Piccolo Corso Biblico




Seguire Gesù.
Il discepolato
Il discepolatoGv17,1 Così parlò Gesù. Poi, alzàti gli occhi al cielo, disse:
«Padre, è venuta l'ora: glorifica il Figlio tuo perché il Figlio glorifichi te.
2Tu gli hai dato potere su ogni essere umano,
perché egli dia la Vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
3Questa è la Vita eterna: che conoscano te, l'unico vero Dio,
e colui che hai mandato, Gesù Cristo.

Dio si conosce in Gesù.

Gv 14, 5Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai;
come possiamo conoscere la via?».
6Gli disse Gesù:
«Io sono la via, la verità e la Vita.
Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

7
Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio:
fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».

8Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta».
9 Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo?

Chi ha visto me, ha visto il Padre.

Come puoi tu dire: «Mostraci il Padre»?


Gesù si conosce attraverso i vangeli

1Gv 1, 1 Quello che era da principio,
quello che noi abbiamo udito, quello che abbiamo veduto con i nostri occhi,
quello che contemplammo e che le nostre mani toccarono del Verbo della Vita -

2la Vita infatti si manifestò,
noi l'abbiamo veduta e di ciò diamo testimonianza
e vi annunciamo la Vita eterna, che era presso il Padre e che si manifestò a noi -, 3quello che abbiamo veduto e udito,
noi lo annunciamo anche a voi,
perché anche voi siate in comunione con noi.
E la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo.
4Queste cose vi scriviamo, perché la nostra gioia sia piena.

Gv 21, 24
Questi è il discepolo che testimonia queste cose e le ha scritte,
e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera. 25Vi sono ancora molte altre cose compiute da Gesù che, se fossero scritte una per una, penso che il mondo stesso non basterebbe a contenere i libri che si dovrebbero scrivere.

2Gv 1,12 Molte cose avrei da scrivervi, ma non ho voluto farlo con carta e inchiostro;
spero tuttavia di venire da voi e di poter parlare a viva voce,
perché la nostra gioia sia piena.

I Vangeli vanno compresi

Mt 13,19 Ogni volta che uno ascolta la parola del Regno e non la comprende,
viene il
Maligno e ruba ciò che è stato seminato nel suo cuore:
questo è il seme seminato lungo la strada.


Il discepolato è la via per comprendere Gesù

1Cor 2,9 Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo,
Dio le ha preparate per coloro che lo amano.
gli ebrei
10
Ma a noi
cristiani
Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito
;
lo Spirito infatti conosce bene ogni cosa, anche le profondità di Dio.
11Chi infatti conosce i segreti dell'uomo se non lo spirito dell'uomo che è in lui?
Così anche
i segreti di Dio nessuno li ha mai conosciuti se non lo Spirito di Dio.
12Ora, noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo,
ma
lo Spirito di Dio per conoscere ciò che Dio ci ha donato.
13Di
queste cose noi parliamo,
con parole
non suggerite dalla sapienza umana,
bensì
insegnate dallo Spirito,
esprimendo cose spirituali
in termini spirituali.

Aveva appena detto Gesù :
Gv 3, 5 «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio .
6 Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito....8 Il vento

[ ruah, in ebraico, parola che è la stessa di "Spirito"]
soffia dove vuole
nessuno è padrone dello Spirito , può solo riceverlo; Gesù e il Padre donano lo Spirito//Vita a chi vogliono
e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va:
dove origina il vento e dove va a parare l'uomo antico no lo sa;
così è chiunque è nato dallo Spirito».
nessuno sa in che modo lo Spirito trasforma l'uomo in Uomo e lo conduce alla risurrezione.

Gesù è narrato dagli evangelisti : i 4 vangeli canonici non sono mitologia, non sono scienza, non sono filosofia, non sono storiografia , sono un genere letterario singolare : gli autori leggono gli eventi storici legati a Gesù con lo Spirito che hanno ricevuto ed assorbito dalla predicazione apostolica ( cf.Lc 1,1-4 ) e li esprimono con un linguaggio proprio per comunicarne il significato ai lettori-uditori.
1Gv 1,3 quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunciamo anche a voi,
perché
anche voi siate in comunione con noi.
E la nostra comunione è
con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo.

Narrano il significato degli avvenimenti esprimendosi nello stesso Spirito di Gesù comunicato agli apostoli e da questi trasmesso loro attraverso la predicazione affinchè si realizzi nelle comunità cristiane la comunione di Spirito .
1Cor 2,11Chi infatti conosce i segreti dell'uomo se non lo spirito dell'uomo che è in lui? Così anche i segreti di Dio nessuno li ha mai conosciuti se non lo Spirito di Dio. 12Ora, noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo,
ma
lo Spirito di Dio per conoscere ciò che Dio ci ha donato
1Cor 2,14 Ma l'uomo lasciato alle sue forze
alla sua cultura ed alle sue capacità interpretative
non comprende le cose dello Spirito di Dio:
esse sono follia per lui e
non è capace di intenderle,
perché
di esse si può giudicare per mezzo dello Spirito.

Solo chi ha respirato lo Spirito può comprendere le cose dello Spirito che sono espresse nei termini propri dello Spirito.
15
L'uomo mosso dallo Spirito, invece, giudica ogni cosa,
interpreta tutto separando il vero dal falso
senza poter essere giudicato da nessuno.
perchè nessuno che non possiede lo Spirito può giudicare di quello che dice
16Infatti chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore in modo da poterlo consigliare?
Ora,
noi abbiamo il pensiero di Cristo.

Tutti sono chiamati al discepolato

Mt 28,19 Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli,
battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo,

[ lett. immergendoli nel Padre nel Figlio e nello S.S.]

L'analogia del pastore e delle pecoreIsraele era un popolo dalle origini pastorizie ( Leggi per es. Gs 21) per cui l'analogia del pastore e delle sue pecore poteva essere compresa facilmente da tutti .

Le pecore senza pastore
Il popolo di Dio, Israele, si riteneva guidato da Dio stesso. Dio è il pastore del suo popolo e questa guida è attuata dalla Sua Parola, quindi primariamente per mezzo dei profeti . Ma l'istituzione religiosa rifiutava la Parola proclamata dai profeti :

Mt 23,37 Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti
e lapidi quelli che sono stati mandati a te,
quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli,
come una chioccia raccoglie i suoi pulcini sotto le ali,
e
voi non avete voluto!

I profeti infatti tuonavano contro i capi del popolo :

(Testo CEI2008) Ez 22,27 I suoi capi in mezzo ad essa sono come lupi che dilaniano la preda, versano il sangue, fanno perire la gente per turpi guadagni.
Sof 3,3 I suoi capi in mezzo ad essa sono leoni ruggenti, i suoi giudici sono lupi di sera,
che non hanno rosicchiato al mattino.
famelici sempre

Ez 34,1 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 2«Figlio dell'uomo,
profetizza contro i pastori d'Israele, profetizza e riferisci ai pastori:
Così dice il Signore Dio:
Guai ai pastori d'Israele, che pascono se stessi!
I pastori non dovrebbero forse pascere il gregge?


3Vi nutrite di latte, vi rivestite di lana, ammazzate le pecore più grasse,
ma
non pascolate il gregge.
4Non avete reso forti le pecore deboli, non avete curato le inferme, non avete fasciato quelle ferite, non avete riportato le disperse.
Non siete andati in cerca delle smarrite, ma le avete guidate con crudeltà e violenza.
5
Per colpa del pastore si sono disperse e sono preda di tutte le bestie selvatiche:
sono sbandate. 6Vanno errando le mie pecore su tutti i monti e su ogni colle elevato, le mie pecore si disperdono su tutto il territorio del paese
e
nessuno va in cerca di loro e se ne cura.

7Perciò, pastori, ascoltate la parola del Signore: 8Com'è vero che io vivo - oracolo del Signore Dio -, poiché il mio gregge è diventato una preda e le mie pecore il pasto d'ogni bestia selvatica per colpa del pastore e poiché i miei pastori non sono andati in cerca del mio gregge - hanno pasciuto se stessi senza aver cura del mio gregge -, 9udite quindi, pastori, la parola del Signore: 10Così dice il Signore Dio:
Eccomi contro i pastori:
a loro chiederò conto del mio gregge e non li lascerò più pascolare il mio gregge, così non pasceranno più se stessi, ma strapperò loro di bocca le mie pecore e non saranno più il loro pasto.


Il vagare da sole in cerca di pascoli sfinisce le pecore : cercano vita ( pascoli) ma trovano la morte ( sfinite). Le pecore hanno una vista molto corta, per questo seguono le altre che sono nel loro campo visivo e se non c'è nessuno ne risulta un gregge che si muove disordinatamente . Ci vuole qualcuno che le guidi, un pastore.

Senza pastore non sono in grado di vedere dove ci sono pascoli , sono relegate nel loro corto campo visivo e vagano senza mèta. Inevitabilmente finiscono per separarsi ed il gregge si disperde andando incontro allo sfinimento, la morte.

La promessa salvifica :

Ez 34,11Perché così dice il Signore Dio:
Ecco, io stesso cercherò le mie pecore e le passerò in rassegna.

12Come un pastore passa in rassegna il suo gregge
quando si trova in mezzo alle sue pecore che
erano state disperse,
così io passerò in rassegna le mie pecore
e
le radunerò da tutti i luoghi dove erano disperse nei giorni nuvolosi e di caligine.
13Le farò uscire dai popoli e le radunerò da tutte le regioni. Le ricondurrò nella loro terra e le farò pascolare sui monti d'Israele, nelle valli e in tutti i luoghi abitati della regione. 14Le condurrò in ottime pasture e il loro pascolo sarà sui monti alti d'Israele; là si adageranno su fertili pascoli e pasceranno in abbondanza sui monti d'Israele.

Mt 18,12 Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita? 15Io stesso
condurrò le mie pecore al pascolo e io le farò riposare. Oracolo del Signore Dio.
16
Andrò in cerca della pecora perduta e ricondurrò all'ovile quella smarrita,
fascerò quella ferita e curerò quella malata, avrò cura della grassa e della forte;
le pascerò con giustizia.

Mt 13,49 Così sarà alla fine di questa epoca (l' Antica Alleanza). Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni Mt 25,32 Davanti a lui ( il Buon Pastore) verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, 17A te, mio gregge, così dice il Signore Dio:
Ecco, io giudicherò fra pecora e pecora, fra montoni e capri.

18Non vi basta pascolare in buone pasture, volete calpestare con i piedi il resto della vostra pastura; non vi basta bere acqua chiara, volete intorbidire con i piedi quella che resta. 19Le mie pecore devono brucare ciò che i vostri piedi hanno calpestato e bere ciò che i vostri piedi hanno intorbidito.

20Perciò così dice il Signore Dio a loro riguardo:
Ecco, io giudicherò fra pecora grassa e pecora magra. 21Poiché voi avete urtato con il fianco e con le spalle e cozzato con le corna contro le più deboli fino a cacciarle e disperderle,

22
Io salverò le mie pecore e non saranno più oggetto di preda:
farò giustizia fra pecora e pecora.

23
Susciterò per loro un pastore che le pascerà,
il mio servo Davide
.
Egli le condurrà al pascolo,
sarà il loro pastore.
24Io, il Signore, sarò il loro Dio,
e il mio servo Davide sarà principe in mezzo a loro:
io, il Signore, ho parlato.

25
Stringerò con loro un'alleanza di pace
//
e farò sparire dal paese le bestie nocive. Abiteranno tranquilli anche nel deserto e riposeranno nelle selve. 26Farò di loro e delle regioni attorno al mio colle una benedizione: manderò la pioggia a tempo opportuno e sarà pioggia di benedizione. 27Gli alberi del campo daranno i loro frutti e la terra i suoi prodotti; abiteranno in piena sicurezza nella loro terra.

Sapranno che io sono il Signore, quando avrò spezzato le spranghe del loro giogo
e li avrò liberati dalle mani di coloro che li tiranneggiano.

28Non saranno più preda delle nazioni, né li divoreranno le bestie selvatiche, ma saranno al sicuro e nessuno li spaventerà. 29Farò germogliare per loro una florida vegetazione; non saranno più consumati dalla fame nel paese e non soffriranno più il disprezzo delle nazioni. 30Sapranno che io sono il Signore, loro Dio, ed essi, la casa d'Israele, sono il mio popolo. Oracolo del Signore Dio. 31Voi, mie pecore, siete il gregge del mio pascolo e io sono il vostro Dio». Oracolo del Signore Dio.


Mt 2,6 E tu,
Betlemme, terra di Giuda,
villaggio natale di Davide
non sei davvero l'ultima delle città principali di Giuda:
da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele».

Il pastore modello ( il Buon Pastore della tradizione cristiana)
Israele e di conseguenza tutti i popoli cui doveva annunciare la Torah divina , "i pascoli della vita", erano sfiniti .

Sal 88,16 Sin dall'infanzia sono povero e vicino alla morte,
sfinito sotto il peso dei tuoi terrori.

Le guide-pastori erano venuti meno al loro compito e perseguitavano ed uccidevano i profeti . Il popolo finiva per rompere l'alleanza , cadere sotto il giogo nemico, in esilio, fuori dalla " terra" di Dio.

Lam 5,5 Con un giogo sul collo siamo perseguitati,

siamo sfiniti, non c'è per noi riposo.

La separazione da Dio, il Pastore , è una condizione mortale :

Sal 69,4 Sono sfinito dal gridare, la mia gola è riarsa;
i miei occhi si consumano nell'attesa del mio Dio.

Ma Dio non ha mai abbandonato le sue pecore :

Ez 34,14
Le condurrò in ottime pasture
e il loro pascolo sarà sui monti alti d'Israele;
là si adageranno su fertili pascoli e
pasceranno in abbondanza sui monti d'Israele.

I capi di Israele , pastori-guide del popolo si comportavano come avvoltoi che si avventano sui cadaveri : toglievano al popolo le risorse , cioè la vita . Viene Gesù :

Mt 9,36 Vedendo le folle,
ne sentì compassione,
perché
erano stanche e sfinite
come
pecore che non hanno pastore.

Gv 10,11 Io sono il bel pastore
il pastore modello
Il bel pastore depone la propria vita [ ψυχὴν] per le pecore.
rende disponibile per loro tutta la sua vitalità (l'espressione implica : " mettendoci l'anima- ψυχὴν" ) , tutte le risorse vitali.
//
Gv 15 13Nessuno ha un amore più grande di questo:
dare la sua vita [ ψυχὴν] per i propri amici.
rende disponibile per loro tutta la sua vitalità (l'espressione implica : " mettendoci l'anima- ψυχὴν" ) , tutte le risorse vitalii

Gesù è il pastore modello, quello che tutti i greggi vorrebbero: il pastore che non le " spenna" delle loro risorse fino a farle morire ma che si dedica loro corpo e anima per farle vivere felici.
Questa però non è tutta la missione di Gesù :


Gv 10,10 Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere;
il pastore modello rende disponibile per loro tutta la sua vitalità
io sono venuto perché abbiano la Vita [ζωὴν]

Qualsiasi pastore potrebbe essere un pastore modello e dedicarsi "corpo e anima" alla cura delle sue pecore , dare loro la vita; il pastore modello Gesù va oltre : dà alle pecore la Sua stessa Vita, in senso letterale , dona loro la Vita [ζωὴν] di Figlio unigenito di Dio. e l'abbiano in abbondanza.
Una Vita che non si esaurisce mai, la Vita che supera la morte.

Lo Spirito senza misura , la Carità
Il dono gratuito ( grazia) di questa Vita non è il dono del sacro "una tantum" per operare un favore-miracolo ma è l'iniziazione ad una esistenza nuova: da uomo mosso dalla carne ( la natura umana) a Uomo mosso dallo Spirito , la natura umanodivina di Gesù.

Gv 3,34 Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio:
senza misura egli dà lo Spirito.

Il dono della Vita-zoe , agisce in coloro che la accolgono con una dinamica nuova : quella dello Spirito, la Carità:

Lc 6,38 Date
e
vi sarà dato:
chi riceve da Gesù lo Spirito e lo irradia nella storia ( la Carità ) continua a riceverne da Lui " in abbondanza":
una misura buona, pigiata, colma e traboccante
vi sarà versata nel grembo
,
perché
con la misura con la quale misurate,
tanta la Carità che irradiate
sarà misurato a voi
tanta la Carità che riceverete
in cambio». .

La Buona Notizia
Gesù è venuto per dare alle sue pecore la Sua stessa Vita [ζωὴν]e chi riceve la Vita dell'eterno, e Vive in essa, può superare la morte ! Come Gesù, con la risurrezione

E questa è la Buona Notizia .



Il discepolato
L'analogia del pastore e del gregge già utilizzata dai profeti evidenzia un aspetto fondamentale del rapporto tra il Dio rivelato e l'umanità : per l'uomo , la Voce-Parola di Dio è vitale. Gesù , verbo-Parola di Dio , è vitale per l'uomo...

Mc 6,34 Sceso dalla barca, egli vide una grande folla,
ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore,

e si mise a insegnare loro molte cose.

Gesù insegna le cose di Dio con le sue parole che soffiano lo Spirito
Gv 14,10 Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso;
ma il Padre,
è Lui che parla
[ il Padre ]che rimane in me,
tranquilli : non mi lascia mai, è sempre Lui , quando parlo
compie le sue opere.

Dio dimora in Gesù, Gesù parla le parole del Padre, queste parole compiono le opere del Padre. L'opera del Padre è creazione; il suo progetto-opera è compiere la creazione. Creazione che è ricapitolata nell'uomo.

Le parole di Gesù vengono dal Padre e comunicano all'uomo la Sua Vita, il suo Spirito. Questa azione compie l'opera divina della creazione, l'Uomo compiuto e Definitivo.
Gv 17,8 perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro.
Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te
// e hanno creduto che tu mi hai mandato.


L'azione di Gesù- Parola Creatrice- non è automatica: è una proposta che ogni uomo ( ricapitolatore della creazione ) può accogliere o rifiutare . Lo Spirito// Vita , in chi lo ascolta e comprende, cioè lo accoglie , compie le opere del Padre .
Perchè, dice Gesù ...


Gv 3,34 Colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio:
senza misura egli dà lo Spirito.
Gv 6,63 È lo Spirito che dà la Vita,
la carne non giova a nulla;
le parole che io vi ho detto sono spirito e sono Vita.

Gesù è la Voce del Pastore che chiama le sue pecore a ricevere ed accogliere la Vita .

Gv 8,47 Chi è da Dio
ascolta le parole di Dio.
e chi è dalle tenebre non le ascolta.

La Parola opera una selezione // separazione : chi crede e chi non crede; è un giudizio. Il giudizio è universale perchè Gesù si rivolge non solo ad Israele ma a tutta l'umanità.

Mt 25,32 Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli.
Egli separerà gli uni dagli altri,
come il pastore separa le pecore dalle capre,

separa : forma due gruppi distinti. E' un giudizio.

Mt richiama l'oracolo di Jhwh ai pastori del suo popolo : separerò...
Ez 20,38 Separerò da voi i ribelli e quelli che si sono staccati da me; li farò uscire dal paese in cui dimorano come forestieri, ma non entreranno nella terra d'Israele: così saprete che io sono il Signore.
Mt 5,17 Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti;
non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento.


Mt ci ricorda che Gesù non abolisce l'AT perchè esso contiene le promesse di Dio annunciate dai profeti ( non dalla istituzione religiosa) : infatti dice che è venuto per compiere quelle promesse, non per abolirle, annullarle.

Parlando di opera di compimento Gesù si riferisce alle promesse divine e si pone nella linea dei profeti, non nelle teologie di Israele. Una volta compiute le promesse dell'AT questo non servirà più come profezia. Mc 1,38 Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini,
perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!»

Il villaggio nei vangeli indica un luogo teologico : la tradizione giudaica.


Lc 5,32 io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano».
La conversione che Gesù chiedeva ad Isarele era il passaggio dalla fede nella dottrina religiosa alla fede in Lui.
Mc 2,17 Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati;
io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».
Indicando così che le attese della religione di un giudizio divino che sterminasse i peccatori era sbagliato.
Mt 9,13 Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici.
Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».
Indicando così che il culto templare dei sacrifici animali era inutile.
Mt 10,34 Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra;
sono venuto a portare non pace, ma spada.

La spada nel linguaggio giudaico indicava la Parola di Dio.
Lc 12,49 Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso!
La Parola di Dio è una spada che divide la pelle dai muscoli fin nelle profondità, immagine che indica che non è negoziabile : o la si accoglie o la si rifiuta. Questa Parola è il Fuoco dello Spirito di Dio che polverizza ogni ideologia religiosa.
Gv 5,43
Io sono venuto nel nome del Padre mio
in Me è Lui che parla
e voi non mi accogliete;
se un altro venisse nel proprio nome,
un falso profeta
lo accogliereste.
perchè direbbe le parole-profezie che voi vorreste dicesse.

Gv 7,28 Gesù allora, mentre insegnava nel tempio, esclamò: «Certo, voi mi conoscete e
sapete di dove sono.
Eppure
non sono venuto da me stesso, ma chi mi ha mandato è veritiero, e voi non lo conoscete.
Gv 8,14 «Anche se io do testimonianza di me stesso, la mia testimonianza è vera, perché
so da dove sono venuto e dove vado. Voi invece non sapete da dove vengo o dove vado.
Gv 8,42 «Se Dio fosse vostro padre, mi amereste, perché
da Dio sono uscito e vengo; non sono venuto da me stesso, ma lui mi ha mandato.
Gv 9,39
«È per un giudizio che io sono venuto in questo mondo, perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono, diventino ciechi».
La Parola opera un giudizio una separazione.
Gv 12,46
Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.
Gv 12,47 Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno;
perché
non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo.
Il mondo è la creazione divina ricapitolata nell'uomo e Dio non distrugge la propria creazione ma la porta a compimento , cioè la salva.

Gv 10,14 Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me,
Gv 10,16 E ho altre pecore che non provengono da questo recinto:
sono le nazioni non ebree
anche quelle
io devo guidare.
Ascolteranno la mia voce
e diventeranno
un solo gregge, un solo pastore.
La Chiesa di Gesù.

1Pt 2,25 Eravate erranti come pecore, ma ora
siete stati ricondotti al pastore e custode delle vostre anime.
Ap 7,17 l'Agnello, che sta in mezzo al trono, sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti delle acque della Vita ( eterna..
E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi».


Il Verbo fatto Carne-Sangue, è il pascolo delle sue pecore, alimento di Vita ( zoe, Vita eterna)
Gv 10,9 Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvato;
entrerà e uscirà
e troverà pascolo.

In quali pascoli Gesù guida le sue pecore ?

Gv 6, 32Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico:
non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma
è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero.
33Infatti i
l pane di Dio è colui che discende dal cielo
e
dà la Vita al mondo».

Gesù è il pascolo della Vita eterna , il Pane di Dio è nutrimento perenne che fa superare la morte

Gv 6, 37Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, 38perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. 39E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno. 40Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno».
Gesù è l'unico pastore responsabile del gregge unico di Dio . Egli condurrà il gregge al Padre : l'umanità compiuta come UMANITA' DEFINITIVA
Gv 6, 47In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la Vita eterna. 48Io sono il pane della Vita. 49I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; 50questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. 51Io sono il pane Vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane Vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la Vita del mondo».
Gv 6, 53 «In verità, in verità io vi dico:
se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la Vita
54Chi mangia la mia carne // e beve il mio sangue
il mio sangue è nella mia carne e contiene la mia Vita
ha la Vita eterna
subito
e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.
in questo sta il superamento della morte
55Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
58Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono.
Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

..eterni pascoli di Vita. Però attenzione :

Mt 7,15 Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci!
At 20,29 Io so che dopo la mia partenza
verranno fra voi lupi rapaci, che non risparmieranno il gregge;
Lc 10,3 Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi;
Mt 10,16 Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi;
siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.
Lc 12,32 Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno.
At 20,28
Vegliate su voi stessi e su tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti come custodi per essere pastori della Chiesa di Dio, che si è acquistata con il sangue del proprio Figlio.
1Pt 5,2
pascete il gregge di Dio che vi è affidato, sorvegliandolo non perché costretti ma volentieri, come piace a Dio, non per vergognoso interesse, ma con animo generoso, ,3 non come padroni delle persone a voi affidate, ma facendovi modelli del gregge.



top




home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY