 adepti.”

Ciò era vero nel 1998 e soprattutto per gli anni precedenti, ma non si può pensare ad un
fenomeno sociale che rimanga sempre immutato. Il satanismo ha avuto il massimo della sua
espansione negli anni ‘80-’90 del secolo scorso, fino all’anno 2000 per poi decadere
velocissimamente. Questo è avvenuto perché molti gruppi satanici erano legati e tenuti coesi dalla
credenza nell’imminente ritorno dell’Anticristo, che si sarebbe manifestato in tutto il suo splendore
entro l’anno 2000.

Per fare un esempio chiarissimo, la Chiesa Nazionale Luciferina, capeggiata da Efrem Del
Gatto a Roma, era tenuta in vita da questa idea: il figlio stesso di Efrem era ritenuto l’anticristo che
avrebbe portato la chiesa luciferina al suo compimento. Ma purtroppo il bimbo morì a soli 11 anni e
la chiesa luciferina chiuse i battenti. Passato l’anno 2000, visto che la vita continuava come prima,
la maggior parte degli adepti di tali gruppi si sentirono un po’… presi in giro e girarono i tacchi per
slegarsi del tutto o riciclarsi in tutt’altri gruppi.

Nel rapporto dell’antiplagio leggiamo che nel 1999 vennero censiti (questa volta non si sa da
chi) 114 gruppi satanici: una bella differenza con i 10 censiti dalla Polizia (allora SISDE – Servizi
Segreti) appena un anno prima.

“Per dare un’idea più precisa sui numeri, qualche hanno fa, vicino a Roma, presso la
cascina di un satanista, furono trovati 50 kg. di droga e un floppy disk con i nomi di 500 adepti”.

-Se questa notizia fosse stata vera ne avrebbero parlato giornali e tutti per almeno un anno.
Assomiglia alle cosiddette catene di sant’Antonio: un tizio, Pinco Pallino, che dormiva accanto alla
sorella nei pressi di Milano, è morto dopo aver evitato di scrivere la lettera indicata in 13 copie.

“Il totale, in realta’, varia da 2.000 a 3.000 seguaci, e il numero è in crescita, soprattutto
tra i giovanissimi”.

Nessuno ha questa stima ma è sicuramente sovrastimata. I giovanissimi che fanno branco
per la trasgressione o per imitare comportamenti del proprio leader musicale, non possono essere
contati fra i satanisti, cioè fra coloro che fanno parte di gruppi organizzati, con ideologie precise,
rituali precisi, comportamenti precisi. Segue, nel rapporto dell’antiplagio una lista di gruppi satanici presenti nel nostro Paese e in altri. Per comodità unisco alcuni di essi:

1)Astrum Argentium; 9) Corte di Satana (Satan court - LaSpezia, Milano); 37) Confraternita
Luciferiana; 44) Chiesa Nera Luciferiana; Gruppo di Acilia (Roma); 38) Eletti di Satana; 43) La
setta del Laterano.

Questo primo elenco è caratterizzato dal fatto che questi gruppi non esistono più. Non esiste
più da tanti anni l’Astrum Argentium (1); la Corte di satana (9) non era a La Spezia e Milano, ma a
Stresa, sul lago Maggiore: la sua fondatrice (una ragazza) è morta da anni e anni e il gruppo da
allora si è sciolto; (37-44) il gruppo non è sopravvissuto neanche all’epoca della morte del figlio del
fondatore, Efrem (vedi sopra), figuriamoci dopo la morte di questi. La moglie di Efrem si è ritirata
completamente; (38) Gli Eletti di Satana sono la summenzionata setta di Acilia (Roma): non esiste
più da qualche anno, da quando i loro capi Leonardo Mita e Patrizia Silvestri sono deceduti in
circostanze tragiche; la setta del Laterano, da quando è stata “scoperta” si è sciolta.

2) Figli del demonio; Impero Luciferino; Adoratori di Yakon (Bologna); Burgum; Cerchio magico;
Santuario razionalista; Gruppo cercatori di lucifero; Figli del Demonio; Gruppo del Vaticano;
Figli di Samael (angelo della morte o droga); Inox; Troth; Cavalieri del Circolo Nero; Bambini del
Sacro Impero luciferiano; Triangolo nero Salerno.
Questo secondo elenco è invece dettato dal fatto che questi gruppi non sono mai esistiti e la
loro esistenza non è mai stata provata o confermata.
Di tutti gli altri gruppi segnalati nel fantomatico rapporto andiamo a vederne la realtà.
3) Derivazioni Sataniste del'OTO (Ordo Templis Orientis);
Queste sì esistono, ma attenzione a non fare confusione con tutto l’OTO. Anzi, a nostro
parere ne esiste solo una di queste “derivazioni”.
4) 666 Realtà satanica (Conte Ofiel alias Filippo Scerba);
Scerba esiste e ha un suo gruppo a Milano. 666 realtà satanica è stata una bravata di ragazzi
romani che avevano aperto una pagina su Internet (una pagina del Comune) con questo nome.
Mettere insieme due realtà diverse significa non aver accertato nulla.
5) Loggia Agape (poi Gruppo prometeo Milano, Fogagnolo);
La loggia Agape non è strettamente un gruppo satanico, ma di magia cerimoniale.
6) Bambini di Satana (Bologna, in tutta Italia);

Dei Bambini di Satana lo sanno anche … i bambini, dopo le vicende giudiziarie che li hanno
visti coinvolti. Non racchiudono centinaia di persone, ma solo poche decine.

8) Bestie di Satana;
Siamo certi che esistano ancora e che non si siano estinte con la loro incarcerazione? E’
importante notare che questo appare come l’unico gruppo in Italia che si sia macchiato davvero di
delitti e reati, ma guardacaso nessuno ne ha mai scoperto l’esistenza prima dei fatti che li ha portati
all’attenzione della magistratura e dei media quasi dal nulla.

10) Gruppo di Abramelin (Lombardia);
Non siamo certi che esiste e che sia un gruppo satanico e non magico.

11) Seguaci di Astaroth; 56) Sacro Cerchio Alba Dorata;
Sì, esiste, o perlomeno esisteva, a Genova. Il nome corretto è però Sacro cerchio dell’Alba
Dorata.

12) Streghe di Lilith (Lombardia);
Queste sono a Pescara e non in Lombardia. Inoltre è una coven di stregoneria e non un
gruppo satanico.

13) AATS (Piemonte), scoperti dai carabinieri, anche se rimangono delle tracce;
E’ lo stesso gruppo che si spostava sul Lago maggiore (vedi sopra). Cosa significa “scoperti
dai carabinieri, anche se rimangono delle tracce”?

14) Gruppo del Rosario (Amantea), ancora con qualche seguace in naftalina;
Il gruppo del Rosario, di Lidia Naccarato non è mai stata una setta satanica. Semmai veniva
passato come gruppo cattolico, mentre faceva ben altro.

17) Cenacolo 33; 18) Telsen Tao (Pordenone);
Cenacolo 33 e Telsen Sao sono lo stesso gruppo. Nulla a che vedere con il satanismo,
neanche lontanamente. E’ un gruppo strettamente ufologico.

19) gruppi satanici di Trieste;
Troppo generica come indicazione: essendocene occupati personalmente per anni sappiamo
di cosa si sta parlando.

30\31) Chiesa di Satana di Torino (sono due ben distinte);
33) OID Dio al contrario, di Torino ( in tutta Italia-ora agenzia );
Nulla di più falso. I “figli di Oid” fu un nostro esperimento di tanti anni fa. Mai esistita una
setta con questo nome, né a Torino né in tutta Italia.

36) Urgandisti (Vercelli);
Gli urgandisti non sono una setta satanica ma una specie di squadra Ultras per il calcio.

40) Figli di Astaroth;
41) Orgasmo Nero;
Sì, esistono

45) Angeli di Sodoma (Pescara);
Mai esistita. Tre ragazzi di Pescara sono stati incriminati per essere a capo di un gruppo così
denominato e perseguiti, rovinandoli per sempre, grazie agli improvvisati studi di un sacerdote.
Incriminati per una serie sterminata di reati, fino al cannibalismo! Il gruppo, come tale non è mai
esistito e i tre ragazzi sono stati prosciolti in tutti i gradi di giudizio… senza che nessuno abbia mai
chiesto loro scusa.

46) la Rosa rossa (Firenze, derivazione brasiliana antica);
La rosa rossa è una pura invenzione di una sedicente giornalista, tal Gabriella Carlizzi, che
spara a destra e manca in base alle rivelazioni spiritiche ricevute da un frate, suo ex direttore
spirituale. La setta della rosa rossa non è mai esistita e nulla c’entra con il gruppo dei Rosa Croce
(in tutte le sue derivazioni). Che poi sia di derivazione brasiliana antica non significa proprio nulla.
Una bufala colossale.

47) Los Montos (distorsione di Mantos, divinità infernale etrusca);
Los Montos non sono mai esistiti. Esiste l’Ordine del Mantos, un gruppo di magia
cerimoniale (non satanico), cerchio interno dell’Ordine Osirideo Egizio, che a sua volta è un cerchio
ristretto della Fratellanza di Miriam (detti kremmerziani). Non sono però satanici.

48) Luciferismo Crowleiano;
Già citato sopra quando si è detto dell’OTO.

49) Gruppo di Thelema;
Non è satanico ma crowleyano, ovvero di magia cerimoniale.

53) Rosse di Astarte;
E’ un coven stregonesco e non satanico.

54) Le due Rose (Firenze, loggia deviata o spuria);
La stessa cosa del presunto gruppo della Rosa Rossa: vedi sopra.

Gruppi stranieri presenti anche in Italia:

1) Chiesa di Satana; 2) Ordine dei nove Angeli (Inghilterra); 3) La rosa blu (Germania
dell’est); 4) Ordine del lupo mannaro; 5) Chiesa Lucifer G. di Nasha (Colonia); 6)
Illuminati di Tanathos (in tutta Europa); 7) Illuminati di Baviera; 8) Ordine nero universale;
9) Gruppo del serpente piumato (America latina, brasiliani ) diffuso in italia; 10) Gruppo del
pavone (medio oriente - Italia); 11) Servi del demonio o Adoratori del diavolo, provengono
da Sheik-Adi (Mosul) e sono approdati in Italia con i gruppi curdi, fortemente in declino, ma
segreti ed impenetrabili; 12) Chiesa della guerra (dopo la guerra del golfo); 13) Gruppo P
(Usa) Ordine del Trapezoide; 14) Gruppo del fuoco dell'inferno (Hollywood); 15) Tempio di
Set, Chiesa della liberazione satanica (Connecticut); 16) Chiesa del giudizio finale-Abraxas
(Belgio); 17) Gruppo di Urano o Alliance Kripten (Belgio e Francia); 18) Chiesa
dell’eutanasia; 19) La Fellowship of Isis (FOI),) fondata nel 1976 da Olivia DurdinRobertson, Castello di Clonegal, in Irlanda;

A questo punto sono stati raccolti gruppi dal web, presenti in altri Paesi, senza che vi sia
certezza della presenza di adepti italiani di tali gruppi. Se si escludono due o tre gruppi (come la
strafamosa Chiesa di satana di La Vey, in California), tutti gli altri non hanno adepti italiani…
almeno che non si voglia considerare come presenti in Italia qualche persona appartenente a questi
movimenti, che forse è venuta a visitare il nostro bel Paese per qualche giorno.

20) la Wicca, in una direzione “dianica” o femminista;
Tutta la Wicca è femminista, anche se in qualche raro coven vi sono degli uomini. Nulla a
che vedere con il satanismo.

21) la Loggia Golden Shaman di Milano, che si definisce “Movimento Spirituale Creativo per il
Benessere nella Comunità Globale”, fondata e presieduta dal ministro di culto Athos Ubaldi.
La Loggia Shaman non è un gruppo straniero e non propone, almeno esplicitamente, il
pensiero satanico. Ci si chiede poi perché si definisce Ubaldi con l’appellattivo di “ministro di
culto”?

Nel nostro Paese sono presenti anche altri gruppi; però le notizie che li riguardano, in parte
sono certe, in parte provengono da persone psicopatiche e tossicodipendenti che non forniscono
dati precisi; sebbene talvolta, in seguito alle loro confessioni, subiscano incidenti inspiegabili
(ciò avvalorerebbe la loro appartenenza).

Se persone psicopatiche o tossicodipendenti subiscono incidenti inspiegabili, sarebbe
avvalorata la loro appartenenza a gruppi satanici? Persone psicolabili hanno maggiore frequenza
agli incidenti, visto che non sono lucidissimi. Inoltre, se questi incidenti fossero veri,
significherebbe (perché poi deve essere per forza un gruppo satanico?) essere pedinate e sapere che
si è telefonato per esempio all’Antiplagio per raccontare storie simili.

Personalmente lo troviamo assurdo veramente, perché o queste persone vivono 24 ore su 24 in un gruppo e quindi sono controllate, oppure hanno anche altre frequentazioni per le quali sarebbe impossibile distinguere se hanno accennato al gruppo telefonando a uno, piuttosto che parlando con il panettiere (psss psss fammi il favore panettiere, chiama la polizia è dì che sono ostaggio di un gruppo satanico).

Infine ragioniamo: ammettiamo che queste persone siano ostaggi, ammettiamo che parlino
con l’antiplagio, ammettiamo che poi subiscano un incidente doloso, … come viene a sapere di
seguito l’antiplagio che a queste persone è successo un incidente? Glielo racconta la setta? (psss
psss sai antiplagio che il tizio che ti ha telefonato l’altro giorno è stato ucciso?) o chiamano gli
incidentati dall’aldilà?

Per quanto riguarda i gruppi virtuali od anomici o microgruppi (senza nome e conoscenze
superficiali, magari molto ridotte), secondo una stima contenuta nel disegno di legge n.3770 (11
marzo 2003), si sarebbe passati da 114 club satanisti, nel 1999, a 322 nel 2000. Oggi sarebbero
almeno 500, sempre in continua rielaborazione, sostituzione e frammentazione, ma possono essere
opera anche di una sola persona. Hanno in comune le pratiche spiritiche, i rituali più o meno
anche "off limits" ispirati dalla cultura del capo e dalle sue rielaborazioni e il ritorno
all'adorazione del demonio (Satana) della tradizione biblica, con le torture e le iniziazioni a volte
criminali.

Qui si rasenta il ridicolo più totale: da chi provengono tali stime? Perché non si fanno i nomi
dei 114, 322, 500 gruppi satanici o dei capi? Una sola persona fa un gruppo? Quindi se io mi
definisco satanista, sono di per sé una setta satanica? Inoltre le pratiche spiritiche NON sono
appannaggio della maggior parte dei gruppi satanici e i gruppi spiritistici non sono satanici.

A queste righe del Rapporto segue un’accozzaglia di luoghi comuni e di notiziole da
rotocalco prese qui o lì senza verificare una sola riga di quanto scritto.
Pochi giorni fa negli speciali della trasmissione televisiva Le Iene, in onda su Italia1, è stato
creato uno scoop giornalistico con l’intervista di una ragazza che avrebbe fatto parte, da piccola, di
una setta satanica portata dal padre.

Riteniamo anche questo servizio esclusivo una bufala per vari motivi:
1. si vede benissimo che la ragazza sta recitando: il linguaggio non verbale è inequivocabile e anche
i presunti stati d’ansia che ogni tanto ricorrono nella respirazione della ragazza lo confermano;
2. guardacaso la ragazza non ricorda nulla se non quando si rivolge alla solita solerte psicologa che
improvvisamente le fa riaffiorare alla mente i ricordi degli abusi subiti e dei quali sarebbe stata
testimone; questo è un problema enorme che abbiamo in Italia e che ha generato molte violenze su
minori e adulti e molti falsi casi di abusi satanici: sono tutti ad opera di medici e psicologi affiliati
alla stessa organizzazione, il CISMAI.
3. le riprese fatte nei luoghi che sarebbero stati testimoni di così tanti omicidi, deflorazioni, riti e
violenze sataniche non mostrano un solo segno di violenza o di satanismo e tutto appare in stato di
abbandono ma a posto, a partire dalle chiesette dove non c’è una croce rovesciata, un 666, una
frase, un altare rotto, un crocifisso divelto, nulla di nulla;
4. la ragazza ammette di aver denunciato e di essere stata al processo (che avrebbe fatto storia, ma
del quale nessuno ha mai avuto notizia) che però si è risolto con l'assoluzione per mancanza di
indizi e per non aver commesso il fatto... ma naturalmente a causa delle forti coperture dall'alto
della potente setta.

Tutto questo è pericolossisimo: allarmare così la popolazione crea delle psicosi collettive
difficilmente controllabili. Si genera una caccia al satanista ingiustificata, soprattutto se poi, in base
a notizie false si fanno perseguire e condannare persone innocenti, o ragazzotti un po’ sciocchi ma
non in grado di coordinare un gruppo satanico.

Si fa il gioco delle sette (sataniche o no) che con facilità dimostrano quanto siano invenzioni di gente incompetente tali stime, attirando quindi eventuali altre persone affascinate dal mondo dell’occultismo e rassicurate dalla loro “bontà”e legalità. Per carità: basta con le menzogne solo per apparire. Abbiamo bisogno di studi seri e di persone competenti per verificare un fenomeno sociale. Soprattutto abbiamo bisogno che cessi il fenomeno degli improvvisati “esperti” che nascono come funghi nel panorama italiano, perchéè indubbio che, se si deve ricevere aiuto per informazioni su una presunta setta satanica, questo non può essere chiesto al prete, solo perché è dall’altra parte della barricata, perché il prete, in se stesso, non è esperto di un fenomeno sociale.

Se si accetta questo allora bisognerebbe chiamare capi satanisti quando si deve affrontare il problema di un prete reo di qualcosa. Ma questo non avviene. Gli esperti sono in genere sociologi e antropologi che si sono occupati per anni di fenomeni sociale, hanno pubblicazioni al loro attivo e studi, hanno curriculum accademici. In caso contrario le vittime innocenti diventano davvero tante e il bene può diventare peggiore del male.

Silvana Radoani

    Sei a pag. 1  di home > religiosità                                     Satanismo                    -   Vai a pag.    1  2  3  4