Piccolo Corso Biblico

VANGELI


"..e vieni, seguiMi" Tutti gli esseri umani desiderano essere felici in modo pieno e definitivo , desiderano il COMPIMENTO della loro umanità : desiderano la SALVEZZA  dal male e dalla morte, una FELICITA' piena e definitiva, vogliono essere DEFINITIVI e immortali come gli " Esseri Celesti "

Ciascuna religione propone una sua via per una beatitudine definitiva, l'immortalità, ma Gesù afferma categoricamente : " IO SONO"la"VIA , escludendo tutte le altre .
( Matteo 19, 21  Gli disse Gesù: " Se vuoi essere perfetto ( UOMO COMPIUTO) , va', vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel Cielo ( "in DIO" ) ; e vieni! SEGUIMI! ") Gesù è la VIA, la STRADA che l'UOMO immortale è chiamato a percorrere per raggiungere la Pienezza, la definitività dell' essere : il CAMMINO al seguito di Gesù passa dalla morte e prosegue fino  " al Cielo" , dove termina la STRADA: " in DIO" ; Lui stesso ha percorso questo cammino. Luca 9, 57 Mentre camminavano per la strada,


Seguire Gesù significa farsi suoi discepoli per conoscere il  " Mistero del Regno " che Egli annuncia : questa sequela non merita qualche premio speciale ma è il CAMMINO di evangelizzazione dei discepoli perchè possano poi continuare essi stessi ad evangelizzare il mondo lungo  la storia. ( Mt 28, 18)

Luca 9, 57 Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse:  " Ti seguirò dovunque tu vada". un tale : non c'è un nome : "chiunque" si proponga di seguire Gesù" cosa deve aspettarsi?
L'esito immediato della FEDE in Gesù è la decisione di seguirLo, di farsi suo discepolo :  Ti seguirò dovunque tu vada. 58 Gesù gli rispose: "Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'UOMO non ha dove posare il capo". Il Figlio dell' UOMO , cioè l'UOMO COMPIUTO Gesù è tale per evangelizzare il mondo : non ha una dimora stabile, è un UOMO " senza fissa dimora " perchè è sempre in cammino per evangelizzare. Per seguire Gesù come discepoli è necessario prepararsi a vivere " senza fissa dimora"  ( non avere un nido nè dove posare il capo ): questo permette di essere liberi dalle comuni preoccupazioni di questo mondo: clan, casa, beni, impegni sociali, sportivi, ed anche dagli impegni religiosi

Il CAMMINO non prevede " zone di conforto" come sapientemente insegna l'autore del Libro " Rivelazione di Gesù" (o Apocalisse) , ma sarà sempre segnato anche da ostacoli, tribolazioni , nemici, sofferenze ed anche tragedie.

C'è un non detto :DOVE sta andando Gesù ? 
DOVE conduce il CAMMINO al seguito di Gesù? Ap 21, 3  Udii allora una VOCE potente, che veniva dal trono ( di DIO) e diceva: "Ecco la TENDA di DIO con gli uomini! (Tenda di JHWH o Casa del Signore nell' AT indica il Tempio di Gerusalemme e il  Santuario, dunque.. )
Il CAMMINO   dei discepoli di Gesù conduce ad un "SANTUARIO " in cui DIO abita con gli uomini. EGLI abiterà con loro ed essi saranno suoi popoli ed egli sarà il "DIO con loro" ) Un giudeo avrebbe inteso che Gesù avrebbe condotto il popolo di Israele nel Santuario del Tempio - come tutti speravano avvenisse nel giorno dello Yom Kippur ,al seguito del Sommo sacerdote- e miracolosamente iniziasse il Regno definitivo ed eterno di DIO sulla terra, in Palestina.
Il CAMMINO  ha una fine temporale che i vangeli indicano con  "la fine di questo EONE" o di quest'EPOCA" ( spesso erroneamente tradotto con "la fine del mondo") , cioè la fine della evangelizzazione del mondo. Le parole di Gesù richiamavano la profezia di Isaia :
 Is 2, 2Alla fine dei giorni, il monte del tempio del Signore sarà saldo sulla cima dei monti e s'innalzerà sopra i colli, e ad esso affluiranno tutte le genti. 3Verranno molti popoli e diranno: "Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio del Dio di Giacobbe, perché ci insegni le sue vie e possiamo camminare per i suoi sentieri". E Michea riprendendo Isaia : Mi 4, 6 "In quel giorno - oracolo del Signore .. il Signore regnerà su di loro sul monte Sion, da allora e per sempre. Si trattava della promessa divina dell'avvento del Regno definitivo nella "CASA di JHWH", a Gerusalemme, il Tempio. Gesù un giorno annunciò ai discepoli che stava per " andare al Padre" ovvero nella "CASA di YHWH" , ma con ciò smentiva tutte le aspettative giudaiche . Un giorno Gesù annunciò ai discepoli :
Gv 13, 33 Figlioli, ancora per poco sono con voi; vado a morire
voi mi cercherete ma, come ho detto ai Giudei, ora lo dico anche a voi: dove vado Io, voi non potete venire.non siete ancora UOMINI COMPIUTI
Simon Pietro gli disse: "Signore, dove vai?" .Gli rispose Gesù: "Dove io vado, tu per ora non puoi seguirmi; mi seguirai più tardi". Pietro seguirà Gesù, morirà e passerà dalla morte ... più tardi 
37Pietro disse: "Signore, perché non posso seguirti ora? Darò la mia vita per te!"... ma ancora non aveva capito che Gesù parlava di morte-risurrezione 14,1 Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. i discepoli non  capiscono ma devono FIDARSi di Lui , non devono aver paura di una Sua "ASSENZA" nè di non poterLo raggiungere ... più tardi
2 Nella casa del Padre mio vi sono molte DIMORE . Se no, vi avrei mai detto: "Vado a prepararvi UN POSTO "? Gesù stava per morire  ma questo non implicava la fine del CAMMINO di evangelizzazione del mondo insieme a loro, la Sua MISSIONE : lasciava questo mondo per andare "alla TENDA-CASA del PADRE"  dove avrebbe preparato un POSTO anche per i discepoli. Il cammino terreno di Gesù termina nella CASA DEL PADRE   dove Lo seguiranno ... più tardianche i Suoi discepoli e dove troveranno il loro POSTO definitivo, la loro DIMORA stabile Gesù promette loro che saranno ESSERI CELESTI, quindi definitivi, immortali. La "DIMORA del PADRE"La DIMORA di DIO non è un LUOGO :
Giovanni 14, 11 Credete a me: Io sono nel Padre e il Padre è in Me
 
Si tratta di un linguaggio Nuovo perchè indica una Realtà Nuova: DIMORARE IN DIO
Fin dal Suo concepimento Gesù dimora " nel Padre"   Gv 2, 19 "Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere". 20Gli dissero allora i Giudei: "Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?". 21 Ma Egli parlava del Tempio del suo corpo Il Corpo ovvero la Persona umanoDIVINA di Gesù è Tempio dello Spirito e Tempio del Padre : Gesù DIMORA " nel Padre" ed è DIMORA del Padre

Questa CONDIZIONE è propria di chi ha lo Spirito del PADRE, la VITA eterna , è la condizione propria di Gesù e degli UOMINI e DONNE rinati dallo Spirito , i FIGLI e le FIGLIE di DIO .
Giovanni 1, 18  il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre ... Gesù è "nel SENO del Padre" , lo è da sempre, lo è continuamente, lo sarà per sempre :
Ap 1, 4 Colui che è, che era e che viene !
Gesù non ha una dimora stabile sulla terra - in senso corrente- : la Sua DIMORA è il PADRE .
Lui è in terra ma "è" sempre "nel Padre" e come Lui e con Lui lo sono i rinati dallo Spirito Santo che VIVONO già la VITA eterna , in Lui.
I discepoli anche loro DIMORANO nel Padre ... e sono SUA DIMORA : ( Giovanni 14, 23 "Se uno mi Ama, osserverà la mia Parola e il Padre mio lo Amerà e NOI verremo a lui e prenderemo DIMORA presso di lui. 
Giovanni 17, 21 come TU, Padre, sei in Me e Io in TE, siano anch'essi in NOI, perché il mondo creda che tu mi hai mandato... 23 Io in loro e TU ( Padre) in Me ( siano anch'essi inNOI), perché siano perfetti nell'UNO
"DIMORARE NEL PADRE" è la REALTA' NUOVA dei discepoli che seguono Gesù ma - a differenza di Gesù che la possiede come condizione di natura e non può separarsene :
Giovanni 14, 10 il Padre, che rimane in Me , COMPIE LE SUE OPERE ( evangelizza il mondo) per loro è una realtà " in prova" , condizionata dalla loro FEDE che si esprime nell'attività di evangelizzazione. 1Gv 2,24chi professa la sua fede nel Figlio ( // evangelizza il mondo ) possiede anche il Padre.
Giovanni 10, 38  sappiate e conosciate che il Padre è in me, e IO SONO nel Padre".
Giovanni 14,11 Credete a Me: IO SONO nel Padre e il Padre è in Me
Rimanendo loro " in Gesù" , "Gesù rimane in loro" e loro rimangono " nel Figlio e nel Padre" ... Giovanni 15, 4 Rimanete in Me e I o in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in Me. 15, 7 Se rimanete in Me e // le mie Parole rimangono in voi , chiedete quello che volete e vi sarà fatto.
Gv 6, 56 Chi mangia la mia Carne e beve il mio Sangue rimane in Me e Io in lui.
1 Giovanni 2, 24 Quanto a voi, quello che avete udito da principio rimanga in voi. Se rimane in voi quello che avete udito da principio, anche voi rimarrete nel Figlio e nel Padre .25E questa è la promessa che EGLI ci ha fatto: la VITA eterna ( definitivamente)
e ... lo Spirito Santo "rimane in loro" e loro rimangono " nello SPIRITO " : Giovanni 14, 17 lo Spirito della Verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché EGLI rimane presso di voi e sarà in voi ( .. a Pentecoste) 1 Giovanni 2, 27 .. , l'UNZIONE ( lo SPIRITO) che avete ricevuto da LUI ( il Padre) "rimane in voi" e non avete bisogno che qualcuno vi istruisca. Ma, come la sua UNZIONE vi insegna ogni cosa ed è veritiera e non mentisce, così voi "rimanete in Lui" ( Gesù) come essa vi ha istruito. ..... 28 figlioli, "rimanete in Lui" , perché possiamo avere fiducia quando egli si manifesterà e non veniamo da Lui svergognati alla sua venuta Rimanendo il Padre in loro ( come il Padre rimane in Gesù) e rimanendo loro " nel Padre" , come vi rimane Gesù , il Padre COMPIRA' la SUA OPERA: l'evangelizzazione per la SALVEZZA del mondo. I discepoli evangelizzatori passeranno dalla morte e la loro REALTA' - " dimorare nel PADRE, nel FIGLIO e nello SPIRITO SANTO"- ... sarà DEFINITIVA. Ap 2,3 Egli DIMORERA' con loro ed essi saranno suoi popoli ed EGLI sarà il DIO-CON-LORO , il loro Dio. Gesù :
Giovanni 14,3Quando sarò andato e vi avrò preparato unPOSTO, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono Io ( nel PADRE) siate anche voi ( nel PADRE). La DIMORA di Gesù e dei discepoli "nel PADRE" .. e del PADRE e di Gesù in loro .. sarà la condizione dei discepoli nel cammino di evangelizzazione del mondo e alla fine sarà un realtà eterna : la TENDA di DIO con il suo popoloIl fraintendimento : " come possiamo conoscere la VIA? " L'annuncio di Gesù si prestava a un FRAINTENDIMENTO.

Espediente letterario tipico del vangelo di Gv : le parole di Gesù venivano interpretate secondo le spettative giudaiche e questo fraintendimento impediva agli uditori di comprenderne il vero significato quindi di accoglierne la Verità, lo Spirito e la VITA che trasmettevano.

I vangeli narrano gli incontri dei discepoli con Gesù risorto testimoniando che anche loro - dopo il lungo discepolato con Gesù- ancora vivevano nel FRAINTENDIMENTO ( cf. Lc 24,13-35). Gesù - come Messia , secondo le aspettative giudaiche- sarebbe dovuto andare al Tempio di Gerusalemme a preparare il Regno definitivo di Dio e sarebbe apparso sul pinnacolo del Tempio ed avrebbe incominciato a fare prodigi e miracoli ed a chiamare e radunare le nazioni pagane per sottometterle a Lui ed instaurare (nel tempio) il Regno definitivo di Dio in terra e la Pace annunciata da Isaia e Michea.

Poi sarebbe tornato a prendere i discepoli e li avrebbe portati alla sua Corte per farli suoi ministri e dignitari .
Gv 14,4 E del luogo dove io vado ( nel PADRE), conoscete la VIA" Tutti sapevano come arrivare al Tempio di Gerusalemme. Ma Gesù non stava parlando del Tempio.
5Gli disse Tommaso: "Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la VIA?" I discepoli non ancora compreso DOVE abita Gesù ( nel Padre) nè DOVE sta andando ( al Padre) quindi è necessario che si dispongano ancora ad ascoltare per comprendere. Anche i lettori del sono invitati a non trarre conclusioni affrettate .Gesù non stava per andare al Tempio ma " al Padre" cioè stava per essere ucciso (non che fosse mai stato separato dal Padre).
Gesù che " va " al Padre  significa che va a morire : passando dalla morte sarà " nel PADRE" definitivamente, senza più tribolazioni.6 Gli disse Gesù: " Nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me. Anche i discepoli ANDRANNO AL PADRE  ma ci andranno per mezzo di Gesù : riceveranno da Lui la VITA eterna che li farà Figli adottivi del PADRE e DIMORERANNO in LUI fin quando passeranno dalla morte e saranno in DIO definitivamente, senza più tribolazioni.
.........................................................................


Gv 14,18 Non vi lascerò orfani: La morte di Gesù non significa che si interrompe la profonda relazione con loro: Gesù  rimane presente in loro con il dono dello Spirito // la Pace (v. 21 e 27) // la VITA : verrò da voi. 19Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete,  verrò da voi ... - andrà al Padre , morirà , e .. andrà da loro ( non dice che tornerà da loro  )mi vedrete perché io VIVO e voi VIVRETE ( eternamente) Gesù VIVE della VITA eterna e la morte non gli toglierà questa VITA ( sorgerà da morte) ed anche i discepoli continueranno ad avere in loro la VITA immortale (VIVRANNO) e quando  andrà da loro , Lo  VEDRANNO ( risorto , VIVENTE). 20 In quel giorno voi saprete che IO SONO nel Padre mio e VOI IN ME e Io in voi. ... in quel giorno: il giorno della Sua risurrezione.

" ... amatevi gli uni gli altri " L'Amore - agape  Gesù : Gv 14, 31 .. bisogna ( è previsto dal Progetto divino) che il mondo sappia che io AMO il Padre, ( cosa significa AMARE DIO?)   e come il Padre mi ha comandato, così io agisco.AMARE DIO signica FARE la SUA VOLONTA' Matteo 19, 21 Gesù : "Se vuoi essere perfetto ( nell'osservanza dei comandamenti divini)
  va', vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; ( liberati di tutti i tesori che hai in questo mondo)  
e vieni! Seguimi!" ( per FARE la volontà divina, ciò che LUI Mi ha comandato )
Ef 1, 9 (LUI ha fatto) conoscere il mistero della SUA volontà,
secondo la benevolenza che si era proposto
10 per il governo della pienezza dei tempi:
ricondurre al Cristo unico capo,
tutte le cose, quelle nei cieli e quelle sulla terra.
AMARE DIO è FARE la SUA VOLONTA' , ciò che LUI ha comandato a Gesù :
la SALVEZZA della Creazione ricapitolata in Lui ( il Progetto " UOMO COMPIUTO ") 
per mezzo della evangelizzazione del mondo.
Marco 10, 21 Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo AMO' ( cosa significa AMARE il prossimo? )
e gli disse: "Una cosa sola ti manca: va', vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!". AMARE IL PROSSIMO significa evangelizzarlo
perchè si faccia discepolo di Gesù
e Lo segua nella evangelizzazione del mondo
per diventare UOMO COMPIUTO.
Il comandamento di Dio"  o "primo comandamento " o " grande comandamento" dato a Isarele era :
   Mt 6,4 Ascolta, Israele: JHWH nostro Dio, unico è JHWH. 5 Tu amerai JHWH tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutte le forze. e il secondo : 39Il secondo poi è simile a quello: Amerai il tuo prossimo come te stesso. 40Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti . Il comandamento nuovo ( l'unico) dato da Gesù è
Giovanni 13, 34 Vi do un comando nuovo: che vi Amiate gli uni gli altri. Come io ho Amato voi, così Amatevi anche voi gli uni gli altri. . Gv 14,15 Se mi Amate, osserverete i comandi; quelli miei. cioè questi ( che sono uno solo) : Mt 28,18 "A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. 19Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli , battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, 20 insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo".AMARE DIO E IL PROSSIMO è EVANGELIZZARE IL MONDO al seguito di Gesù. LA COMUNIONE DI VITA  dell'UNO è una COMUNIONE DI AMORE soprannaturale ( AGAPE)  che EVANGELIZZA il mondo  così come il PADRE mi ha comandato, così io agisco" : evangelizzo .Gesù (sapendo che risorgerà) accettò la sofferenza e la morte , ingiusta e ingiustificata : lo ha fatto per continuare ad evangelizzare il mondo... anche nella sofferenza e nella morte .. lasciando un esempio ai suoi discepoli.
Gv15, 9a ..il Padre ha Amato me" mi ha inviato a SALVARE la SUA creazione dando VITA agli uomini per farli UOMINI immortali e conducendoli al compimento del loro Nuovo Essere che ricapitola in sè tutta la creazione, visibile ed invisibile".
Gv 5,10b// io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel SUO Amore   Voi fatevi evangelizzare continuamente dalla Mia Parola, evangelizzatevi ed evangelizzate il mondo come Io ho evangelizzato voi e il mondo:
- vi ho detto tutto ciò che ho udito dal Padre,
-  vi ho dato il Mio SPIRITO, la VITA divina
- vi ho fatti rinascere dallo Spirito UOMINI e DONNE immortali,
- vi ho rivelato il Mistero del Regno di DIO
- vi do la mia Natura umanoDIVINA come CIBO CELESTE
- vi ho dato tutte le possibili benedizioni
...
- ... e vi ho inviati ad evangelizzare il mondo
vi dico: " Rimanete nel mio Amore. evangelizzate!Gv 14, 28Avete udito che vi ho detto: "Vado e verrò da voi". Se mi Amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. 29 Ve l'ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate.







Gv 14, 16e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, 17 lo "Spirito della Verità",Gesù risorto  " andrà dai suoi" è manifesterà il Suo Essere  COMPIUTO e DEFINITIVO :  un  CORPO SPIRITUALE ( 1,Cor 15,44ss), lo "Spirito" della Verità ( cioè il Suo Spirito   Gv 14,6 Io sono la Verità).Gv 14,17b ..lo "Spirito della Verità", che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. 18Non vi lascerò orfani: verrò da voi.vi darò lo Spirito sarete Figli di DIO, DIMORERETE in LUI.
1 Giovanni 2, 7  Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto da principio. Il comandamento antico è la Parola che avete udito.Non c'è un "  nuovo comandamento" che si aggiuge a quelli noti : il "primo comandamento  di Gesù" è la PAROLA del Vangelo, Gesù stesso, l'UOMO COMPIUTO.

 1 Giovanni 2, 8 Eppure vi scrivo ( non un nuovo comandamento ma)  un comandamento NUOVO ( perchè voi, rinati dallo Spirito , siete UOMINI e DONNE NUOVI, immortali)  e ciò è vero in Lui ( che è l'uomoDIO)  e in voi ( uomini e donneSPIRITO) ,  perché ( in voi)  le tenebre stanno diradandosi e già appare la LUCE vera ( dalla quale siete ri-nati, lo Spirito-Gesù).
 2 Giovanni 1, 11 Io, il Presbìtero, ( scrivo) alla Signora eletta da Dio e ai suoi figli, che Amo nella Verità, e non io soltanto, ma tutti quelli che hanno conosciuto la Verità, 2a causa della Verità che rimane in noi e sarà con noi in eterno : 3 Grazia, Misericordia e Pace saranno con noi da parte di Dio Padre e da parte di Gesù Cristo, Figlio del Padre, nella Verità e nell'Amore..4Mi sono molto rallegrato di aver trovato alcuni tuoi figli che camminano nella Verità, secondo il comandamento che abbiamo ricevuto dal Padre. .5  E ora prego te, o Signora, non per darti un comandamento nuovo, ma quello che abbiamo avuto da principio: che ci Amiamo gli uni gli altriLa COMUNIONE DI VITA-SPIRITO, l' "UNO", è una COMUNIONE DI AMORE nella VERITA'.Giovanni 15, 10  Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio Amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel SUO Amore.  ... Chi Ama me sarà Amato dal Padre mio e anch'io lo Amerò e // mi manifesterò a lui".
Gv 15,11Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
13Nessuno ha un Amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. 14Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. 15Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l'ho fatto conoscere a voi. 16Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. 17Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri.
Gv 13,33Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete ma, come ho detto ai Giudei, ora lo dico anche a voi: dove vado io, voi non potete venire.
34Vi do un comandamento nuovo: che vi Amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. 35Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri". Gv 13, 12Quando ebbe lavato loro i piedi, riprese le sue vesti, sedette di nuovo e disse loro: "Capite quello che ho fatto per voi? 13Voi mi chiamate il Maestro e il Signore, e dite bene, perché lo sono. 14Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. 15Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi. L' Amore - agape è l'ambiente di VITA degli Esseri immortali : rimanere  VIVENTI in Gesù e nel Padre è rimanere nell'Amore e camminare nella VERITA' cioè evangelizzare il mondo

...
E' la condizione nuova della COMUNIONE DI VITA ( IMMORTALE) : l'UNO.

La VITA ( // lo Spirito) unirà il PADRE GESU' ed i DISCEPOLI nella COMUNIONE " già in questo mondo" ma questa non è ancora DEFINITIVA  : c'è un CAMMINO di COMUNIONE nella storia per evangelizzare il mondo con tutti  i pericoli e le sofferenze che la storia non ha mai lesinato.

Nel frattempo tutti coloro che persevereranno in questa COMUNIONE e moriranno in essa saranno DEFINITIVAMENTE " nel Padre , in Gesù e il Padre e Gesù in loro."
«Vado a prepararvi un posto» Gv 14, 1 Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. 2 Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: «Vado a prepararvi un posto»? 3 Quando sarò andato  e  vi avrò preparato un POSTO , In Gesù la morte è la fine del tempo ma non è la fine della sua persona, anzi è la salvezza cioè il compimento dell'Essere : il " figlio d'UOMO", morendo , sorge UOMO DEFINITIVO.TILC-Gv 1,14E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità.
La gloria di Gesù è l'essere FIGLIO UNIGENITO di Dio, l'uomoDIO che è pienezza di Grazia ( Spirito, VITA) e Verità (Sapienza) : è l'UOMO COMPIUTO che è nel PADRE sempre e che ricapitola in sè tutta la creazione - visibile ed invisibile- e tutti gli UOMINI e DONNE rinati dallo Spirito che sono giunti a COMPIMENTO evangelizzando il mondo. Gesù è il TUTTO CREATO che ha VITA eterna,
il MICROCOSMO VIVENTE ed ETERNO ,
l' "UNO".

"perché siano UNO" La comunione Gesù sta per entrare nella Sua "ORA" e prega il Padre a favore dei Suoi discepoli e discepole.
Gv 17, 6 ( Padre) Ho manifestato il TUO NOME agli uomini che mi hai dato dal mondo.
( // la TUA PERSONA di SALVATORE)
Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua Parola. 7Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, 8perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.
( sono i miei discepoli che mi seguono nella evangelizzazione del mondo)
9Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi. 10Tutte le cose mie sono tue, e le tue sono mie, e io sono glorificato in loro
( la mia gloria di UOMO COMPIUTO  Figlio di DIO, immortale, si manifesta in loro in virtù della loro FEDE in Me e dello Spirito che ho dato loro e che loro manifestano con l'opera di evangelizzazione)
ORA..
11Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a TE.
Padre santo, custodiscili nel TUO NOME, quello che mi hai dato ( SALVATORE), perché siano UNO , come noi. " Il gruppo dei discepoli di Gesù che VIVONO "in Lui , nel Padre e nello Spirito"- viene designato con il nome neutro " UNO" . ἓν , UNO, è il neutro di εἷς , uno. L' espressione è uno stereotipo di Giovanni ( 6,37 ; 10,29 10, 26 ; 11,52) . Anche pneuma è neutro , lo Spirito//VITA// che fa del gruppo dei discepoli  ἓν , un UNO .

1Cor 6,17 chi si unisce al Signore forma con lui  UN SOLO SPIRITO  
1Cor 12,13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati mediante UN SOLO SPIRITO  in UN SOLO CORPO, Giudei o Greci, schiavi o liberi; e tutti siamo stati dissetati da  UN SOLO SPIRITO.
Ef 2,18 Per mezzo di lui infatti possiamo presentarci, gli uni e gli altri, al Padre in UN SOLO SPIRITO
Ef 4,4  UN SOL CORPO ed UN SOLO SPIRITO, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati, quella della vostra vocazione;
Fil 1,27 e state saldi in UN SOLO SPIRITO  che combattete unanimi per la fede del Vangelo,

Gv 17, 23 siano ἓν come siamo NOI .. ...Io in loro e TU ( Padre) in Me, perché siano perfetti nell'UNO ( ἕν)
ἓν = UNO ( essere UNO) è  ciò che mancava al giudeo osservante che nella parabola chiedeva cosa fare per ereditare la VITA eterna: " UNO ti manca ... e per avere questo UNO, va vendi quello che hai ... e vieni, seguiMi ...etc." UNO è il POSTO della salvezza, l' UOMO COMPIUTO e DEFINITIVO, la destinazione della creazione ricapitolata in Gesù e in ogni UOMO o DONNA ri-nata dallo Spirito che segue Gesù nella evangelizzazione del mondo. TILC Giovanni 17, 24  Padre, voglio che quelli che mi hai dato siano anch'essi con me DOVE sono Io (cioè ... in TE), perché contemplino la mia gloria,
( di UOMO DEFINITIVO, CELESTE )
quella che tu mi hai dato; poiché mi hai Amato
( dandomi la MISSIONE di Salvatore)

prima della creazione del mondo.
Il Padre , prima ancora di creare" aveva " accanto a SE' " il SUO PROGETTO : il processo di creazione-storia fino al COMPIMENTO in Gesù , l'UOMO CELESTE.La DIMORA di DIO (o DIMORA della testimonianza) era la PRESENZA di Dio in mezzo a Israele nel SANTUARIO del tempio :  Esodo 40, 34 Allora la nube coprì la tenda del convegno e la gloria del Signore riempì la Dimora.
La dimora di Dio in mezzo al Suo Popolo ora è GESU', l' UOMO COMPIUTO  e   DEFINITIVO , CELESTE.
Giovanni 17, 22 E la gloria che TU hai dato a me
( il COMPIMENTO dell'UOMO come UOMO CELESTE)

, io l'ho data a loro, perché siano UNO come noi siamo UNO .
Gesù risorto da morte è glorificato e dona questa gloria a suoi discepoli perchè siano UNO e // prepara per loro un POSTO . " Dove? DOVE è Lui : " nel Padre ".
Gesù non ha mai lasciato il Padre , è UNO con LUI. 
Il linguaggio non è spaziale ma teologico.
Chi " dimora in Gesù ", dimora nel Padre , e chi dimora nel Padre dimora nella VITA, dimora nello Spirito, dimora nel Regno : quello è il POSTO    del discepolo. Gv 6,56 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane "in Me" e Io "in lui".   e siccome .. Gv 11,25 «Io sono la risurrezione e //la VITA; chi crede in Me, anche se muore, VIVRA'; ovvero Gv11,26 chiunque VIVE ( in Me)  e // crede in Me, non morirà in eterno. Quando sarò andato - .. al Padre.. da dove sono venuto - Gesù " andrà" al Padre con la morte - risurrezione come uomoDIO DEFINITIVO e poi verrà nel mondo //nei suoi discepoli a continuare l'evangelizzazione (cf. vedere il risorto )
Il "POSTO" che Gesù prepara per i discepoli evangelizzatori del mondo è il Suo " CORPO GLORIFICATO " ( corpo è un semitismo che sta per " tutta la persona Vivente") , è la sua Persona di UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO :
- MICROCOSMO "UNIVERSALE" che ha VITA DEFINITIVA
- UOMO CELESTE
- TUTTO e "UNO"



Tutti coloro che dimorano  "nella Sua Parola" e // nella Sua "VITA" eucaristica
- sono  in comunione di Spirito// VITA  con Lui",
-  dimorano "in Lui",
- dimorano
" nel Suo AMORE"
- / dimorano " nel Padre" :
.. questi, sono al loro " POSTO" :
-  sono UNO .
Passando dalla morte, sorgeranno UNO...
- DEFINITIVAMENTE
Gv 11,26...Credi tu questo?» Il POSTO dei Figli di DIO è "in Gesù" >  // " nella Sua Parola", > " nella Sua VITA eucaristica" > // "nel Suo Spirito " > // " nel Padre"  : UNO. Gv 17,11 Padre santo, conserva uniti a TE quelli che mi hai affidati , perché siano UNO come noi. I discepoli sono UNO con il Padre e Gesù prega il Padre di conservarli in questo UNO 13 ora io ritorno verso di TE, e dico queste cose mentre sono ancora sulla terra, perché essi abbiano tutta la mia gioia. 14«Io ho dato loro la tua Parola. Perciò essi non appartengono più al mondo, come io non appartengo al mondo. E il mondo li odia. 15Io non ti prego di toglierli dal mondo, ma di proteggerli dal maligno .Il Padre protegge i discepoli dal maligno : il maligno è ciò che vuole frantumare l'UNO.
Essi sono UNO con Gesù e il Padre perchè ne condividono lo Spirito nella l'evangelizzazione del mondo : questa appartenenza li " protegge dal maligno" : 1 Giovanni 5, 18 Sappiamo che chiunque è stato generato da Dio non pecca: chi è stato generato da Dio preserva se stesso e il Maligno non lo tocca .
Nell' UNO il maligno non può entrare. 6Essi non appartengono al mondo, come Io non appartengo al mondo. 17Fa’ che appartengano a te mediante la Verità: la tua Parola è Verità. I discepoli "appartengano al Padre I" per sempre mediante la  Verità, cioè la Parola divina che è Gesù stesso: Giovanni 14, 6 Nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me : "Io sono la VIA, laVERITA' e la VITA. La Parola VIVENTE del Padre , Gesù-Vangelo e la VITA eucaristica , cioè "rimanere in Gesù" , "nel Suo Spirito" , sono decisive perchè l' appartenenza dei discepoli "al Padre" si conservi  nell'epoca di evangelizzazione del mondo e diventi definitiva alla loro morte .

"vado a prepararvi un POSTO" Perchè è necessario che Gesù prepari un POSTO per i discepoli? 2Cor 5,1 Sappiamo infatti che, quando sarà distrutta la nostra dimora terrena , che è come una tenda, riceveremo da Dio un'ABITAZIONE, una DIMORA non costruita da mani d'uomo, ETERNA, nei Cieli .Con la morte i discepoli cesseranno di essere nello spaziotempo come esseri senza fissa dimora : riceveranno da DIO quella DIMORA che non è di questo mondo ( non è dello spaziotempo) , dimorare " nel PADRE" sarà la loro DIMORA STABILE, DEFINITIVA . Ap 21,1 Allora io vidi un Nuovo cielo e una Nuova terra, una Nuova Creazione, un Nuovo Mondo stabile, perfetto, definitivo, CELESTE
— il primo cielo e la prima terra erano spariti, e il mare non c’era più, — 2 e vidi venire dal Cielo, da parte di Dio, la Santa Città, la Nuova Gerusalemme , ornata come una Sposa pronta per andare incontro allo Sposo. 21, 3Una VOCE forte che veniva dal trono esclamò: «Ecco l’abitazione di Dio fra gli uomini; essi saranno suo popolo ed egli sarà Dio con loro. 4Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi. La morte non ci sarà più. Non ci sarà più né lutto né pianto né dolore.
.
-
.. Il mondo di prima è scomparso per sempre» . 5Allora Dio dal suo trono disse: «Ora FACCIO nuova ogni cosa» . Poi mi disse: «Scrivi, perché ciò che dico è vero e degno di essere creduto». E aggiunse: 6 «È FATTO.
Io sono l’inizio e la Fine, il Primo e l’Ultimo



E' FATTO :
l'UOMO è COMPIUTO e DEFINITIVO, CELESTE.
" Io", l’inizio e la Fine, il Primo e l’Ultimo , Gesù.
Nel quale sono ricapitolate tutte le cose , quelle visibili e quelle invisibili : tutti gli UOMINI e le DONNE SPIRITUALI che si sono COMPIUTI e sono passati dalla morre , VIVI " nel PADRE".
Col 1,16 perché in Lui furono create tutte le cose nei cieli e sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potenze. Tutte le cose sono state create per mezzo di Lui e in vista di Lui.
Col 1,17 Egli è prima di tutte le cose e tutte in Lui sussistono.
Col 1,19 È piaciuto infatti a Dio che abiti in Lui tutta la pienezza
Col 2,3 in Lui sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della conoscenza.
Ef 1,4 In Lui ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a Lui nella carità,
Ef 1,7 In Lui, mediante il suo sangue, abbiamo la redenzione, il perdono delle colpe, secondo la ricchezza della sua grazia.
Col 2,9 È in Lui che abita corporalmente tutta la pienezza della divinità,
Col 2,11 In Lui voi siete stati anche circoncisi non mediante una circoncisione fatta da mano d'uomo con la spogliazione del corpo di carne, ma con la circoncisione di Cristo:
Ef 1,11 In Lui siamo stati fatti anche eredi, predestinati - secondo il progetto di coLui che tutto opera secondo la sua volontà -
Ef 1,13 In Lui anche voi, dopo avere ascoltato la parola della verità, il Vangelo della vostra salvezza, e avere in esso creduto, avete ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso,
Ef 2,21 In Lui tutta la costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore;
Ef 2,22 in Lui anche voi venite edificati insieme per diventare abitazione di Dio per mezzo dello Spirito.
Ef 3,12 nel quale abbiamo la libertà di accedere a Dio in piena fiducia mediante la fede in Lui.
Ef 4,21 se davvero gli avete dato ascolto e se in Lui siete stati istruiti, secondo la verità che è in Gesù,
Ef 6,9 in Lui non vi è preferenza di persone.
Fil 1,29 Perché, riguardo a Cristo, a voi è stata data la grazia non solo di credere in Lui, ma anche di soffrire per Lui

.
.



Essa scendeva dal cielo, da parte di Dio. 11Aveva lo splendore di Dio, brillava come una pietra preziosa, come una gemma cristallina. 12Le sue mura erano solide ed elevate, con dodici porte. Alle porte stavano dodici angeli, e sulle porte erano scritti dodici nomi, quelli delle dodici tribù d’Israele. 13C’erano tre porte a oriente, tre a settentrione, tre a mezzogiorno e tre a occidente. 14Le mura poggiavano su dodici basamenti, e su ciascuno di questi era scritto un nome, quello di uno dei dodici *apostoli dell’Agnello. 15L’angelo che parlava con me aveva una canna d’oro per misurare la città, le sue mura e le sue porte. 16La città era quadrata, di larghezza uguale alla lunghezza. L’angelo misurò la città: dodicimila stadi (più di duemila chilometri). La lunghezza, la larghezza e l’altezza sono identiche. 17Poi misurò le mura: centoquarantaquattro cubiti (settanta metri), secondo la misura umana che usava l’angelo. 18La città era d’oro puro, splendente come cristallo; le sue mura erano di diaspro. 19I basamenti delle mura erano ornati di pietre preziose di ogni genere: di diaspro il primo, di zaffiro il secondo, di calcedonio il terzo, di smeraldo il quarto. 20Il quinto basamento era di sardònice, il sesto di cornalina, il settimo di crisòlito, l’ottavo di berillo, il nono di topazio, il decimo di crisopazio, l’undicesimo di giacinto, il dodicesimo di ametista.


21Le dodici porte erano dodici perle: ognuna era ricavata da una perla sola. La piazza della città era d’oro puro, splendente come cristallo. 22Non vidi nessun *santuario nella città, perché il Signore Dio Onnipotente e l’Agnello sono il suo santuario. 23Inoltre la città non ha bisogno di sole né di luna, per rischiararla, perché la illumina lo splendore di Dio, e l’Agnello è la sua luce. 24Le nazioni cammineranno alla sua luce, e i re della terra verranno a lei con il loro splendore. 25Di giorno le porte non saranno mai chiuse, e non ci sarà più notte. 26A lei le nazioni porteranno il loro splendore e le loro ricchezze. 27Nulla di *impuro vi potrà entrare, nessuno che pratichi la corruzione o commetta il falso. Entreranno soltanto quelli che sono scritti nel libro della vita che appartiene all’Agnello .
MA...
8Ma i vigliacchi, i miscredenti, i depravati, gli assassini, gli svergognati, i ciarlatani, gli idolatri e tutti i bugiardi andranno a finire nel lago ardente di fuoco e di zolfo. Questa è la seconda morte» 9Poi venne uno dei sette *angeli che avevano le sette coppe piene degli ultimi sette flagelli, e mi disse: «Vieni, ti mostrerò la sposa dell’Agnello». 10Lo Spirito mi trasportò su una grande montagna, molto alta, e l’angelo mi mostrò Gerusalemme, la città santa che appartiene al Signore ORA...
Rm 6,6 Lo sappiamo: l'uomo vecchio che è in noi è stato crocifisso con Lui, affinché fosse reso inefficace questo corpo di peccato, e noi non fossimo più schiavi del peccato. Col 3,9 Non dite menzogne gli uni agli altri: vi siete svestiti dell'uomo vecchio
Ef 4,24 ...per... rivestire l'UOMO NUOVO, creato secondo Dio nella giustizia e nella vera santità
Il discepolo che è divenuto UOMO COMPIUTO muore avendo in sè la VITA e la sua " dimora terrestre" - il corpo - verrà distrutta : Ap2, 23La morte non ci sarà più. Non ci sarà più né lutto né pianto né dolore. Il mondo di prima è scomparso per sempre e passando dalla morte l'UOMO SPIRITUALE (che era BAMBINO DI DIO ed è cresciuto e giunto a perfezione) è UOMO CELESTE, COMPIUTO E DEFINITIVO.

ABITERA' " il suo POSTO" , " nel PADRE", definitivamente.
Avvertenza: "rimanete in ME" 1Gv 2,15 Non amate il mondo, né le cose del mondo! Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui; Gv 15,6 Chi non rimane in Me [ l'AMORE del Padre non rimane in lui .. e ..] viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano.
Fil 3,9 ... per... essere trovato in lui, avendo come mia giustizia non quella derivante dalla Legge, ma quella che viene dalla fede in Cristo, la giustizia che viene da Dio, basata sulla fede:
2Cor 13,4  egli fu crocifisso per la sua debolezza, ma VIVE per la potenza di Dio. E anche noi siamo deboli in Lui, ma vivremo con Lui per la potenza di Dio a vostro vantaggio.
1Gv 2,27 E quanto a voi, l'unzione che avete ricevuto da Lui rimane in voi e non avete bisogno che qualcuno vi istruisca. Ma, come la sua unzione vi insegna ogni cosa ed è veritiera e non mentisce, così voi rimanete in Lui come essa vi ha istruito.
Col 2,6 Come dunque avete accolto Cristo Gesù, il Signore, in Lui camminate,
2Ts 1,12 perché sia glorificato il nome del Signore nostro Gesù in voi, e voi in Lui, secondo la grazia del nostro Dio e del Signore Gesù Cristo.
1Gv 2,28 E ora, figlioli, rimanete in Lui, perché possiamo avere fiducia quando egli si manifesterà e non veniamo da Lui svergognati alla sua venuta.
1Gv 3,3 Chiunque ha questa speranza in Lui, purifica se stesso, come egli è puro.
1Gv 3,5 Voi sapete che egli si manifestò per togliere i peccati e che in Lui non vi è peccato. quindi  6 Chiunque rimane in Lui non pecca; chiunque pecca non l'ha visto né l'ha conosciuto.
1Gv 2,5 Chi invece osserva la sua parola, in Lui l'amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in Lui.  6 Chi dice di rimanere in Lui, deve anch'egli comportarsi come Lui si è comportato.
1Gv 3,24 Chi osserva i suoi comandamenti rimane in Dio e Dio in Lui. In questo conosciamo che egli rimane in noi: dallo Spirito che ci ha dato.
1Gv 4,13 In questo si conosce che noi rimaniamo in Lui ed egli in noi: egli ci ha donato il suo Spirito.
1Gv 4,15 Chiunque confessa ( testimonia con la vita) che Gesù è il Figlio di Dio, Dio rimane in Lui ed egli in Dio.
1Gv 4,16 E noi abbiamo conosciuto e creduto l'amore che Dio ha in noi. Dio è amore; chi rimane nell'amore rimane in Dio e Dio rimane in Lui.
1Gv 5,14 E questa è la fiducia che abbiamo in Lui: qualunque cosa gli chiediamo secondo la sua volontà, egli ci ascolta.
1Gv 2,24 ..  quello che avete udito da principio rimanga in voi.  Se rimane in voi quello che avete udito da principio,  anche voi rimarrete nel Figlio e nel Padre.
Gv 8,31  «Se rimanete nella mia Parola, siete davvero miei discepoli
Filippesi 4,7 È la pace di Dio, che è più grande di quanto si possa immaginare, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in  Cristo Gesù.
Gesù non se ne andrà dal mondo lasciandoli soli ma continuerà ad essere VIVO nella