Piccolo Corso Biblico



Il progetto di Dio.

Lo Spirito Consolatore porta a compimento l'Opera
Il Consolatore
1- Il Padre crea secondo il Suo Progetto-Volontà
2- Il Figlio dona la VITA che genera l'UOMO e lo compie ( salva)
3- Lo Spirito conduce l'UOMO lungo il cammino verso il suo COMPIMENTO DEFINITIVO .
Gv 16,11 io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Paràclito; se invece me ne vado, lo manderò a voi.

Paraclito ( in greco παράκλητος// paràcletos ) era un termine del linguaggio giuridico dell'impero romano e indicava "colui che sta al lato dell'accusato" . Quando l'accusato veniva processato pubblicamente se c'era qualcuno che poteva garantire davanti a tutti la sua innocenza veniva " chiamato a stare accanto" all'accusato perchè tutti potessero vedere che qualcuno credibile lo difendeva dalle accuse. Letteralmente infatti paraclito significa "chiamato vicino", in latino "ad-vocatus," cioè "avvocato". Nella Bibbia ebraica nel libro Giobbe , questi invoca un paraclito che lo difenda dal Categor, Colui che lo accusa a nome di Dio stesso. Lo Spirito , qui, è "avvocato difensore" o "garante soccorritore" dell'UOMO, il "consolatore" dell'UOMO , dove consolare qui non significa confortare chi subisce una tragedia ma risolverla. Gesù promette ai suoi discepoli di non lasciarli soli, ma di mandar loro un consolatore (Gv 14,16. 26 ; 15,26 ;16,7) chiamato un "altro paraclito", a significare che il primo paraclito è lo stesso Gesù.



Gv 16,12
Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. 13Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a TUTTA la verità
La Verità è Gesù, l'UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO

Lo Spirito è Colui che conduce la Chiesa, gli UOMINI , a tutta la Verità cioè a tutto l'UOMO perchè ognuno sia COMPIUTO E DEFINITIVO. perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. 14Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. 15Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che

prenderà da quel che è mio [ TUTTO è mio ] e ve lo annuncerà.
L'azione dello Spirito che conduce la Chiesa degli UOMINI nella storia al COMPIMENTO viene narrata da Luca nel libro Atti.

At 1,8 riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra».
At 2,4 e tutti f
urono colmati di Spirito Santo
At 2,33 Innalzato dunque alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo promesso
, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire.

At 9,31 La Chiesa era dunque in pace per tutta la Giudea, la Galilea e la Samaria: si consolidava e camminava nel timore del Signore e, con il conforto dello Spirito Santo, cresceva di numero. At 8, 14Frattanto gli apostoli, a Gerusalemme, seppero che la Samaria aveva accolto la parola di Dio e inviarono a loro Pietro e Giovanni. 15Essi scesero e pregarono per loro perché ricevessero lo Spirito Santo; 16non era infatti ancora disceso sopra nessuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 17Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo.
At 19,2 e disse loro: «Avete ricevuto lo Spirito Santo quando siete venuti alla fede?». Gli risposero: «Non abbiamo nemmeno sentito dire che esista uno Spirito Santo». At 19,6 e, non appena Paolo ebbe imposto loro le mani,
discese su di loro lo Spirito Santo e si misero a parlare in lingue e a profetare.
At 10,44 Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando
lo Spirito Santo discese sopra tutti coloro che ascoltavano la Parola.45 E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si stupirono che anche sui pagani si fosse effuso il dono dello Spirito Santo;
At 6,8 8Stefano intanto, pieno di grazia e di potenza, faceva grandi prodigi e segni tra il popolo. 9 Allora alcuni della sinagoga detta dei Liberti, dei Cirenei, degli Alessandrini e di quelli della Cilìcia e dell'Asia, si alzarono a discutere con Stefano, 10ma
non riuscivano a resistere alla sapienza e allo Spirito con cui egli parlava.
At 8,29 Disse allora
lo Spirito a Filippo: «Va' avanti e accòstati a quel carro».
At 11,12
Lo Spirito mi disse di andare con loro senza esitare.
At 11,28 Uno di loro, di nome Àgabo, si alzò in piedi e
annunciò, per impulso dello Spirito, che sarebbe scoppiata una grande carestia su tutta la terra. Ciò che di fatto avvenne sotto l'impero di Claudio.
At 13,2 Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando,
lo Spirito Santo disse: «Riservate per me Bàrnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati».
At 13,4 Essi dunque,
inviati dallo Spirito Santo, scesero a Selèucia e di qui salparono per Cipro.
At 20,22 Ed ecco, dunque, costretto dallo Spirito, io vado a Gerusalemme, senza sapere ciò che là mi accadrà.
At 21,4 Avendo trovato i discepoli, rimanemmo là una settimana, ed essi,
per impulso dello Spirito, dicevano a Paolo di non salire a Gerusalemme.
At 20,23 So soltanto che
lo Spirito Santo, di città in città, mi attesta che mi attendono catene e tribolazioni.
At 21,11 presa la cintura di Paolo, si legò i piedi e le mani e disse: «
Questo dice lo Spirito Santo: l'uomo al quale appartiene questa cintura, i Giudei a Gerusalemme lo legheranno così e lo consegneranno nelle mani dei pagani».
etc.

L'Opera è già compiuta .. . ma non ancora definiti vamenteLa croce: compimento della promessa divina XXIX CONVEGNO MARIANO Facoltà Teologica Teresianum Roma 28-30 dicembre 2008 Ricardo Pérez Mårquez Centro Studi Biblici “G. Vannucci” Montefano (Mc)

" A questo riguardo è l’evangelista Giovanni ad offrire un quadro anomalo per spiegare il compimento del disegno creatore del Padre.

In una cornice di odio e di violenza, fomentata dagli stessi rappresentanti dell’istituzione religiosa, trovandosi in un ambito al di fuori di ogni sacralità, come il luogo dell’esecuzione dei peggiori criminali, e dove sono infrante tutte le norme di purità (sangue versato, presenza di donne, pagani), Gesù porterà al massimo la sua capacità di amare, e dicendo «È compiuto!» (Gv 19,30), dimostra in che modo si realizza quello che Dio aveva che dovrà illuminare l’umanità intera. Cf. Gv 19,19.20.21.22....

L’ultima parola pronunciata da Gesù sul patibolo riguarda l’inizio di un’umanità nuova, compimento del disegno di Dio: Gv 19,30: E’ ormai completato… (gr. tetelestai) espressione che riprende le parole pronunciate da Dio al termine dell’opera creatrice: Gen 2,1: Così furono portati a compimento il cielo e la terra (gr. synetelesthesan) Gen 2,2: Allora Dio portò a compimento nel settimo giorno le sue opere (gr. synetelesen)

In Gesù giunge al culmine la realizzazione del progetto creatore del Padre: che l’uomo diventi figlio di Dio (cf. Gv 1,12). ... Facendosi uguale a Dio (cf. Gv 5,18), Gesù conferma tale disegno, l’opera creatrice giunge a termine e apre al mondo rinnovato; ciò spiega perché nel racconto della risurrezione, l’evangelista inizi con l’indicazione «il primo giorno della settimana» (Gv 20,1, cf Mt 28,1; Mc 16,2; Lc 24,1).

Il Risorto è inizio della nuova creazione, la tappa ultima della storia umana si inaugura immediatamente dopo la morte di Gesù in croce.
Ciò che Dio aveva voluto comunicare agli uomini trova la sua spiegazione nella croce del Figlio, e il compimento delle antiche promesse annunciate dai profeti va oltre quanto essi avevano potuto credere o immaginare. .. Ora, sul patibolo, si comprende che tale parola riguarda non una dottrina da imparare o da memorizzare, e nemmeno un insieme di norme e precetti da osservare, bensì è l’amore incondizionato del Padre, un’offerta di Vita da accogliere e da incarnare nell’esistenza di ogni credente.

I credenti non si lasciano guidare da dottrine, ma seguono l’Uomo-Dio per compiere le sue stesse scelte; il dire di Dio, rivelato nella croce di Gesù, non si traduce in parole, bensì riguarda un modo di agire che comunica la sua stessa Forza Vitale.... Per i credenti la croce è l’unico albero della Vita, in quanto è su quel legno che si compie il progetto di Dio sull’umanità, ed è il suo frutto, ossia l’amore senza limiti che Dio offre, la sua piena manifestazione.


«A chi vince io darò da mangiare dell’ albero della Vita, che è nel paradiso di Dio» (Ap 2,7). Questo dono richiama in modo esplicito il Libro della Genesi (cf. Gen 2,9; 3,22-24), dove l'albero della Vita è immagine di quella realtà di pienezza alla quale ogni uomo deve aspirare.

Accedere al giardino per mangiare i frutti dell’albero della Vita non dipende dai meriti o sforzi umani, ma è un dono che il Signore regala a chiunque accolga il suo amore, perché possa esperimentare la piena comunione con Dio.




Attraverso le parole di Gesù Giovanni annuncia il compimento della creazione nell' UOMO. --
Gesù muore , per Lui il tempo si ferma, l'UOMO COMPIUTO è DEFINITIVO :

Gv 19,28 Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto affinché si compisse la Scrittura, disse: «Ho sete». Gv 19,30 Dopo aver preso l'aceto, Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo Spirito.
Lc 13,32 «Ecco, io scaccio demòni e compio guarigioni oggi e domani; e
il terzo giorno la mia opera è compiuta.

Gesù è la Creazione Compiuta e Definitiva : in Lui la creazione raggiunge la Pienezza di Vita definitiva.

CUCC 668 “Per questo Cristo è morto e ritornato alla vita: per essere il Signore dei morti e dei vivi” ( Rm 14,9 ). L'Ascensione di Cristo al cielo significa la sua partecipazione, nella sua umanità, alla potenza e all'autorità di Dio stesso. Gesù Cristo è Signore: egli detiene tutto il potere nei cieli e sulla terra. Egli è “al di sopra di ogni principato e autorità, di ogni potenza e dominazione” perché il Padre “tutto ha sottomesso ai suoi piedi” ( Ef 1,21-22 ). Cristo è il Signore del cosmo [Cf Ef 4,10; 1Cor 15,24; 668 1Cor 15,27-28 ] e della storia. In lui la storia dell'uomo come pure tutta la creazione trovano la loro ricapitolazione”, [Cf Ef 1,10 ] il loro compimento trascendente.

Gaudium et Spes IV, 45
.. la Chiesa è “l'universale sacramento della salvezza” che svela e insieme realizza il mistero dell'amore di Dio verso l'uomo. Infatti il Verbo di Dio, per mezzo del quale tutto è stato creato, si è fatto egli stesso carne,
- per operare, lui, l'uomo perfetto,

[ Uomo compiuto e definitivo]
la salvezza di tutti
[ il compimento definitivo degli uomini come Uomini]
e

[parallelismo : cioè]
la
ricapitolazione universale.
[ della creazione , cioè dell'Umanità credente, in Lui]

Mt 19:28 quando il Figlio dell'uomo
Gesù
sarà seduto sul trono della sua gloria

la croce è il Trono di Gesù nella sua gloria di UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO
,
alla rigenerazione del mondo,
(lett . palingenesi .) sulla croce, nella sua morte Gesù inizia la rigenerazione del mondo (il creato) nell'uomo: il dono dello Spirito, la Vita dell'Eterno, all'uomo per ri-generarlo come UOMO.
siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d'Israele.
i Suoi inviati ( apostoli) annunceranno la Sua Parola iniziando il giudizio universale : chi la acoglierà sarà salvato // compiuto dalla VITA che riceverà nel battesimo
29Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome,
per il mio Compito : salvare// compiere la creazione, fare l'UOMO
riceverà cento volte tanto e avrà in eredità
cioè gratis ,incondizionatamente, per la sola FEDE, come per ogni eredità
la VITA eterna.
La VITA donata da Gesù è GRATIS, GRAZIA.
30Molti dei primi saranno ultimi e molti degli ultimi saranno primi.

Non ci sono meriti da riscuotere.

Ap 22,11 ss... Io sono l'Alfa e l'Omega, il Primo e l'Ultimo, il principio e la fine.
[Cioè la creazione tutta, compiuta. ]

Col 2,9 È in lui che abita corporalmente tutta la pienezza della divinità, 10 e voi partecipate della pienezza di lui, che è il capo di ogni Principato e di ogni Potenza.cioè dellle potenze celesti , serafini ed angeli.

Gesù dona la sua Umanità : Carne e Sangue+Spirito-VITA all'uomo che crede in Lui per generarlo come Uomo e per portarlo a compimento come Uomo Compiuto e Definitivo . Questa è l'opera creatrice//salvifica di Dio che lo Spirito conduce a completezza.Gv 1,16 Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia. ( cf. : Ef1,3 ss )
Ef 1, 22 Tutto infatti egli ha messo sotto i suoi piedi e lo ha dato alla Chiesa come capo su tutte le cose: 23essa è il corpo di lui, la pienezza di colui che è il perfetto compimento di tutte le cose.
1Cor 15,28 E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anch'egli, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, quello sarà
Dio, Tutto in tutti.




top






home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY